Storie

di Giuseppe Udinov

Arriva la tregua in Guinea Conakry

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Una coalizione di opposizione della Guinea Conakry ha dichiarato che sospenderà le proteste per una settimana dopo recenti scontri e un appello alla calma da parte della Comunità economica degli Stati dell’Africa occidentale (Ecowas). Il Fronte nazionale per la difesa della Costituzione (Fndc), un’alleanza di partiti politici, sindacati e organizzazioni della società civile, ha affermato che il suo coordinatore, Oumar Sylla, è stato arrestato nella propria abitazione e portato verso una destinazione sconosciuta. Le autorità hanno detto che una persona è morta a Conakry, ma il Fndc ha stimato un totale di quattro vittime. Giovedì scorso un’altra persona sembra sia rimasta uccisa nella capitale. Nuove proteste erano state programmate per il 4 agosto.

L’alleanza ha affermato di aver parlato con il presidente di Ecowas, il leader della Guinea-Bissau, Umaro Sissoco Embalò, e ha accettato la sua richiesta di sospendere le proteste per una settimana. L’unico obiettivo della tregua è “dare alla mediazione di Ecowas la possibilità di trovare una via d’uscita favorevole alla crisi in Guinea”, si legge nel comunicato. I manifestanti hanno infatti protestato contro i piani della giunta militare guineana, che prevede tre anni di transizione per tornare al governo civile.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

01/08/2022
0702/2023
San Riccardo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

Yemen a rischio carestia

Yemen: scaduta la tregua, a rischio carestia 7,5 milioni di persone

Leggi tutto

Società

Zero morti sulle strade UE entro il 2050

In una risoluzione approvata mercoledì scorso - con 615 voti favorevoli, 24 contrari e 48 astensioni – gli eurodeputati ricordano che ogni anno circa 22.700 persone perdono la vita sulle strade dell’UE e circa 120.000 rimangono gravemente ferite. I progressi compiuti per ridurre il tasso di mortalità stradale si sono arrestati e, di conseguenza, l’obiettivo di dimezzare il numero delle vittime della strada tra il 2010 e il 2020 non è stato raggiunto (il numero di morti sulle strade è sceso del 36%).

Leggi tutto

Politica

L’Europa corre ai ripari per le vittime della strada

Secondo i dati definitivi sul numero di vittime della strada per il 2021, pubblicati questa settimana dalla Commissione europea, lo scorso anno sulle strade dell’UE hanno perso la vita 19.900 persone.

Leggi tutto

Società

DAGLI SQUALI DA PISCINA AI MEGALODONTI DEGLI OCEANI IL PASSO E’ BREVE

La moderazione è scomparsa da tempo, vige un estremismo preoccupante del muro contro muro, lo stiamo sperimentando in questi tempi difficili. Qualsiasi tipo di guerra o guerriglia va bandita. Il Papa bergamasco Giovanni XXIII diceva giustamente che a lui la guerra non piaceva ne quando è calda, ne quando è fredda. E in questo momento vedo cuori troppo gelidi, astiosi con parole e fatti contro il prossimo, pronto a pugnalarlo alle spalle quando non può difendersi. Chi parla male del fratello è omicida quasi come chi usa un kalashnikov, degli assenti o parli bene o taci, per dirla alla Sant’Agostino

Leggi tutto

Storie

CIAD - I vescovi contro le violenze ingiustificate

Esprimiamo il nostro rammarico e la nostra indignazione” per le “violenze ingiustificate” contro manifestanti pacifici, afferma la Conferenza episcopale del Ciad, all’indomani della violenta repressione delle manifestazioni del 20 ottobre. Centinaia di manifestanti si erano radunati all’appello dell’opposizione per protestare contro la proroga di due anni della “transizione” del capo della giunta militare, Mohamed Idriss Déby. Almeno 50 persone sono morte, uccise dalle forze dell’ordine.

Leggi tutto

Chiesa

Vescovi italiani: le morti sul lavoro sono inaccettabili

In un messaggio per la prossima festa dei lavoratori, la Cei parla del dramma delle morti bianche e dell’importanza di promuovere una cultura della cura

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano