Storie

di La redazione

LA STORIA DI NOELLA, BAMBINO TRANSESSUALE

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Mamma e papà si separano. Il bambino a quattro anni inizia la “transizione” dopo che la madre lo ha portato in una “gender clinic” di Chicago e ha cominciato a riferirsi a lui come una femmina.

Il papà viene accusato di “crimine d’odio” per aver insistito che suo figlio è un maschio e perde il diritto di vederlo.

Poi la mamma che si identifica anche come transessuale e lavora nella “giustizia sanitaria LGBTQ+” sposa un’altra mamma trans. Hanno un altro figlio che crescono come “non binario”. Entrambe le mamme si identificano come trans-maschili e si sono sottoposte a doppia mastectomia.

A 10 anni Noella sta per iniziare iniziare a prendere i bloccanti della pubertà e prevede di completare la transizione con la “chirurgia di genere” a 16 anni. Noella attualmente si presta come modella per un marchio di abbigliamento Trans*.

Sinead Watson , una voce di spicco della comunità detransitioner , ha così commentato la situazione di Noella: “Che i genitori di questo bambino siano entrambi ‘trans’ o ‘queer’ non è una sorpresa per me. Stanno forzando le proprie convinzioni ideologiche sul loro bambino innocente”, ha detto.

“Come con il contagio sociale tra i bambini vulnerabili , stiamo vedendo sempre più genitori con la sindrome di Münchausen per procura. Non sono i bambini che sono trans, sono i genitori che vogliono che siano trans”, ha aggiunto Watson.

Riguardo ai piani della famiglia di sottoporre Noella a “interventi di genere” a 16 anni, Watson ha affermato che si tratta di “abuso sui minori”. “Tanti bambini saranno così danneggiati da questo in futuro. Così tanti. Non posso dire altro che sono assolutamente disgustata da ciò che queste persone stanno facendo a questo povero bambino. E’ imperdonabile”, ha concluso.

Fonte: https://thepostmillennial.com/trans-parents-of-10-year-old-trans-model-plan-for-minors-gender-surgeries-at-age-16?fbclid=IwAR0RYIcsZUmTYLYR4S6UT1UACyoB-F53McrHEwQ8YKwnhmDfKcGoTaHnbkw

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

26/08/2022
0412/2022
S.Giovanni Damasceno

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

Se Gesù diventa un guru new age

Massimo Gramellini per contestare le parole del cardinale Parolin sul referendum irlandese (“una sconfitta per l’umanità”) si inventa un Gesù “maestro di tolleranza”. Gesù è amore e verità, nel suo vocabolario non c’è la “tolleranza”

Leggi tutto

Media

Manifesti non gender nelle scuole

Contrariamente a quanto si creda, le amministrazioni comunali possono fare molto per arrestare i tentativi – molto spesso subdoli e surrettizi – di introdurre l’ideologia gender nell’insegnamento scolastico. Non dimentichiamo mai che il Comitato Difendiamo i Nostri Figli, di cui mi onoro di essere stato un cofondatore, esordì con la spettacolare e indimenticabile mobilitazione pubblica di Piazza San Giovanni a Roma, il 20 giugno 2015, proprio sul delicato tema della libertà d’educazione dei genitori. Le prossime elezioni amministrative rappresentano un ottimo banco di prova per tornare a rivendicare le ragioni profonde che hanno generato la straordinaria esperienza dei Family Day. E il Popolo della Famiglia è nato proprio per questo scopo. Non dimentichiamocene quando, nel segreto dell’urna, saremo chiamati ad esprimere chi dovrà rappresentare nelle istituzioni tutte quelle famiglie che non hanno avuto paura di sfidare il Potere in una delle più grandi manifestazioni pubbliche che il nostro Paese abbia mai visto dal dopoguerra ad oggi. Sì, mi riferisco proprio al Family Day del Circo Massimo. Quel popolo non può essere tradito un’altra volta.

Leggi tutto

Società

Corinaldo e le tre mele avvelenate

La distruzione, come in una gotica fiaba di Biancaneve, è veicolata da tre mele avvelenate che rappresentano tre dipendenze. Il brutto è che sono dipendenze diffusissime. Il bello è che si possono combattere, come tutte le dipendenze. Le tre mele avvelenate sono: l’alcool, la droga, la bulimia di denaro. Parto da quest’ultima: si è diffuso nel mondo musicale legato proprio a rap e trap questo metodo del cosiddetto dj set. Il dj set non è un concerto vero e proprio, il cosiddetto artista si fa vedere in tre o anche quattro location differenti nella stessa sera, “canta” due o al massimo tre pezzi, i più noti, si fa pagare un cachet stellare, sempre a cinque cifre. ....

Leggi tutto

Società

Potere a chi il covid non conviene

Giustizia, solidarietà, libertà, verità, purché tutti la pensino allo stesso modo, quello voluto dal potere. E oggi il potere è quello del virtuale, quello dunque di finanza e big tech

Leggi tutto

Politica

Il PDF e le verità sui vaccini

Basta apartheid. Il Popolo della Famiglia promuoverà una iniziativa di piazza invitando l’Area Vasta che si oppone alla lesione dei diritti costituzionali a manifestare unitariamente per dare la spallata definitiva alla stagione delle angherie di Stato contro le famiglie.

Leggi tutto

Società

USA - Lesbiche fanno causa alla clinica per la fertilità

Una coppia lesbica ha fatto causa a una clinica per la fertilità dopo aver saputo che l’embrione che avevano impiantato in una delle due era un maschio e non una femmina.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano