Storie

di Giuseppe Udinov

BANGLADESH - Appello dei leader religiosi

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Oltre 100 leader delle comunità religiose in minoranze in Bangladesh, paese al larga maggioranza musulmana, manifestano ed esprimono disappunto per le violenze contro i loro luoghi di culto e i membri delle loro comunità. Il “Bangladesh Hindu, Buddhist, Christian Unity Council”, organismo interconfessionale, ha riunito nei giorni scorsi presso il National Sahidminar (Monumento del martire) a Dhaka, leader religiosi e fedeli per chiedere al governo giustizia e sicurezza per le minoranze religiose nella nazione.

Il Consiglio ricorda che il 15 luglio scorso un gruppo di musulmani radicali, dopo la presunta offesa all’islam rintracciata sul social network Facebook, ha attaccato e incendiato case, negozi e templi indù a Narail. In passato altre violenze hanno avuto luogo, mentre “gli islamisti radicali usano falsa propaganda per compiere violenza sulle minoranze religiose”, si rileva.

In un altro episodio, il 5 luglio scorso, il Pastore protestante Timothy Baroi stava parlando di Gesù Cristo con un commerciante musulmano di nome Muhammad Morshard a Gopalganj. In quel momento due imam della vicina moschea, che passavano, hanno radunato un gruppo di persone e hanno iniziato a insultare, minacciare e percuotere il Pastore Baroi, intimandogli di non parlare di Gesù Cristo con un musulmano.
A giugno, Utpal Kumar Biswas, un insegnante indù che lavora alla Haji Yunus Ali School and College di Ashulia, nei pressi di Dhaka, è stato malmenato ed è deceduto a causa delle percosse subite.

Tale serie di incidenti, insieme ad altri casi di minore entità, ha generato la protesta e l’appello pubblico delle minoranze religiose che chiedono giustizia. Il cattolico Nirmol Rozario, presidente del “Bangladesh Hindu, Buddhist, Christian Unity Council”, afferma a Fides: “Recentemente si sono verificati dozzine di episodi di violenza contro le minoranze religiose, che condanniamo. Le forze dell’ordine non hanno vigilato a sufficienza, mentre è compito dello stato garantire la giustizia alle minoranze”.

Rozario ricorda che il governo si è impegnato a promulgare leggi per contrastare la discriminazione, e a istituire una apposita Commissione governativa per monitorare il rispetto dei diritti delle minoranze. “Il nostro Primo Ministro Sheikh Hasina sta completando altri progetti ma non ha ancora realizzato questi impegni”

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

28/07/2022
0502/2023
Sant'Agata

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Natale: foto di famiglia con le armi

Nuova polemica in Usa dopo che Thomas Massie, un deputato repubblicano che rappresenta il Kentucky alla Camera Usa, ha postato su Twitter una foto con sei suoi familiari sorridenti che imbracciano vari tipi di armi d’assalto davanti ad un albero di Natale ornato da ghirlande.

Leggi tutto

Storie

Honduras - Sacerdote ucciso a colpi d’arma da fuoco

Ancora una volta il sangue dei martiri bagna la nostra terra”: queste le commosse parole di Monsignor Ángel Garachana Pérez, Vescovo di San Pedro Sula, che in un videomessaggio ha annunciato il ritrovamento del sacerdote della sua diocesi.

Leggi tutto

Chiesa

Papa: il mondo ha bisogno di pace

Videomessaggio di Francesco al Consiglio nazionale cattolico per il ministero ispano degli Stati Uniti, riunito in congresso.

Leggi tutto

Storie

La libertà dei figli di Dio

Spesso l’ambiente che ci circonda giudica e spara sentenze senza conoscere la realtà. Ci si fa un’idea senza sapere e si etichettano le persone. Cadere nel moralismo e nel paternalistico è un attimo. Fortunatamente ci sono persone che ci parlano con delicatezza ed amore fraterno; il Signore le mette sulla nostra strada per aiutarci ma senza obbligarci o costringerci… Sono una specie di angeli custodi aggiunti. Inoltre possiamo sperimentare la libertà dei figli di Dio che ci permette di non avere paure di niente e nessuno, a patto, però, di rimanere in Cristo. In Lui siamo protetti dalla Sua Corazza indistruttibile. Nulla può ferirci ed ucciderci.

Leggi tutto

Chiesa

Bahrein - Papa: la vera sfida è amare il nemico

Alla Messa celebrata nel Bahrain National Stadium Francesco parla del “potere di Gesù”: l’amore verso tutti, anche gli avversari, spezza la catena del male e costruisce un mondo di fratelli

Leggi tutto

Storie

La vita dei consacrati in America

La Vita Consacrata negli ultimi anni ha percorso cammini di “approfondimento, purificazione, comunione e missione” sottolinea il testo. “Il processo sinodale ci unisce nell’ascolto, nella comunione, nella partecipazione e nella missione, per arricchire la Chiesa con le nostre virtù e carismi, e per dare al mondo la nostra testimonianza gioiosa di donazione totale al Signore”.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano