Storie

di Nathan Algren

Iraq - Antiche reliquie nella chiesa di Mar Thomas a Mosul

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Durante gli anni dell’invasione, Mosul si era aggrappata alla speranza e al ricordo delle sue radici, mentre l’attuale vescovo, il domenicano Najeeb Michaeel, faceva la spola con Erbil per salvare gli antichi manoscritti che testimoniavano la presenza cristiana nel Paese. Ora, nell’ambito dei lavori di ricostruzione della città, nella chiesa di Mar Thomas, si è trovata una ulteriore conferma degli antichissimi legami di questa terra con il cristianesimo. Durante i lavori di ristrutturazione della chiesa sono infatti stati rinvenuti una decina tra reliquie pergamene antichi appartenuti ad alcuni santi.

La chiesa di Mar Thomas è siro ortodossa. Le reliquie sono state trovate in sei contenuti in pietra, con iscrizioni in aramaico dei santi e diversi manoscritti in siriaco ed aramaico. La scoperta ha subito generato eccitazione. Mor Nicodemos Sharaf, arcivescovo siro-ortodosso di Mosul è stato subito avvisato, e questi ha a sua volta contattato il patriarca della Chiesa siro ortodossa Mor Ignace Ephrem II.

Si è provveduto subito ad inventariare le reliquie. Una di queste dovrebbe appartenere a San Teodoro, un soldato romano del III secolo, che proveniva dalla provincia di Corum, in Turchia, e che fu decapitato perché si era convertito. Poi, sono stati rinvenuti altri cinque reliquiari. Contenevano i resti di San Simone “lo Zelota”, apostolo del I secolo; di Mor Gabriel, vescovo di Tur Abdin (593 – 688); di San Simeone il Saggio (I secolo), che accolse Gesù Bambino nel tempio di Gerusalemme; le reliquie di Yoahanan Shliha, ovvero San Giovanni apostolo; di San Gregorio Bar Hebraeus (1226 – 1286), ch fu maphrien (ovvero primate regionale) della Chiesa siro ortodossa dal 1264 al 1286.

È una scoperta particolarmente importante, che permetterà di fare ulteriore luce sulla storia dei primi cristiani nella terra da cui provenivano.

Chissà quante altre sorprese verranno da queste terre martoriate dalla guerra e dalla barbarie in cui tanti cristiani hanno dimorato.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

17/06/2022
0812/2022
Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

La terza via sulla quale deve puntare il popolarismo sturziano dopo le Europee

Impossibile pensare di indulgere – come fanno i movimenti populisti – sull’opzione di vellicare “la pancia del Paese” (cioè le sue voglie e le sue paure)

Leggi tutto

Storie

ODE A DIEGO ARMANDO MARADONA

Ho letto che da qualche giorno, il 23 ottobre, Pelè ha compiuto ottant’anni e che tra qualche giorno, il 30 ottobre, Diego Armando Maradona ne compirà sessanta. Non so se avremo un’altra occasione con la cifra tonda per celebrarli entrambi in vita e non so neanche dire se sia più facile che Pelè non arrivi ai novanta che piuttosto Maradona non arrivi ai settanta. So per certo però che ora possiamo congratularci e sorridere con lor

Leggi tutto

Società

I turisti cristiani in Israele: “Ci sentiamo discriminati”

Un portavoce delle chiese cristiane in Terra Santa ha accusato Israele di discriminare i turisti cristiani durante il periodo delle festività natalizie. Israele smentisce seccamente.

Leggi tutto

Storie

Un risveglio immediato e cosciente

È così che agiscono le milizie del male oggi contro un’Umanità che si ribella, perché non intende cedere alle ferali aspettative di un farmaco. Mentre invece applaude rumorosamente, a favore dello Stupidarium Collettivo, che utilizza a profusione argomenti che parlano contro coscienza. Ma questo è il prezzo della libertà.

Leggi tutto

Chiesa

Iraq -  Sako: la luce della Pasqua di Cristo illumini le tenebre

Riferendosi esplicitamente alle guerre che dilaniano il mondo, il Patriarca caldeo invita “tutti i credenti, cristiani e musulmani, che attualmente digiunano per il Ramadan, e anche gli ebrei, a guardare alla tragedia in Ucraina e nei Paesi del Medio Oriente, alla loro umiliazione e allo smantellamento del loro bellissimo mosaico”. Oggi più che mai – fa notare il Cardinale iracheno - la celebrazione della Pasqua rappresenta un’occasione propizia per riconoscere anche in questo tempo “l’amore di Dio per gli uomini, la sua vicinanza e la sua infinita misericordia verso tutti”, che si manifesta “attraverso la risurrezione di Cristo”, avvenuta “per la salvezza dell’umanità”.

Leggi tutto

Chiesa

Il Papa incontra l’Associazione Famiglia Spirituale Charles de Foucauld

Papa Francesco ha incontrato, nell’Auletta dell’Aula Paolo VI, un gruppo dell’Associazione Famiglia spirituale Charles De Foucauld. Il Pontefice li ha esortati a seguire l’esempio del santo.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano