Società

di la redazione

Adinolfi “Truffati sono infinità”

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Mario Adinolfi è stato ospite stamane del programma di Canale 5, Morning News, e nell’occasione ha commentato la notizia della truffatrice di Vimercate, in provincia di Monza, che usava un sonnifero per stordire le proprie vittime e quindi derubarle: “Come si fa a non riconoscere una truffa? La solitudine è una misura pesante per molte persone – commenta il politico e attivista per la famiglia – e il tentativo di avere un conforto è un bisogno spasmodico. C’è chi se ne approfitta non solo in età anziana, ci sono anche molti ragazzi, gli anziani certo sono i più esposti e devono stare più attenti, è difficile che una “mantide” si innamori di un 85enne. I giovani devono capire dove è il bene e il male, ma è uno strumento ormai perso, ci sentiamo più soli, isolati, è figlio anche del covid, abbiamo bisogno della carezza e quando arriva rischiamo di essere fragili ed esposti”.

E ancora: “C’è questo elemento della vanità, ma è una formula della propria debolezza, solitudine, la necessità di un rapporto affettuoso”. Adinolfi, in merito alla truffatrice del sonnifero, ha ricordato come in ogni caso sia necessario stare attenti a quando si beve nei locali e nelle discoteche: “Tutti questi casi avvengono con sostanze sciolte in una bibita, che è anche la modalità della droga dello stupro, la MDMA che circola molto nei locali e nelle disco, attenzione massima quando si beve in generale, non solo per gli anziani: nelle sostanze liquide possono essere introdotte delle droghe”. Simona Branchini, conduttrice di Morning News, ha quindi chiesto come sia possibile che anche persone avvedute e dello spettacolo finiscano vittime di queste truffe: “Attenti all’idea che la persona dello spettacolo sia un superman – spiega Adinolfi – anche una persona di sport è finita in queste truffe (il pallavolista Cazzaniga ndr). Le fragilità e la tendenza a credere alla menzogna le abbiamo dalla notte dei tempi, dobbiamo essere capaci di discernimento, capire ciò che è buono e malvagio”. Quindi Adinolfi ha concluso: “Le persone truffate sono un’infinità, ma a volte non le denunciano per vergogna, e lo sappiamo perchè qualcuno ha almeno un’amica o un amico truffato in questa maniera”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

05/08/2022
1208/2022
Ss Macario e Giuliano

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Ringraziamenti, risposte, preghiere

In molti hanno commentato la nascita del Popolo della Famiglia, soggetto politico in vista delle amministrative: qui alcune osservazioni in replica

Leggi tutto

Società

Il nome di Tobagi sopravvive alle BR

Quando venne assassinato il 28 maggio 1980 il giornalista cattolico Walter Tobagi aveva appenarivisto le bozze di quello che sarà il suo ultimo libro, pubblicato poi postumo. La citazione tratta da questa sua opera, con la quale apriamo l’articolo, ci pare davvero “profetica” per quegli anni dipiombo nei quali le Brigate rosse erano definite sui media che (dicono gli stessi) contano.

Leggi tutto

Politica

Mario Adinolfi, il cavaliere nero

Su Reteluna è uscita una lunga intervista, per chi è proprio molto curioso di alcuni dettagli sulla vita vita presente e passata di Mario Adinolfi: “Ho imparato che conta solo ciò che dura. Quanto alla visibilità, non l’ho mai cercata: mica ci guadagni nulla se finisci cento volte su Dagospia”.

Leggi tutto

Politica

Cosa serve all’Italia

La ferita inferta dall’astensionismo ormai maggioritario come atteggiamento nel Paese, confermato da dati strazianti sulla bassissima partecipazione popolare alla scelta degli amministratori di tutte le grandi città italiane, è un elemento che è stato rapidamente accantonato nel dibattito politico. Cos’è stato ad allontanare così drasticamente e, sembra, irrimediabilmente i cittadini anche dal mero esercizio del diritto di voto? Che vento spira, da rendere il Paese così cupo? Cosa serve ora all’Italia?

Leggi tutto

Politica

PDF: Degna sepoltura ai bimbi abortiti

«Come spiega Papa Francesco l’aborto è un omicidio, è come assoldare un sicario. Per noi del Popolo della Famiglia, che da sempre seguiamo la dottrina della Chiesa, è evidente che ai feti, che poi non sono altro che bambini non nati, vittime di quel sicario medicale che li elimina dalla faccia della terra, è necessario dare degna sepoltura

Leggi tutto

Politica

L’inequivocabile risposta

Mario Adinolfi commenta la “difficile” situazione in cui si trova Mario Draghi

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano