Politica

di la readazione

Mascherine, obbligo fino al 30 settembre sui mezzi pubblici

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Prorogato fino al 30 settembre l’obbligo di mascherine sui treni, navi e mezzi di trasporto pubblico locale. Lo ha deciso il Consiglio del ministri. È in corso una valutazione sulla eventuale proroga dell’obbligo per gli aerei. Prorogato fino al 30 settembre l’obbligo di indossare la mascherina anche per l’accesso alle Rsa e agli ospedali.

Intanto dal 16 Giugno, è venuto meno l’obbligo di indossare il dispositivo di protezione delle vie aeree nei cinema, teatri e negli eventi sportivi al chiuso. In questi luoghi la mascherina sarà raccomandata ma non più obbligatoria (cinema, teatri e palazzetti dello sport) così come agli esami di maturità.

Per quanto riguarda i luoghi di lavoro, da oggi per i dipendenti pubblici non vale più la raccomandazione di tenere la mascherina in ufficio, mentre per i dipendenti privati resta l’obbligo di mascherina fino al 30 giugno.

Decaduto anche l’obbligo vaccinale per gli over 50, mentre resta per il personale sanitario, per chi lavora nelle strutture sanitarie e per i dipendenti delle Rsa: potranno entrare nel luogo di lavoro soltanto mostrando il Green pass.

L’Agenzia europea per i medicinali (Ema) intanto ha annunciato di aver avviato la valutazione della versione adattata alle varianti del Covid del vaccino Pfizer. Si tratta delle subvarianti di Omicron ma non è stato ancora chiarito se il vaccino adattato sarà specificamente mirato contro una o a più varianti o sottovarianti del Sars-Cov-2.

L’obiettivo è quello di avere i vaccini aggiornati per settembre, così da procedere ad una nuova campagna vaccinale in vista di possibili nuove ondate in autunno-inverno, ma con sieri aggiornati.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

17/06/2022
0812/2022
Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Confutazione e risposta a 10 obiezioni sul risultato elettorale del PdF

I nemici del Popolo della Famiglia si affrettano a dileggiarne gli ancora esigui ritorni elettorali: i fatti, però, non si fermano alle sole cifre

Leggi tutto

Politica

I numeri dell’estate

65. Sono i bambini nati in famiglie meridionali che, su 100, quest’estate non andranno in vacanza: le loro mamme e i loro papà non hanno i soldi per portarli al mare o in montagna. Un bambino su tre a livello nazionale non si muoverà dall’abituale luogo di residenza per tutta l’estate. In Italia 1.619.000 famiglie sono in condizione di povertà assoluta. E la Boldrini pensa a farsi blindare il nuovo appartamento. Dal 4 agosto i parlamentari della diciassettesima legislatura repubblicana saranno tutti e 945 in ferie, senza aver risolto nessuna delle drammatiche emergenze che attanagliano il paese: denatalità, povertà, debito pubblico, occupazione, immigrazione selvaggia, dissesto idrogeologico hanno fatto tutti segnare nuovi record anno dopo anno in questa legislatura. Però questi 945 genietti hanno fatto la legge sul divorzio breve e le unioni civili, se si impegnano fanno approvare anche quella sull’eutanasia all’italiana e sulla droga libera. Un ragazzo su cinque (19.9% degli under 24 per essere precisi, rapporto Commissione Europea) non studia, non lavora, non cerca lavoro. Sta abulico sul divano a consumare patrimonio e stipendio di mamma e papà più pensione (bassa) dei nonni. Brava Boldrini. Bravi tutti lì in Parlamento. Buone vacanze, eh…

Leggi tutto

Politica

Cosa accade realmente nel Popolo della Famiglia

Mario Adinolfi traccia un’analisi degli avvenimenti che hanno contraddistinto la settimana del PDF.

Leggi tutto

Politica

RIPARTIRE DALLA LOTTA PER LA GIUSTIZIA

Dal punto di vista culturale l’unico contesto in cui si è potuto ascoltare qualche parola netta contro suicidio assistito ed eutanasia è stato l’àmbito della Chiesa cattolica. Da Papa Francesco al cardinale Bassetti con evidenza e chiarezza si è detto che l’orizzonte indicato da Cappato è pericoloso. Non un solo editorialista “laico” ha fatto altrettanto. Il Popolo della Famiglia raccoglie questa sfida politica.

Leggi tutto

Società

Manco al cinema posso andare

29 milioni di italiani continuano a vivere regolarmente sposati, allevano 15 milioni di figli minorenni o maggiorenni non autosufficienti, si fanno carico di 3,8 milioni di disabili, degli anziani che non possono più vivere da soli. Questa è l’Italia, nella sua stragrande ottimizzato. Raccontarla, mai?

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco: aborto e eutanasia e l’abitudine a uccidere

Il Papa: l’aborto è omicidio, la Chiesa sia vicina e compassionevole non politica A questo grido, il Papa aggiunge quello delle tante “vittime della cultura dello scarto”: “C’è lo scarto dei bambini che non vogliamo ricevere, con quella legge dell’aborto che li manda al mittente e li uccide direttamente. E oggi questo è diventato un modo ‘normale’, una abitudine che è bruttissima, è proprio un omicidio”,

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano