Politica

di la readazione

Mascherine, obbligo fino al 30 settembre sui mezzi pubblici

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Prorogato fino al 30 settembre l’obbligo di mascherine sui treni, navi e mezzi di trasporto pubblico locale. Lo ha deciso il Consiglio del ministri. È in corso una valutazione sulla eventuale proroga dell’obbligo per gli aerei. Prorogato fino al 30 settembre l’obbligo di indossare la mascherina anche per l’accesso alle Rsa e agli ospedali.

Intanto dal 16 Giugno, è venuto meno l’obbligo di indossare il dispositivo di protezione delle vie aeree nei cinema, teatri e negli eventi sportivi al chiuso. In questi luoghi la mascherina sarà raccomandata ma non più obbligatoria (cinema, teatri e palazzetti dello sport) così come agli esami di maturità.

Per quanto riguarda i luoghi di lavoro, da oggi per i dipendenti pubblici non vale più la raccomandazione di tenere la mascherina in ufficio, mentre per i dipendenti privati resta l’obbligo di mascherina fino al 30 giugno.

Decaduto anche l’obbligo vaccinale per gli over 50, mentre resta per il personale sanitario, per chi lavora nelle strutture sanitarie e per i dipendenti delle Rsa: potranno entrare nel luogo di lavoro soltanto mostrando il Green pass.

L’Agenzia europea per i medicinali (Ema) intanto ha annunciato di aver avviato la valutazione della versione adattata alle varianti del Covid del vaccino Pfizer. Si tratta delle subvarianti di Omicron ma non è stato ancora chiarito se il vaccino adattato sarà specificamente mirato contro una o a più varianti o sottovarianti del Sars-Cov-2.

L’obiettivo è quello di avere i vaccini aggiornati per settembre, così da procedere ad una nuova campagna vaccinale in vista di possibili nuove ondate in autunno-inverno, ma con sieri aggiornati.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

17/06/2022
2806/2022
Sant'Ireneo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

La fede fa bene dice la scienza

Avere fede fa stare bene

Leggi tutto

Politica

Una candidatura simbolica per rifondare l’ europeismo

Un progetto di ingegneria istituzionale non è sufficiente. Cosa impedisce infatti a un’ideologia di sostituirsi a un’altra? Le ideologie totalitarie disprezzavano il formalismo giuridico e istituzionale, aggirandolo sistematicamente. Oggi in Europa regnano, in nome dell’impoliticità, altre ideologie che si chiamano pensiero politicamente corretto, dittatura del relativismo, umanismo (cioè l’umanesimo senza l’umano). Sempre più il nuovo ordine europeo assomiglia – paurosamente – a quel regime che Tocqueville nella “Democrazia in America” aveva battezzato come «dispotismo democratico»: una tirannide confidenziale, ludica, che lascia che la massa del popolo si trastulli con «piaceri piccoli e volgari, con i quali soddisfare i loro desideri». I cittadini così diventano degli individui isolati, estranei gli uni agli altri, degli apolidi senza patria.

Leggi tutto

Società

Presentata al Bambino Gesù la Carta dei Diritti del Bambino Inguaribile

Dopo i casi Alfie e Charlie, l’Ospedale pediatrico della Santa Sede ha messo a punto un documento per promuovere l’alleanza terapeutica e il sostegno ai bambini con malattie gravi e inguaribili. Qualcosa si può e si deve fare affinchè certi casi non si verifichino più!

Leggi tutto

Politica

Lo spazio politico al centro

I flussi elettorali hanno provocato un’intensa polarizzazione tra centrodestra verso destra e centrosinistra verso sinistra, ma evidenziano l’esistenza e la resistenza del bacino centrista, riversatosi nel voto alla Lega e nell’astensione. Il centro vale ancora 7 milioni e mezzo di voti, un buon 15%.

Leggi tutto

Società

ALTRO CHE DDL ZAN: LA LEZIONE DELLA ROWLING

La scrittrice ha sottolineato: “Mi sono allontanato da Twitter per alcuni mesi prima e dopo aver condiviso il mio sostegno per Maya, perché sapevo che non fosse fatto bene alla mia salute mentale. Sono ritornata da solo perché volevo condividere gratis un libro per bambini durante il l ‘’ ogni donna è coinvolta in questo dibattito in - TERF “.La sigla TERF è un termine coniato dagli attivisti Lgbt che significa femminista radicale trans-esclusivo e comprende molte diverse tipologie di persone come una madre che ha paura suo figlio voglia cambiare sesso per sfuggire al bullismo omofobico e una signora anziana che ha ammesso di non usare più fare acquisti da Marks & Spencer perché hanno permesso a un uomo che si identifica come donna di accedere ai camerini destinati alle donne, e molti altri esempi.

Leggi tutto

Politica

Reddito di cittadinanza: un flop senza fine

Tutto ciò che concerne il reddito di cittadinanza è un flop continuo. Adesso chi dovrebbe assistere gli operatori dei Centri per l’Impiego nella realizzazione di un percorso che coinvolga i beneficiari della riforma grillina, si licenzia ed è in cerca di un altro lavoro.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano