Chiesa

di Tommaso Ciccotti

Athletica Vaticana ai Giochi del Mediterraneo

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Una presenza storica quella di Athletica Vaticana ai Giochi del Mediterraneo a Oran in Algeria, che, dopo i Campionati dei Piccoli Stati d’Europa, rilancia attraverso lo sport un messaggio di pace tra popoli e culture diverse.

Athletica Vaticana è stata invitata ai Giochi di Oran dal Comitato organizzatore algerino con un gesto di fraternità sportiva di alto significato. In accordo con il presidente dei Comitato internazionale dei Giochi del Mediterraneo, Davide Tizzano, che ha fortemente sostenuto la partecipazione della “squadra del Papa”. È proprio sulla rotta tracciata da Papa Francesco per ricostruire relazioni di pace e di fraternità nel Mediterraneo che si muove, nel suo piccolo, Athletica Vaticana. Perché questo “grande mare” non sia più un “cimitero” di persone che muoiono mentre fuggono da povertà e violenze cercando vita, speranza, pace. Ma perché il Mediterraneo, anche con l’esperienza dello sport, sia luogo di pace e di fraternità: ecco “la medaglia” che Athletica Vaticana vorrebbe “conquistare” ad Oran, in un grande “podio” che abbraccia tutti.

La diciannovesima edizione dei Giochi del Mediterraneo sta coinvolgendo 26 Paesi, per un totale di 3.390 atleti, in rappresentanza di Africa, Asia ed Europa: Albania, Algeria, Andorra, Bosnia ed Erzegovina, Cipro, Croazia, Egitto, Francia, Grecia, Italia, Kosovo, Libano, Libia, Macedonia del Nord, Malta, Marocco, Monaco, Montenegro, Portogallo, San Marino, Serbia, Siria, Slovenia, Spagna, Tunisia e Turchia. A Oran la piccola rappresentanza di Athletica Vaticana - che, grazie al Coni, ha viaggiato con la Nazionale italiana e alloggia nel villaggio degli atleti - trova l’abbraccio dall’arcivescovo di Algeri e amministratore apostolico di Oran, monsignor Jean-Paul Vesco: appassionato maratoneta, condivide già da tempo l’esperienza sportiva dell’Associazione sportiva vaticana. Sabato 2 luglio l’arcivescovo Vesco concelebrerà, con il nunzio apostolico in Algeria, la “Messa delle Nazioni” nel santuario di Notre-Dame de Santa Cruz, proprio a Oran.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

29/06/2022
2909/2022
Ss. Michele, Gabriele e Raffaele arcangeli

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

Vaticano da medaglia anche nello sport

Per Athletica Vaticana un risultato inaspettato che riguarda Sara Carnicelli nei 5000 metri

Leggi tutto

Storie

Il “grazie” dell’Italia agli atleti paralimpici

È stato un enorme “grazie” quello che iol Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ha voluto rivolgere agli atleti italiani durante la cerimonia di restituzione della bandiera da parte degli atleti italiani impegnati nelle olimpiadi e paralimpiadi di Tokyo 2020. “Grazie per avere reso onore alla bandiera durante i Giochi, alle Olimpiadi e alle Paralimpiadi. Bravissimi! 109 medaglie, mai così tante, come si sente dire spesso, ma non sarà mai sufficiente perché sono davvero tante”.

Leggi tutto

Storie

Athletica Vaticana e lo sport solidale

In vista della Maratona di Roma, che si svolge domenica nella capitale varie le iniziative solidali organizzate, tra gli altri, da Athletica Vaticana. Ci saranno quattro staffette solidali per raccogliere fondi destinate alle famiglie povere con bambini, assistite dal Dispensario Santa Marta

Leggi tutto

Chiesa

Vaticano - Pace e fraternità nello sport

Torna presso il Centro Sportivo della Guardia di Finanza a Castelporziano, vicino Roma, l’evento a staffette non competitivo co-organizzato da Athletica Vaticana, la polisportiva ufficiale della Santa Sede.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano