Storie

di Nathan Algren

INDONESIA - La vita consacrata promuove autenticità e integrità

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Le religiose, e tutti i membri degli istituti religiosi in Indonesia, sono pronti a mettersi in gioco e a combattere nella quotidianità e a livello culturale, la lotta contro la piaga sociale della corruzione: è quanto affermano le suore che hanno preso parte al recente seminario tenutosi a Semarang, nella provincia di Giava centrale. La vita consacrata in Indonesia - è emerso dal seminario - intende offrire un contributo per dare una testimonianza, formare le coscienze e scoraggiare la corruzione nei prossimi anni, promuovendo, nella missione quotidiana, valori e pratiche di integrità e di trasparenza a ogni livello.

Tra le religiose partecipanti, le Suore francescane della Penitenza e della Carità cristiana (Osf), suor Rosali Prime Hatmani, OSF, responsabile della congregazione, ha rimarcato che l’iniziativa di tale seminario per giovani suore è un passo formativo cruciale per motivarle, ​​sin dalla loro formazione iniziale, a comprendere e vivere questi valori fondamentali nella vita religiosa: affidabilità, autenticità, integrità personale. “Tale spirito fa parte dei valori fondamentali francescani” dichiara suor Rosali.

Suor Lea, del Nord di Sumatra, appena entrata nella congregazione dopo aver vissuto in Malesia tre anni come lavoratrice migrante, racconta: “Per ottenere tutti i documenti di viaggio di cui avevo bisogno per completare la mia domanda di lavoro all’estero, mi è stato chiesto di pagare molto denaro extra in cambio di passaporti e altri documenti di viaggio”. Tale estorsione potrebbe essere evitata se l’autodisciplina fosse vissuta a livello personale, osserva.

La Direttrice spirituale, suor Vincentine OSF, ha riconosciuto che tale formazione sulla consapevolezza personale per adottare i valori fondamentali dell’integrità è cruciale nella intera società indonesiana.
“Ringraziamo anche la Fondazione Bhumiksara di Jakarta, che ha contribuito a far sì che questa formazione all’integrità personale avvenga nella nostra congregazione religiosa a Semarang”, ha affermato suor Vincentine.
La Fondazione ha inviato cinque volontari: un sacerdote gesuita, un medico, un motivatore professionista e formatore, uno psicologo e il suo direttore, tutti professionisti con esperienza pratica che, oltre a presentare la teoria e la pratica di quei valori, hanno anche condiviso le loro esperienze personali, ha spiegato il direttore di Bhumiksara, Royani Lim.

Nelle Chiesa cattolica indonesiana, nel percorso di formazione dei religiosi per la vita consacrata si sono gradualmente introdotte iniziative che toccano il tema della corruzione, che è molto sentito in Indonesia. Nella nazione, che si ritrova a martoriata da tale dilagante piaga, sia nel settore pubblico he nel privato, figure di alto profilo siano state arrestate con l’accusa di corruzione.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

23/06/2022
2406/2024
Natività di San Giovanni Battista

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

È morto il cardinale tedesco Rauber

Già presidente della Pontificia Accademia Ecclesiastica, è stato nunzio in luoghi e contesti sociali difficili. Aveva 88 anni

Leggi tutto

Storie

In Germania le coppie gay saranno benedette in Chiesa

«Nessun pastore che presiede una tale celebrazione deve aspettarsi conseguenze disciplinari». In Germania i preti, se vorranno, potranno tranquillamente benedire le coppie gay senza temere di incorrere negli strali Vaticani o nelle sanzioni previste dal Dicastero della Dottrina della Fede

Leggi tutto

Chiesa

Filippine - Nelle baraccopoli il volto della Chiesa

È un’umanità frammentata quella di cui si occupa p. Stefano Mosca nella parrocchia di Santa Cruz a Tanza, periferia della città di Navotas, dove in diversi barangay, i quartieri locali, vivono almeno 35mila persone. «Si tratta di persone povere migrate dall’isola di Mindanao che i sacerdoti locali non riescono a raggiungere», racconta il missionario italiano da poco nominato superiore regionale del Pime per il sud-pacifico. «I preti devono celebrare fino a sette messe la domenica e una marea di altre funzioni durante la settimana», per cui il vescovo Pablo Virgilio David, della diocesi di Caloocan, ha chiesto a p. Mosca e un altro sacerdote del Pime, p. Robert Ngairi, di aprire delle stazioni missionarie per prendersi cura dei poveri, ammassati in case popolari del governo (chiamate pabahay) e abitazioni abusive, che sorgono a nord della città metropolitana di Manila.

Leggi tutto

Chiesa

I copti uccisi in Libia martiri anche per la Chiesa cattolica

Colloquio privato e preghiera comune tra Francesco e il Papa della Chiesa ortodossa copta di Alessandria nel Palazzo apostolico, a 50 anni dal primo storico incontro tra Paolo VI e Shenouda

Leggi tutto

Politica

SUL TEMA DELLE FAMIGLIE INFELICI

Ho letto l’intervista di Gabriele Muccino sulla famiglia, ho visto anche le sedici puntate di A Casa Tutti Bene che l’hanno originata

Leggi tutto

Storie

Palermo, poliziotto massacrato durante arresto

*Palermo, poliziotto massacrato durante arresto, Marco Pitti (LES): “Volevano rubargli la pistola e ucciderlo, iniziamo ad indignarci anche per la violenza contro la polizia”*

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano