Storie

di Roberto Signori

USA - Coppia gay cita in giudizio la clinica

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Desideravano che il loro bambino fosse un bel maschietto, concepito con la fecondazione in vitro e l’utero in affitto, pagando profumatamente perché si verificasse, ma è nata una bimba: così una coppia di omosessuali ha citato in giudizio la clinica Hrc Fertility di Pasadena che aveva loro rifilato l’imperdonabile «sòla». E’ la triste storia di Albert e Anthony Saniger, ansiosi di costruirsi una famiglia arcobaleno ma rigidamente inflessibili sul sesso del nascituro, che doveva essere rigorosamente maschio. Invece, nel 2021 è nata una bella bimba, a dispetto dei piani dei due «padri». Lo riporta CbsNews.

Quindi la coppia, che in virtù del denaro sborsato al supermercato dei neonati — pardon, clinica di fecondazione — aveva indicato anche il sesso del nascituro, ha denunciato il dottor Bradford A. Kolb, specialista in fertilità, accusandolo di violazione del contratto, negligenza medica, negligenza e occultamento fraudolento e violazione della legge sulla concorrenza sleale. La causa è stata intentata venerdì presso la Corte Superiore di Los Angeles e con essa si chiede un risarcimento non specificato

Dal canto suo, Hrc ha rilasciato una dichiarazione facendo presente ai due che seppur femmina, la bimba risultava essere sana e comunque «una benedizione»: «La nostra missione è fornire assistenza di livello. Abbiamo aiutato migliaia di persone, inclusa la coppia coinvolta in questa causa. I due desideravano idealmente un bambino, ma sono stati benedetti dalla nascita di una bimba sana. […] Ogni bambino ha un valore e un potenziale illimitato, indipendentemente dal sesso», sottolineano. «Ci auguriamo che i Saniger amino e riconoscano il valore di avere un bambino sano mentre così tante persone in tutto il Paese stanno lottando contro problemi di natura riproduttiva».

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

14/07/2022
0310/2022
S. Maria Giuseppa Rossello

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

No della Cassazione ai matrimoni gay

Sentenza fondamentale che dice con nettezza: “La Costituzione e l’Europa non impongono al legislatore norme sul matrimonio omosex”

Leggi tutto

Storie

La storia di Joan bimbo da tutelare

Era stato brandito come la “mascotte” dell’Umbria Pride, il bambino a cui Chiara e Laura hanno deliberatamente negato la possibilità di avere una vita normale a contatto con l’uomo da cui discende, e in più gli hanno scientemente parcellizzato la figura materna, poiché una ha dato l’utero, l’altra l’ovulo con cui il bambino è stato fabbricato. Ora la trascrizione dell’atto di nascita.

Leggi tutto

Chiesa

Usa: record di atti vandalici contro siti cattolici

Comitato episcopale nazionale per la libertà religiosa: tra maggio 2020 ed ottobre 2021, si sono verificati 100 episodi di vandalismo contro luoghi cattolici in tutti gli USA

Leggi tutto

Politica

Putin e Biden venti di guerra

I difficili rapporti tra Putin e Biden

Leggi tutto

Politica

Ucraina: la guerra e le madri surrogate

In Ucraina cadono bombe vicino ai bunker in cui vengono stipati i figli dell’utero in affitto.

Leggi tutto

Politica

USA - Primo via libera del Senato alla stretta sulle armi

Con 64 voti favorevoli e 34 contrari, primo via libera dal Senato Usa alla proposta di legge bipartisan per una stretta sulle armi, dopo le stragi di Uvalde e Buffalo

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano