Storie

di Giuseppe Udinov

CANADA - Un parco pubblico per il ministro cattolico pakistano Shahbaz Bhatti

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Un parco pubblico nella città di Brampton, nei pressi di Toronto, in Canada, è stato intitolato a Clement Shahbaz Bhatti (1968–2011), il ministro cattolico pakistano ucciso per mano terrorista a Islamabad il 2 marzo 2011. Il sindaco della città canadese di Brampton, Patrick Brown, ha presieduto la cerimonia, tenutasi nei giorni scorsi, inaugurando lo “Shahbaz Bhatti Park” e ricordando la figura dell’ex ministro pakistano. “Sono orgoglioso di aprire ufficialmente lo Shahbaz Bhatti Park a Brampton. Bhatti è stato un vero simbolo di libertà religiosa. Non dimenticheremo mai l’eredità, il coraggio e il sacrificio di Shahbaz”, ha affermato Brown durante il suo discorso. “Egli ha dato la vita per promuovere un Pakistan in cui stato di diritto, giustizia, libertà e uguaglianza fossero principi da rispettare e vivere”, ha dichiarato.

L’amministrazione comunale e tutta la popolazione della cittadina di Brampton, dove risiede una comunità di emigrati pakistani che ha voluto promuovere il progetto, ha reso omaggio ed elogiato gli sforzi di Shahbaz Bhatti per l’armonia interreligiosa.
“Questo parco onora la sua eredità e serve a ricordare l’importanza dell’armonia interreligiosa, dell’accettazione e dell’inclusione all’interno di comunità come Brampton”, si legge in una nota diffusa dalla Amministrazione comunale, che ha voluto dedicare al ministro pakistano l’area verde che si trova a Davenfield Circle.
Shahbaz Bhatti è stato il primo parlamentare cattolico a essere nominato Ministro federale per gli Affari delle minoranze nel 2008, nel governo guidato dal Partito Popolare del Pakistan. Nel 2011 è stato ucciso a colpi di arma da fuoco a Islamabad, in un attentato rivendicato dal movimento terrorista Tehreek-e-Taliban Pakistan, che già lo aveva minacciato per le sue critiche alla legge di blasfemia e per la difesa della donna cristiana Asia Bibi, condannata e morte ingiustamente per presunta blasfemia. La donna, assolta poi dalla Corte Suprema in terzo grado di giudizio, è espatriata in Canada, nazione che ospita una fiorente comunità di emigrati pakistani (circa 215 mila persone) e anche alcuni membri della famiglia Bhatti, tra i quali il fratello di Shahbaz, Peter Bhatti, che guida la Ong “International Christian Voice

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

23/08/2022
0412/2022
S.Giovanni Damasceno

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Le parole di Papa Francesco sul volo tornando dal Canada

Parole tutte da ascoltare e leggere quelle di Papa Francesco di ritorno dal Canada.

Leggi tutto

Società

Canada: il popolo insorge contro l’obbligo vaccinale

Il primo ministro canadese Justin Trudeau e la sua famiglia hanno dovuto lasciare la casa ad Ottawa, situata a pochi chilometri dall’epicentro della protesta per paura dei manifestanti

Leggi tutto

Chiesa

CANADA - “Non si può annunciare Dio in un modo contrario a Dio”

La fede in Cristo può essere annunciata solo «nella libertà e nella carità», come Cristo stesso desidera. Quando si rinuncia a questo tratto di gratuità, e si vuole «inculcare Dio nelle persone» imponendolo come un postulato del «proprio modello culturale», si tradisce la dinamica stessa con cui opera il Signore, che «non costringe, non soffoca e non opprime; sempre, invece, ama, libera e lascia liberi»

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco a Santa Maria Maggiore

Appena rientrato a Roma il Pontefice ha sostato in preghiera davanti all’icona della Madonna

Leggi tutto

Storie

Ucraina - Kiev, saccheggiato il seminario

Bombardato due volte dall’inizio della guerra, il seminario cattolico di Vorzel è stato oggetto di una razzia. Portato via di tutto: dalle pentole al calice con cui Giovanni Paolo II celebrò la Messa nel 2001 in Ucraina. Padre Ruslan Mykhalkiv: “Penso che siamo stati derubati anche da gente che vive in zona. Hanno fame ed è tutto chiuso, qui c’era cibo e si sono sfamati. Questo è giusto, il resto no”

Leggi tutto

Chiesa

Papa: nella nebbia dei nostri tempi custodiamo gli anziani

Nel Commonwealth Stadium di Edmonton Francesco celebra la Messa davanti a circa 50 mila persone, nel giorno della festa di Sant’Anna, ricordando l’importanza dei nonni, “radici” di una storia da costruire insieme fra generazioni

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano