Storie

di Giuseppe Udinov

EGITTO - Professore di al Azhar processato per ingiuria al cristianesimo

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Si chiama Mabrouk Attia, e insegna Legge islamica all’Università di Al Azhar, il professore-predicatore egiziano finito al centro di controversie e di cause penali per alcune espressioni irriverenti riservate a Gesù, in un intervento filmato diffuso attraverso i social media. Nell’intervento, Attia faceva riferimenti al Discorso della Montagna di Gesù, da lui apostrofato come “il signor Gesù” e assimilato in una battuta, che forse voleva essere spiritosa, al “signor Marte”. Sulle stesse reti sociali, il professore è stato subito accusato di aver dileggiato il nome di Gesù. Avvocati e giuristi hanno sporto denunce contro Attia. Accogliendo tali denunce, la corte di Heliopolis ha aperto un processo contro il professore di al Azhar per vilipendio al cristianesimo e all’islam, fissando la prima udienza al prossimo 21 settembre.

Tra le azioni legali intentate contro Attia figura anche quella formulata dal giurista egiziano Naguib Gabriel, che ha denunciato il professore per offesa non solo alla fede cristiana, ma anche all’islam, che riconosce come Messia e profeta Gesù figlio di Maria (Īsā ibn Maryam). L’articolo 98 del Codice penale egiziano stabilisce che chiunque ridicolizzi profeti, libri sacri e simboli religiosi può essere punito con pene che variano da tre a cinque anni di prigione.

Dopo essere finito al centro di accuse e controversie, Attia ha cercato di correre ai ripari diffondendo un nuovo video, in cui porge le sue scuse a chi si è sentito offeso dalle sue parole, negando tuttavia di aver voluto mostrarsi irriverente nei confronti di Gesù. Il professore ha aggiunto che anche dal suo punto di vista «chi si fa beffe di Gesù si fa beffe del Profeta Muhammad, che la pace e le benedizioni siano su di lui, perché loro sono ambedue profeti». Mabrouk Attia ha anche rivendicato di essere stato il primo a emettere una fatwa che riconosceva come legittima l’offerta di elemosine e aiuti a cristiani poveri da parte dei musulmani durante il mese del Ramadan.

La legge egiziana riconosce e persegue come vilipendio alla religione anche ogni tentativo di usare simboli e discorsi religiosi per diffondere idee estremiste, fomentare il disprezzo per gli altri e incitare alla sedizione a danno dell’unità nazionale e della pace sociale.
Nel vortice di polemiche sviluppatesi intorno alle parole del professor Attia e alle cause intentate contro di lui, nelle reti sociali è stato diffuso anche un vecchio filmato dello Sheikh Ahmed al Tayyeb, in cui l’attuale Grande Imam di al Azhar – il grande centro teologico sunnita situato a l Cairo – commentava con accenni di commozione proprio le parole di Gesù nel discorso della Montagna, comprese quelle in cui Cristo chiama a amare il nemico e a pregare per i propri persecutori: «a volte lo declamo, e mi vengono le lacrime» confessava al Tayyeb nel video d’annata.

Il Grande Imam sunnita Ahmed al Tayyeb ha co-firmato con Papa Francesco il “Documento sulla Fratellanza Umana per la Pace Mondiale e la convivenza comune”, sottoscritto il 4 febbraio 2019 a Abu Dhabi, come strumento per attestare davanti al mondo che «La fede porta il credente a vedere nell’altro un fratello da sostenere e da amare», e che «Dalla fede in Dio, che ha creato l’universo, le creature e tutti gli esseri umani – uguali per la Sua Misericordia –, il credente è chiamato a esprimere questa fratellanza umana, salvaguardando il creato e tutto l’universo e sostenendo ogni persona, specialmente le più bisognose e povere».

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

06/08/2022
0808/2022
San Domenico

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Spagna - Giornata dell’Infanzia Missionaria

Il Direttore nazionale POM ricorda che grazie ai fondi raccolti dall’Infanzia Missionaria - per lo più grazie alle donazioni dei bambini - si possono sostenere progetti di evangelizzazione, educazione e salute per i piccoli e le loro mamme, perché possano nascere e crescere con dignità, mangiare, studiare ... Dalla Spagna, l’Infanzia Missionaria ha inviato nel 2021 € 1.933.313,21, raggiungendo più di 300.000 bambini in 34 paesi. “Per molti bambini, l’unico posto dove trovano casa è la Chiesa”

Leggi tutto

Storie

In cucina alla ricerca della pace

FOOD&BOOK 2022: LA CENA DI GALA DELL’OTTAVA EDIZIONE SARÀ IN ONORE DELLE CHEF OLIA HERCULES (UCRAINA) E ALISSA TIMOSKINA (RUSSIA). A CUCINARE SARANNO LE CHEF ITALIANE SILVIA BARACCHI E FEDERICA CONTINANZA

Leggi tutto

Chiesa

Meta - Bocche cucite sull’aborto

La questione è molto sentita negli Stati Uniti, ma Meta non vuole che se ne parli nei suoi uffici. Il che è strano, dato che in azienda è possibile parlare e dibattere rispettosamente di altre questioni sociali, come il movimento Black Lives Matter.

Leggi tutto

Media

Libro - “Zi’ Tore. Il “parroco” di Padre Pio”

Una immensa folla, il 16 giugno di venti anni fa, riempiva Piazza San Pietro e tutta via della Conciliazione, fino al lungotevere sotto Castel Sant’Angelo, per la canonizzazione di Padre Pio da Pietrelcina.

Leggi tutto

Chiesa

Messaggio del Papa ai partecipanti alla Conferenza europea dei giovani

In un messaggio ai partecipanti alla EU Youth Conference, Conferenza dei giovani dell’UE, che si apre oggi a Praga, Francesco li esorta ad essere generativi nelle idee e nell’amore, a scrutare nell’altro le sue ricchezze, a guardare alla Verità.

Leggi tutto

Storie

Il soffocare della vita

Quali sono le cause profonde dello svuotamento e del crollo generale che sempre più la società sta sperimentando?

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano