Media

di Giuseppe Udinov

Guatemala: attacco alla libertà di stampa

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

La preoccupazione dei Vescovi del Guatemala per l’attacco alla libertà di stampa nel paese, è stata espresso in un comunicato della Conferenza episcopale del Guatemala, firmato dal Presidente e dal Segretario generale, che si riferisce all’arresto di Rubén Zamora, direttore del quotidiano “El Periódico”. “Nonostante le ragioni addotte dal rappresentante dell’Ufficio del procuratore speciale contro l’impunità (FECI)” scrivono i Vescovi, si finisce “per attaccare di fatto la libertà di stampa nel paese e si genera un clima di ansia e di paura nei mezzi di comunicazione sociale”.

Il giornalista Rubén Zamora, fondatore e direttore del quotidiano “El Periódico”, critico nei confronti del governo del Guatemala, è stato arrestato nel pomeriggio del 29 luglio nella sua residenza, che è stata perquisita come la sede del giornale. I conti bancari sono stati bloccati e Zamora è accusato di riciclaggio. Secondo l’accusa, Zamora viene giudicato come uomo d’affari e non come giornalista.

I Vescovi rilevano che “il ruolo guida della Fondazione contro il terrorismo, in questo come in molti precedenti casi di persecuzione degli operatori della giustizia, conferisce a questa fondazione un ruolo egemonico nei processi di amministrazione della giustizia”. Tale ruolo mette gli organi della giustizia in una situazione di precarietà e addirittura di sottomissione, invece dell’indipendenza e dell’imparzialità necessarie. Molti cittadini e professionisti del Diritto ritengono che le autoproclamate argomentazioni della giustizia e della supremazia della legge “siano motivate più da uno spirito di vendetta che come atti imparziali di amministrazione della giustizia”.
Azioni come quelle che si sono verificate il pomeriggio del 29 luglio seminano dubbi su uno stato di diritto effettivo nel paese, osservano i Vescovi, che ribadiscono: “Lottare per il bene comune, rispettare la democrazia e difendere lo Stato di diritto, costituiscono priorità per lo Stato del Guatemala nei suoi distinti organismi: giudiziario, legislativo ed esecutivo. Quando in passato questi criteri si sono persi nella nostra storia, siamo entrati nei tempi funesti delle dittature”.

Il comunicato della Conferenza Episcopale del Guatemala si conclude affermando che “la libertà di espressione e la libertà di stampa costituiscono i principi fondamentali di un sistema democratico”, e auspicando che nel caso del giornalista Zamora si seguano i criteri della legge, “in modo tale che la legge inizi a godere della credibilità che purtroppo ha perso in non poche occasioni”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

04/08/2022
1208/2022
Ss Macario e Giuliano

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Renzi, il ddl Cirinnà, la responsabilità della Chiesa italiana

Arrivano messaggi in codice alla Cei, noi proviamo a decrittarli per voi, dopo la sentenza della Corte Suprema americana

Leggi tutto

Chiesa

Honduras: “Non c’è Natale senza Cristo”

L’episcopato dell’Honduras augura ai cattolici e a tutti gli uomini di buona volontà un Natale di pace e speranza, invitandoli ad essere solidali con chi soffre.

Leggi tutto

Chiesa

Appello dei Vescovi: Il Perù necessita di stabilità

Il 6 giugno 2021 Pedro Castillo, leader di estrema sinistra, ha vinto il ballottaggio per la Presidenza della Repubblica superando di pochi voti la sua avversaria Keiko Fujimori, candidata della destra tradizionale, figlia dell’ex Presidente e dittatore del Perù. La spaccatura ha portato all’instabilità e all’ingovernabilità del paese, con accuse di incapacità al Presidente Castillo, che ha cambiato quattro volte i membri del suo gabinetto. In questo periodo i Vescovi hanno più volte sottolineato la necessità di superare la situazione di crisi che investe il paese in diversi campi, invitando a unirsi per il bene comune

Leggi tutto

Politica

Sinistra europea impedisce il dibattito sui cristiani perseguitati

La sinistra europea ha bocciato (244 a 231) la richiesta avanzata da un eurodeputato francese del gruppo Id, sostenuta da Ecr e Ppe, di inserire all’ordine del giorno della plenaria in corso a Bruxelles un dibattito sulla persecuzione dei cristiani nel mondo, a seguito del barbaro omicidio della studentessa nigeriana Deborah Samuel”

Leggi tutto

Chiesa

America Latina - Religiosi preoccupati “per il deterioramento della democrazia”

La Confederazione dei Religiosi dell’America Latina e dei Caraibi (CLAR) vede “con profonda preoccupazione il deterioramento della democrazia, il tessuto sociale e la crescente instabilità politica di molti dei nostri Paesi fratelli, dove le libertà fondamentali sono compromesse”.

Leggi tutto

Chiesa

Centrafrica -  Allarme dei vescovi: “la crisi alimentare è alle porte”

La crisi alimentare minaccia la Repubblica Centrafricana, afferma la locale Conferenza Episcopale nel messaggio pubblicato al termine dell’Assemblea Plenaria.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano