Storie

di Nathan Algren

I colpi di testa nel calcio causano danni permanenti

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

I ricercatori hanno diagnosticato per la prima volta l’encefalopatia traumatica cronica (CTE) in un giocatore della MLS, la massima lega calcistica americana. Il giocatore, Scott Vermillion, è morto di overdose accidentale nel dicembre 2020 all’età di 44 anni ed il suo cervello è stato donato al Centro CTE dell’Università di Boston. La presenza di CTE è collegata alle commozioni cerebrali e ai colpi sub-concussivi. Il Centro ha quindi chiesto di vietare i colpi di testa nel calcio under 14, spiegando che la demenza è già stata collegata a questo tipo di colpo in alcuni studi inglesi che hanno preso in esame giocatori di calcio.

Inoltre dopo studi approfonditi commissionati dalle due Federazioni e dal sindacato dei giocatori (la Professional Footballers’ Association), è emerso fra l’altro come i calciatori professionisti abbiano effettivamente una probabilità 3,5 volte maggiore di contrarre malattie degenerative del cervello, rispetto al resto della popolazione del Regno Unito. Secondo lo stesso studio, quindi, i professionisti del calcio avrebbero 3,45 volte più probabilità di sviluppare demenza e 4,4 volte più probabilità di sviluppare Alzheimer.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

30/06/2022
2902/2024
Sant'Augusto Chapdelaine martire

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Una parrocchia ad Ostia e cinque nuovi cardinali per Papa Francesco

Fine settimana intenso per il Santo Padre, impegnato in attività comprese tra il governo della Chiesa particolare di Roma e quello della Chiesa universale. Da una parte la benedizione delle famiglie in una parrocchia di Ostia, in compagnia del parroco; dall’altra l’annuncio di un nuovo concistoro

Leggi tutto

Società

Non è un paese per bambini. Né per madri.

Alle madri è chiaramente impedito portare la propria visione della vita nei luoghi pubblici: di fatto la figura della madre è resa invisibile da mode (quella ecologista che vede l’avere figli come una violenza contro il pianeta, ad esempio), opinioni sbagliate (se hai più di due figli sei una povera idiota costretta al focolare, sei una che non conosce l’azione degli anticoncezionali, sei un’egoista) e proposte economiche imbarazzanti (i figli che dopo i 14 anni non valgono nulla, per il Ministero della Famiglia del paese).

Leggi tutto

Storie

Calcio - Nazionale: la Coppa degli Europei in mostra a Roma

Calcio - La Coppa degli Europei di calcio conquistata dalla nostra Nazionale sarà messa in mostra a Roma, in occasione della gara Italia-Svizzera in programma venerdì allo stadio Olimpico, per due giorni, a partire da oggi, giovedì 11 novembre. L’Amministrazione capitolina, in collaborazione con la FIGC, farà allestire le sale consiliari di due municipi cittadini, il X e il VI.

Leggi tutto

Politica

Attese intollerabili per un tampone

A Modena gravi disservizi per fare il tampone denuncia Elisa Rossini di FdI -Popolo della Famiglia

Leggi tutto

Società

Spagna: aumentato di dieci volte il numero dei suicidi

“La salute mentale non sarà una pandemia, ma un’endemia che durerà a lungo. È un problema più importante di quello che abbiamo considerato fino ad ora”. Così si è espresso – riporta Vida Nueva Digital - lo psichiatra José Luis Carrasco, presidente della Società di Psichiatria di Madrid, al tavolo del Forum di Incontri Interdisciplinari, dal titolo “Salute mentale: una nuova pandemia?

Leggi tutto

Politica

Sara Reho (PDF): “Le donne non sono merce da allevamento intensivo

A Kiev non riescono a consegnare i 21 bambini nati con la maternità surrogata. Sara Reho (Popolo della Famiglia): “Le donne non sono merce da allevamento intensivo ed in Italia la GPA è ancora reato”

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano