Società

di Nathan Algren

Emirati Arabi: cercasi dialogo e fratellanza

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Profonda ammirazione” per questa terra d’Arabia, che vanta “numerose tradizioni” ed è “crocevia” in cui si “incontrano, interagiscono e operano persone di molte nazioni”, grazie anche “al rispetto, alla tolleranza e alla coesistenza” promossa dai suoi leader. Con un richiamo alla multiculturalità e alla tolleranza, nella terra in cui papa Francesco e l’imam di al-Azhar hanno firmato il documento sulla “Fratellanza umana”, il neo vicario apostolico dell’Arabia meridionale mons. Paolo Martinelli ha fatto il suo ingresso ufficiale nella cattedrale di san Giuseppe ad Abu Dhabi, negli Emirati Arabi Uniti.

Ad accoglierlo, il 2 luglio scorso, vi era il predecessore, l’80enne mons. Paul Hinder dimissionario per raggiunti limiti di età, che ha guidato il vicariato per oltre 18 anni a partire dal 2003 e ha concelebrato la messa solenne.

Il 64enne monsignor Martinelli, dei Frati Minori Cappuccini della provincia di san Carlo in Lombardia, ha ricoperto negli ultimi otto anni la carica di vescovo ausiliare di Milano (Italia). “I governanti, le autorità e i dignitari di queste nazioni - ha affermato - hanno il mio pieno rispetto per l’opera di promozione dello spirito di convivenza e tolleranza”. “Dio ha chiamato tutti gli esseri umani a vivere insieme come fratelli e sorelle, pur appartenendo a culture, popoli e religioni diverse.

“All’inizio del mio ufficio di pastore in questo Vicariato, esprimo - ha sottolineato il prelato - il grande desiderio di elevare il dialogo interreligioso e la promozione della fratellanza universale secondo lo spirito del documento sulla fraternità”. Le religioni, seppur diverse fra loro, “possono contribuire notevolmente alle società di tutto il mondo promuovendo la pace e l’amore”.

Un passaggio del suo discorso è dedicato al predecessore monsignor Hinder, del quale sottolinea la “sincera accoglienza” al suo arrivo in terra d’arabia. “Colgo l’occasione - ha proseguito - per esprimere la mia profonda ammirazione per il meraviglioso lavoro e il saggio consiglio che ha mostrato durante il suo ministero” in una realtà di circa due milioni di fedeli composta in larghissima maggioranza da migranti provenienti da India, Filippine e altre nazioni asiatiche.

Il prelato ha poi rimarcato “l’importante lavoro” svolto da “tutte le parrocchie” a livello di pastorale, “in particolare i preziosi contributi delle scuole cattoliche” oltre alle chiese che rappresentano “un punto centrale di incontro per tutte le persone e per tutti i credenti, soprattutto per le famiglie”. In questa realtà fatta di “ricchezze” e di situazioni critiche e drammatiche come lo Yemen diventa “fondamentale” il documento sulla fratellanza, del quale “abbiamo il dovere di custodire la memoria” approfondendo al tempo stesso “le implicazioni culturali, sociali e religiose”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

05/07/2022
2702/2024
San Gabriele dell'Addolorata

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Papa: l’Angelus dell’Immacolata

PAPA - All’Angelus nella solennità dell’Immacolata Concezione Francesco indica nello stupore per le opere di Dio e nella fedeltà nelle cose semplici i due atteggiamenti che hanno consentito a Maria di custodire il cuore libero dal peccato.

Leggi tutto

Chiesa

Papa: il cuore a Betlemme, dove Gesù è rifiutato

Nella basilica vaticana, Francesco presiede la Santa Messa della notte di Natale. Il suo pensiero va alla terra dove Dio si è fatto carne e dove “il ruggire delle armi anche oggi gli impedisce di trovare alloggio nel mondo”. Invita ad adorare il Principe della Pace che “non sovverte le ingiustizie dall’alto con forza, ma dal basso con amore; non irrompe con un potere senza limiti, ma si cala nei nostri limiti; non evita le nostre fragilità, ma le assume”

Leggi tutto

Chiesa

PAPA – LA MITEZZA DELLA PAROLA DI DIO

Papa Francesco presiede la Messa nella Basilica vaticana per la V Domenica della Parola di Dio, da lui istituita nel 2019.

Leggi tutto

Chiesa

Papa: il perdono è l’unica arma contro l’ira

All’udienza generale Francesco ha parlato di un vizio “particolarmente tenebroso”, che va “sciolto subito senza rimuginare” quando porta a detestare l’altro. Ma esiste anche una “santa indignazione” davanti all’ingiustizia

Leggi tutto

Chiesa

Il 28 aprile Papa Francesco sarà a Venezia

Il Papa visiterà il Padiglione della Santa Sede alla Biennale d’Arte, presso il Carcere Femminile della Giudecca, e incontrerà la Comunità Ecclesiale del Patriarcato

Leggi tutto

Politica

Mai più un soldo pubblico a questi blasfemi (e fuori dalle scuole)

Decine di migliaia di euro in meno di tre mesi quest’anno al circolo gay Cassero di Bologna. Che svolge iniziative volgari e blasfeme. Ora basta

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano