Società

di Giuseppe Udinov

Argentina: approvata legge su cure palliative

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

L’Associazione argentina di medicina e cure palliative (Aamycp) e altre organizzazioni denunciano da tempo che le cure palliative di qualità raggiungono solo il 10 o il 15% delle persone che ne hanno bisogno in Argentina. Ma ora fortunatamente una nuova legge approvata quasi all’unanimità dovrebbe dare un forte impulso alle cure palliative nel paese.

La legge OD 65/2022 (leggibile qui in PDF) è caratterizzata dal rispetto della vita, dall’accompagnamento del malato e della sua famiglia, e dall’attenzione ai suoi bisogni sociali e spirituali, nel processo di fine vita.

La legge è stata approvata con 218 voti a favore e solo 1 contrario alla Camera dei Deputati. Il Senato la aveva precedentemente approvata all’unanimità nell’ottobre 2020.

Questa legge sulle cure palliative prevede, tra le altre misure, di:

- “Sviluppare una strategia di cura interdisciplinare centrata sulla persona che affronti i bisogni fisici, mentali, sociali e spirituali dei pazienti che soffrono di malattie potenzialmente letali e/o limitanti”;

- “Promuovere l’accesso alle terapie farmacologiche e non farmacologiche disponibili, basate su evidenze scientifiche e approvate nel Paese per le cure palliative”;

- “Promuovere la formazione professionale universitaria e post-universitaria, la formazione continua e la ricerca sulle cure palliative”;

- “Promuovere la formazione e l’educazione permanente sulle cure palliative a tutti i livelli assistenziali”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

08/07/2022
2909/2022
Ss. Michele, Gabriele e Raffaele arcangeli

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

L’INSOPPORTABILE PIAGNISTEO DEI PANCIAPIENA E I LORO SUBDOLI INTENTI

In questi giorni tutte le prime donne della nota lobby filomassonica si sono messe a piagnucolare per l’esito negativo della votazione al senato sul liberticida DDL Zan. Gli duole parecchio il fatto di non essere riusciti a schiaffarci nelle patrie galere, non riescono a farsene una ragione. Ma non demordono e si sono messi alacremente a cannoneggiare smascherando i loro subdoli intenti. Abbiamo vinto una battaglia ma non la guerra, occorre proseguire nella lotta.

Leggi tutto

Storie

Gli antidepressivi contro il covid?

Il Prozac contro il covid? Nuove scoperte direbbero di si…..Uno studio americano rivela che i pazienti in terapia con antidepressivi Ssri, la classe di farmaci di cui fa parte il prozac, sembrano avere una mortalità minore in caso di contagio

Leggi tutto

Storie

SUDAN - “Il Paese è al sicuro solo se ogni singolo cittadino lo è”

“Libertà, pace, giustizia e un Paese che accolga tutti e che guardi al cambiamento e alla costruzione di un nuovo Sudan in cui tutti siano uguali, come un popolo e una nazione” è lo slogan della rivoluzione popolare conclusa con il rovesciamento del settimo Capo di Stato, Omar al-Bashir, dopo tre decenni al potere, che il Vescovo della diocesi di El Obeid, Mons. Yunan Tombe Trille Kuku, ha evidenziato in occasione del suo messaggio di Natale e Capodanno 2022.

Leggi tutto

Politica

L’inequivocabile risposta

Mario Adinolfi commenta la “difficile” situazione in cui si trova Mario Draghi

Leggi tutto

Politica

Nicola Di Matteo risponde ai nostri lettori

Consuelo Nespoli intervista il coordinatore nazionale del PDF Nicola Di Matteo

Leggi tutto

Politica

TRA UN ANNO, IN PARLAMENTO

Mario Adinolfi: “Oggi il Popolo della Famiglia compie 6 anni. Coloro che erano presenti al Palazzetto delle Carte Geografiche all’assemblea costituente del partito erano trecento, siamo diventati trecentomila (219.654 certificati dal voto delle politiche 2018, quando non ci conosceva nessuno) puntiamo al milione”

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano