Società

di Giuseppe Udinov

KENYA - Appello dei vescovi al voto

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

“Giovani questo è il vostro futuro! Andate a votare” esorta Sua Ecc. Mons. Antony Muheria, Arcivescovo di Nyeri, in uno dei video pubblicati dalla Conferenza Episcopale del Kenya (Kenya Conference of Catholic Bishops, KCCB) in vista delle elezioni presidenziali e parlamentari del 9 agosto.

Una vigilia elettorale caratterizzata da una certa apatia soprattutto da parte dei giovani, disillusi dalle promesse fatte nelle precedenti campagne elettorali. Permane però la preoccupazione di violenze post elettorali come accaduto in passato. Nelle violenze post-elettorali del 2007-08 sono morte più di 1.100 persone principalmente negli scontri tra Kikuyu e Kalenjin.

Una preoccupazione fatta propria da Mons. Muheria che nel suo videomessaggio raccomanda i giovani a “preservare la pace” perché “la pace è un dono di Dio”. Per questo l’Arcivescovo di Nyeri avverte di non cadere vittima di “macchinazioni politiche” e ai richiami del tribalismo e dell’incitamento all’odio. “Non siate strumento delle violenze. Troppe volte i giovani sono stati strumentalizzati per incitare la violenza. Dunque rigettate ogni forma di corruzione o di manipolazione alla violenza” dice Mons. Muheria.

“Una volta votato non rimanete nei pressi delle urne, ma tornate a casa. Non siate fonte di agitazione e di inquietudine. Tornate a casa e aspettate i risultati. Andate a case e pregate per il buon esito del voto” suggerisce Mons. Muheria.

Nello scegliere chi votare dice Mons. Muheria “non guardate all’appartenenza tribale”. “Infine- dice l’Arcivescovo di Nyeri- Le elezioni non sono una questione di vita o di morte ma riguardano la costruzione giorno per giorno della nostra nazione. Con il nostro voto daremo ai vincitori una possibilità di guidare il Paese per un certo periodo di tempo. Chi perde le elezioni avrà un’altra possibilità di guidare il Paese alle prossime votazioni”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

05/08/2022
2711/2022
San Virgilio

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Renzi fa campagna per il SÌ ed il centro-destra è allo sbando

Che significa identità? Di quale identità stiamo parlando? Mi sembra che Galli della Loggia colga nel segno quando scrive: “In realtà, se oggi la Destra italiana si ritrova priva di una sua specifica immagine, priva di riconoscibilità, è anche perché essa sconta un vuoto storico della propria identità: vale a dire l’assenza di una vera, effettiva, cultura conservatrice

Leggi tutto

Politica

Le polemiche inutili

Chi ha spacciato dati diversi non ha calcolato i voti ottenuti da tutte le 19 liste, ha compiuto errori banali come conteggiare le percentuali sui votanti e non sui voti validi, ha voluto deliberatamente chiudere gli occhi su dati che hanno del miracoloso, preferendo sviluppare le odiose polemiche inutili di soggetti che possono sfogarsi solo su Facebook o sui blog. Chi ha osato criticare il fatto che calcolassimo la percentuale solo considerando i comuni in cui ci siamo presentati, poi, ha toccato vette in cui la polemica inutile sconfina nel delirio da rabbia incipiente.
E veniamo alla questione politica. Perché siamo noi il quarto polo? Semplice: perché noi ci siamo. Sa dirmi l’augusto collega dell’Espresso quanti voti in una città chiave come Verona ha preso Alternativa Popolare di Alfano e Lupi o Energie per l’Italia di Stefano Parisi? Mi dice ad Avola o a Conegliano quanti consensi ha raccolto Idea di Quagliariello e Roccella? Siamo il quarto polo per assenza di competitori. Siamo tanti, prendiamo molti voti e pazientemente sopportiamo le polemiche inutili. Meno riusciamo a sopportare la fabbrica di veleni di cui è sempre capace l’Espresso, che quando il Circo Massimo lo riempiamo noi scrive che la capienza è trentamila, quando lo riempie Sergio Cofferati sono tre milioni.

Leggi tutto

Politica

La questione politica dirimente

Non c’è giustificazione o missione che tenga quando in parlamento si legifera di vita o di morte. Come hanno dimostrato i grillini tutti compatti e precettati (88 su 88), i bersaniani tutti compatti e precettati (40 su 40), i vendoliani tutti compatti e precettati (17 su 17) e i democratici tutti compatti e precettati (283 su 283). Sui principi non negoziabili purtroppo, sinistra e grillini hanno dimostrato di essere molto più seri di quella strana “Arca di Noè” che è il centrodestra.

Leggi tutto

Società

Il capitalismo della seduzione

Il vecchio sistema socioeconomico è stato da tempo superato da quello che il filosofo (marxista) Michel Clouscard ha definito il «capitalismo della seduzione». Lo scrittore Rodolfo Quadrelli lo ha descritto con efficacia: «Mentre il capitalismo primitivo, fondato sull’ascesi razionalizzata dei vizi spirituali, non poteva permettere lo scatenamento degli istinti sessuali, il nuovo capitalismo, largamente spersonalizzato, può permetterlo; o addirittura, nella sua più recente versione, può raccomandarlo, inteso com’è a liberarsi dalla famiglia e dal risparmio, entrambi potenti remore ai consumi»

Leggi tutto

Media

Giulia Bovassi e la bioetica

“Bioetica è una disciplina per certi versi ancora sconosciuta nel nostro territorio nazionale. Alcuni addirittura ritengono che il suo oggetto sia evanescente o,al contrario, di nicchia e non spendibile al di fuori delle mura accademiche. A mio avviso una visione di questo genere è lacunosa e forzatamente riduttiva rispetto al suo potenziale: il carattere interdisciplinare le conferisce complessità, senza dubbio, ma anche versatilità, rendendola un potenziale spendibile su larga scala, dall’ospedale cittadino agli organi internazionali di politica e cultura”

Leggi tutto

Chiesa

Un drammatico bisogno del salto di qualità

Il pensiero unico sta manipolando, svuotando di tutto, tante persone. È necessario individuare i media liberi, farli conoscere, è necessaria l’accoglienza reciproca al di là delle diversità.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano