Società

di Giuseppe Udinov

Nigeria sull’orlo del precipizio

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Lo Stato nigeriano sembra essere sull’orlo del collasso” afferma una dichiarazione sulle elezioni presidenziali e parlamentari che si terranno nel 2023 firmata dal Segretario Generale del Segretariato cattolico di Abuja, padre Zaccaria Samjumi; dal Direttore degli Affari pastorali, padre Michael Banjo; e dal Direttore della sezione Chiesa e Società, padre Uchechukwu Obodoechina.

La dichiarazione ricorda l’esistenza dappertutto “di conflitti di diversa ampiezza e importanza: dagli assalti di uomini armati sconosciuti ovunque nel sud-est, all’insurrezione nel nord-est con l’uccisione di civili innocenti che continua senza sosta”. Il massacro nella chiesa di San Francesco di Owo, nello Stato di Ondo, commesso domenica 5 giugno “ha portato una nuova dimensione al massacro che avviene nel nostro Paese” si sottolinea.

Ai massacri si aggiungono i rapimenti a scopo di estorsione, dei quali sono vittime pure diversi sacerdoti e religiosi/e, l’instabilità nella “Middle Belt”, “la scarsità di cibo e il rialzo dell’inflazione” che determina “fame e miseria, presenti dappertutto”, e gli scioperi nelle università che lasciano i giovani “privi di senso di direzione e di scopo”. “C’è da stupirsi se tra i giovani ci sono così tanti casi di criminalità, di violenza e di attività malsane?” si chiedono i firmatari.

Di fronte a questo stato di cose, la politica appare distratta dalla compagna elettorale: “La classe politica è totalmente impegnata nell’allinearsi su nuove posizioni politiche in vista delle elezioni”. Gli estensori della dichiarazione invitano però i fedeli a non disperare e a non astenersi dal partecipare al processo politico, iniziando col registrarsi nelle liste elettorali e richiedendo la tessera elettorale (Permanent Voter’s Card PVC). A questo proposito il Segretariato cattolico elogia i sacerdoti che esortano i fedeli a richiedere la PVC ma mette in guardia quei preti, troppo zelanti, che impediscono ai fedeli privi della tessera elettorale di partecipare alla messa.

“Tuttavia, nel tentativo di incoraggiare tutti a ottenere il PVC, occorre prestare la massima attenzione a non privare le persone di quei mezzi che Cristo, attraverso la Chiesa, ha messo a disposizione per il nutrimento e la salvezza delle loro anime” afferma la dichiarazione. “La Chiesa, quindi, non approva la prassi secondo la quale i pastori d’anime vietano ai fedeli di Cristo il culto pubblico perché non hanno la loro PVC. Ai fedeli non deve essere negata la Santa Comunione o alcuno dei sacramenti della Chiesa per lo stesso motivo. I sacerdoti che agiscono in questo modo violano le leggi della Chiesa, che definiscono chiaramente le circostanze in cui i fedeli possono essere legittimamente privati di tali beni spirituali”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

23/06/2022
2806/2022
Sant'Ireneo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Nell’universo del sadismo non c’è amore

La degradazione dell’altro a oggetto di piacere spiega la predilezione degli antieroi sadiani per la sodomia. Scrive Lombardi Vallauri: «Il privilegiamento assoluto e sistematico della sodomia, nel rapporto sia omo- che eterosessuale, esprime nel modo più plastico la generale riduzione dell’altro a puro succube, a sub-giacente, privato del volto e dello sguardo, ossia degli organi della reciprocità, egli è passività pura, materiale per alimentare il fuoco della passione. La posizione fisica nel rapporto esprime il rifiuto dell’incontro, la sterilità del rapporto il rifiuto dell’impegno».

Leggi tutto

Società

Aziende alla prova del covid

Nel 2020, le aziende con oltre 250 dipendenti hanno registrato un calo del fatturato del -11,2% a fronte delle medie, quelle tra 50 e 249 dipendenti, che hanno evidenziato una maggiore resilienza, con una flessione del fatturato a -7,6%

Leggi tutto

Chiesa

Papa: serve una profezia della non-violenza

Papa Francesco dialoga virtualmente per oltre un’ora con gli studenti universitari di Nord, Sud e Centro America.

Leggi tutto

Storie

PAKISTAN - Violenze per blasfemia

Un tribunale antiterrorismo (ATC) di Lahore ha emesso un verdetto sul caso dell’uccisione del cittadino srilankese Priyantha Kumara, ucciso da una folla a Sialkot nel dicembre 2021 con l’accusa di blasfemia

Leggi tutto

Politica

Iraq: il ritorno dei cristiani

Circa il 50 per cento delle famiglie che avevano lasciato l’Iraq con l’invasione da parte dell’ISIS del sedicente Stato Islamico hanno fatto ritorno nel Paese, giustificando così un cauto ottimismo delle organizzazioni internazionali per il ritorno dei cristiani nel Paese del Golfo.

Leggi tutto

Storie

“Giovannino Guareschi, Internato Militare Italiano 6865”

Sarà inaugurato oggi pomeriggio a Roma il nuovo percorso multimediale del Museo “Vite di IMI. Percorsi dal fronte di guerra ai lager tedeschi 1943-1945”. Anche il papà di Don Camillo e Peppone fra i 600mila internati militari italiani prigionieri dei nazisti

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano