Storie

di Roberto Signori

Yemen tragedia senza fine

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

La situazione nello Yemen è gravissima, la tregua, che sembra continuare, dopo i primi 4 mesi scaduti ieri, è condizione essenziale per riuscire a intervenire e alleviare le sofferenze dovute a condizioni di vita sempre più drammatiche. Oxfam, per voce del suo policy advisor per la sicurezza alimentare, Francesco Petrelli, denuncia come nel Paese “le scorte di cibo rischiano di esaurirsi nel giro di pochi mesi, a causa dell’aumento fuori controllo dei prezzi dei beni alimentari e del costo delle importazioni che coprono il 90% del fabbisogno del Paese.”

Sono 7 milioni e mezzo le persone a rischio carestia, due milioni quelle a rischio malnutrizione grave. In totale però in 19 milioni, su 30 milioni complessivi di abitanti, in cui vanno inclusi 6/7 milioni di rifugiati interni, stanno già rimanendo senza cibo. In questo contesto, per mancanza di risorse, il World Food Program, ha tagliato gli aiuti alimentari a 5 milioni di persone, che adesso devono sopravvivere con metà del cibo necessario a soddisfare il fabbisogno giornaliero minino di calorie, mentre altri 8 milioni andranno avanti con appena un quarto.

Da marzo, i prezzi di alimenti di base come grano, farina, olio da cucina, uova e zucchero sono saliti in media del 30%, Dei 4 miliardi e 200 milioni di dollari promessi per far fronte a questa situazione di emergenza, per ora ne sono stati erogati solo il 20%. Quindi, c’è bisogno di un intervento rapido efficace che sia sostenuto e realizzato prima di tutto dalle agenzie delle Nazioni Unite, come Wfp e Fao.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

04/08/2022
0602/2023
Ss. Paolo Miki e compagni

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Oltre 12 miliardi di euro di cibo ‘perso’ all’anno

In occasione della Giornata contro lo spreco alimentare (5 febbraio), ENEA pubblica 10 buone pratiche per evitare che ogni anno vengano “buttate” in Italia oltre 5 milioni di tonnellate di cibo per un valore di 12,6 miliardi di euro (85 chili pro capite, 15,4 % dei consumi alimentari totali).

Leggi tutto

Storie

Rinnovata la tregua in Yemen

Stabilito il prolungamento di altri due mesi del cessate-il-fuoco sottoscritto dal governo e dai ribelli Houthi

Leggi tutto

Politica

Neville è morto di freddo, a Ostia.  Una di molte tragedie annunciate

Una morte annunciata: chiusa la Caritas, solo 15 posti Emergenza Freddo. Lo sfogo del responsabile Caritas di Ostia e la reazione di Laboratorio Civico X lista civica guidata da “don” Franco de Donno.

Leggi tutto

Storie

Ucraina: si cerca rifugio nei conventi

I Redentoristi di tutto il mondo stanno rispondendo con generosità alle richieste di aiuto che arrivano da migliaia di persone, soprattutto donne e bambini, in fuga dall’Ucraina

Leggi tutto

Storie

La storia di Cinzia Sacchetti

Una storia di rinascita professionale, di reinventarsi positivamente con quel che si ha. Potrebbe essere uno stimolo per tanti giovani che in questi due anni hanno perso il lavoro e sono scoraggiati e delusi. Ed è anche la presa di coscienza che in ogni ambito sono necessarie umanità e spiritualità, che anzi sono elementi imprescindibili l’uno dall’altra. Perché se sei in ricerca (spirituale), il lato umano si risveglia e con esso la consapevolezza dell’altro. Nonostante tutto, sta avvenendo una rinascita spirituale in questo mondo impazzito e vale la pena raccontarla.

Leggi tutto

Storie

Kenya: minori offrono sesso in cambio di cibo e assorbenti

Adolescenti costrette ad offrire sesso in cambio di cibo, passaggi in motocicletta per andare a scuola o per acquistare assorbenti igienici. In Kenya la situazione di povertà resa ancor più dura dalla perdurante siccità nelle regioni semiaride del nord, espone le minorenni all’umiliazione e al pericolo di malattie e gravidanze precoci

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano