Storie

di Roberto Signori

EGITTO - I cristiani copti si preparano al “Digiuno della Vergine Maria”

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

I copti ortodossi in tutto il mondo si preparano a vivere il tempo di penitenza conosciuto come «digiuno della Santa Vergine Maria», pregando con particolari intenzioni per il Patriarca Tawadros II. Il tempo di preghiera e digiuno dura 15 giorni, inizia il 7 agosto e si conclude il 22 agosto, data in cui la Chiesa copta ortodossa celebra la solennità dell’Assunzione della Beata Vergine Maria. Nell’ultimo sermone tenuto al Cairo durante la tradizionale catechesi settimanale del mercoledì, il Patriarca copto ortodosso Tawadros II ha suggerito a tutti di approfittare del tempo di digiuno e preghiera agostano per affidarsi alla materna intercessione della Vergine Maria, da lui definita «tesoro di ogni virtù».

Nella tradizione copta, il digiuno consiste nell’escludere vino (e alcolici), olio e proteine animali (carne, pesce, uova, burro, latticini) e nel consumare solo pane, pasta, riso, olive, ortaggi e verdure (cotte o crude), frutta fresca o secca. I cristiani copti possono potenzialmente osservare tempi di digiuno più estesi rispetto a quanto avviene presso altre comunità cristiane. In un anno, i giorni in cui è prescritto o consigliato il digiuno sono 210. Inoltre, nei periodi di digiuno nessun cibo dovrebbe essere assunto dall’alba al tramonto. Queste strette regole di digiuno vengono solitamente moderate nella prassi pastorale ordinaria. Il tempo di digiuno osservato con più intensità dai cristiani copti e il “Grande Digiuno” quaresimale che precede la Pasqua. Altri tempi di digiuno, oltre al digiuno della Beata Vergine Maria, sono quelli osservati in Avvento e nel cosiddetto “digiuno di Ninive”, che precede di 3 settimane il digiuno quaresimale e si rifà al digiuno chiesto dal Profeta Giona agli abitanti di quella città corrotta.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

05/08/2022
2711/2022
San Virgilio

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Mediterraneo frontiera di pace

Nei giorni del Convegno, Patriarchi e Vescovi cattolici delle Chiese presenti nei Paesi che si affacciano sul Mare Mediterraneo parteciperanno anche a incontri sui Testimoni della fede legati alla storia del cattolicesimo fiorentino del Novecento, come Giorgio La Pira, il Cardinale Elia Dalla Costa, don Lorenzo Milani e don Divo Barsotti.

Leggi tutto

Chiesa

Vaticano - Nominato il nuovo Superiore generale dei Camilliani

“Sono cosciente delle difficoltà e delle sfide che abbiamo ma sono anche cosciente delle nostre opportunità”. Si è rivolto con queste parole alla Consulta dei Ministri degli Infermi, MI, riuniti in occasione del LIX Capitolo generale padre Pedro Tramontin, eletto 61° Superiore generale dell’Ordine.

Leggi tutto

Storie

Il Beato Acutis esposto in modo permanente ad Assisi

Il vescovo della cittadina umbra, monsignor Domenico Sorrentino, ha affermato che il giovane millennial e San Francesco sono vie per incontrare Gesù

Leggi tutto

Storie

Nigeria - Nuovo attacco in una chiesa cattolica

Un commando terroristico ha aperto il fuoco durante la celebrazione della Messa

Leggi tutto

Storie

India - Corte di Delhi respinge aborto alla 23esima settimana

Nel rispondere a un’istanza su un caso di una donna non sposata i giudici hanno osservato che “equivarrebbe a uccidere il feto” e hanno suggerito un percorso che permetta alla donna di partorire in anonimato dando il bambino in adozione.

Leggi tutto

Storie

Filippine - Vescovi in aiuto dei bisognosi

“La speranza e il sogno di ogni vittima di abusi e violenze è essere protetta, curata, guarita e avere giustizia. La missione e l’impegno di ogni cristiano è fare in modo che questo accada. Con la fede e le opere, dobbiamo far sì che la bontà e la verità vincano il male e le vittime di tratta e abusi vincano la morte spirituale e risorgano a nuova vita spirituale ed emotiva”:

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano