Chiesa

di Tommaso Ciccotti

“Che cosa cerco?”

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

“Che cosa cerco?. Se uno si fa questa domanda, è giovane, anche se ha ottant’anni. E se non se la fa, è vecchio, anche se ne ha venti. Siete d’accordo?”

È la domanda essenziale che Gesù ha insegnato a porsi, dice Francesco rivolgendosi a circa trecento giovani che in questi giorni hanno partecipato al “Campo Alpha” in Molise, nella località di Macchia d’Isernia, e che hanno voluto suggellare alla presenza del Papa questa esperienza di condivisione, fraternità e spiritualità. Creazione, corpo, amore, gioia: le parole chiave attorno alle quali si sono confrontati in questa prima settimana d’agosto, in una delle diocesi più piccole d’Italia, ragazzi e ragazze di varie nazionalità. Il clima - come ha riferito nell’indirizzo di saluto monsignor Camillo Cibotti - è stato di festa, animazioni laboratoriali, primo annuncio, ascoltando testimonianze di educatori, sacerdoti, coppie impegnate nella guida di percorsi di crescita umana e cristiana, psicologi, blogger.

Giovani percepiti oggi come un vero “regalo” dal Santo Padre che ha sottolineato quanto sia importante l’accompagnamento. “Accompagnare è una parola-chiave per la Chiesa!”, ha ripetuto, citando nel suo discorso l’Esortazione apostolica post-sinodale Christus vivit, ricordato l’incontro con i giovani che ha concluso il suo pellegrinaggio in Canada, riportato l’esempio della vita del beato Carlo Acutis.

Il Papa ricorda che, pur essendo questi giovani nati in un contesto secolarizzato, tuttavia possono respirare la dimensione del sacro poiché “nel cuore umano non viene mai meno la sete di infinito”. Anche dentro di voi, cresciuti con l’informatica, emergono le grandi domande di ogni tempo: da dove veniamo? Che cosa c’è all’origine di tutto? Che senso ha la mia esistenza? E poi, perché c’è tanta sofferenza? Perché colpisce anche i piccoli e gli indifesi?... Dio ama molto le domande; in un certo senso, le ama più delle risposte. E’ chiaro, perché le risposte sono chiuse, le domande sono aperte. Chi vive solo di risposte è una persona che è abituata a chiudere, chiudere, chiudere. Infatti Gesù, ai primi due che lo seguirono un giorno, sulle rive del fiume Giordano, si rivolse con queste parole: «Che cosa cercate?» (Gv 1,38). Prima di dare risposte, Gesù insegna a farsi una domanda essenziale: “Che cosa cerco?”.

A Francesco vengono alla mente le immagini del Viaggio appena compiuto in Canada dove, in un contesto “molto moderno”, vivono popolazioni indigene custodi di valori e tradizioni ancestrali.

Adesso, guardando voi, pensavo ai giovani di quei popoli indigeni. Così diversi da voi, eppure così simili, anzi direi di più: così uguali. Uguali nel senso dell’umanità, di ciò che qualifica il nostro essere umani, cioè la relazione con Dio, con gli altri, con il creato e con sé stessi nella libertà, nella gratuità, nel dono di sé. Questa relazione esprime una “incompiutezza”, un desiderio di pienezza, pienezza di vita, di gioia, di significato. Ecco, Gesù Cristo è questa pienezza. Noi siamo tutti incompiuti, noi siamo tutti per strada, in cammino. Bisogna avere questa coscienza.

Il Pontefice cita un passaggio iniziale della Christus vivit, in particolare laddove si sottolinea la forza del Risorto capace di rialzare da ogni caduta: “Quando ti senti vecchio per la tristezza, i rancori, le paure, i dubbi o i fallimenti, Lui sarà lì per ridarti la forza e la speranza” [...]. Parole valide per i primi discepoli, per il Successore di Pietro, per giovani di qualunque epoca. Basta essere uniti a Gesù, principio e fine, che salva dalla “voragine della morte e del negativo” e rende possibile “l’attrazione di Dio, della vita, dell’amore”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

06/08/2022
0708/2022
San Gaetano da Thiene

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

Sandokan era un vescovo italo-spagnolo

Sandokan il pirata creato da Emilio Salgari era un vescovo!  Infatti le memorie di Carlos Cuarteroni, di Cadice, ispirarono a Emilio Salgari le avventure del pirata. Secondo quanto ricostruito Emilio Salgari, era un attento topo di biblioteca, nelle cui mani capitò un incredibile rapporto presentato a Papa Pio IX nel 1849. Quando lo lesse, credette sicuramente che gli fosse caduto un dono dal cielo tra le mani. Il contenuto di quel rapporto erano le memorie di un marinaio spagnolo che dopo mille incredibili avventure era diventato frate trinitario e Prefetto Apostolico, e si dedicava a lottare contro il traffico di schiavi nel Borneo, a Sumatra e in Malesia.

Leggi tutto

Chiesa

OSTIA BATTEZZA LA COMMISSIONE CULTURA

Padre Agostino Ugbomah presiederà la commissione voluta dal Vescovo Dario Gervasi. Antiochia e Di Tomassi alla segreteria. Tra i Consiglieri Gianni Maritati, Emma Ciccarelli, Pier Marco Trulli, il professor Distasi e la Professoressa Nardecchia

Leggi tutto

PoliticaChiesa

Papa Francesco all’Aeronautica Militare: volate alto

Il saluto di Francesco, questa mattina, nella Basilica vaticana, ad una delegazione di 500 militari: “Siamo fatti per il cielo, apriamoci a Dio e agli altri”.

Leggi tutto

Chiesa

Nasce il progetto “Lavoro per tutti”

L’annuncio da parte di suor Alessandra Smerilli, nel corso della presentazione in Sala Stampa Vaticana del Messaggio del Papa per la 55.ma Giornata Mondiale della pace.

Leggi tutto

Chiesa

Papa Netflix-La comunicazione di Francesco

Chi si è interessato alla comunicazione di papa Francesco sa perfettamente che l’approccio con Netflix non è un unicum. Negli ultimi cinque anni, infatti, TV2000 ha dato vita a diversi tête-à-tête, tra don Marco Pozza e lo stesso pontefice argentino, incentrati sul commento di tre grandi preghiere della tradizione cristiana: il “Padre Nostro” (2017-2018), l'“Ave Maria” (2018-2019) e il “Credo” (2020).

Leggi tutto

Storie

TERRA SANTA - Vescovi cattolici e cammino sinodale

E’ una specie di “SOS ecumenico” quello lanciato dai Vescovi ordinari cattolici di Terra Santa con l’intento esplicito di informare e possibilmente coinvolgere i fratelli delle altre Chiese e comunità ecclesiali locali in merito all’articolato percorso sinodale avviato anche in quella regione in vista della XVI Assemblea generale ordinaria del Sinodo dei Vescovi, messa in agenda per l’ottobre 2023 e dedicata al tema “Per una Chiesa sinodale: comunione, partecipazione e missione”.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano