Storie

di Roberto Signori

Si filmano nell’auto della polizia

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Sogghignano mentre vengono portati in caserma. Parlano in italiano ma aggiungono parole arabe per non farsi capire e prendere in giro i militari che li hanno appena fermati. Sono queste le immagini di un video che gira sul social TikTok in questi giorni e che si sta cercando di censurare. Come riportato da Il Resto del Carino, a filmare sono dei minorenni nordafricani appartenenti a una baby gang.

Il filmato è stato pubblicato di recente, ma l’episodio risale a metà agosto quando il gruppo di ragazzini è stato fermato dai carabinieri a San Felice, in provincia di Modena, dopo aver tentato un furto ai danni di una giovane ragazza. Il fatto è accaduto presso la stazione dei treni dove i piccoli criminali, dopo aver preso di mira la vittima, l’hanno spintonata e fatta cadere con l’intento di rubarle la borsa. Secondo un giornale locale pare che il gruppo formato da circa 10 minorenni stia diventando un problema della zona. In genere rubano qualsiasi cosa, da prodotti alimentari a oggetti di negozi e se non ci riescono fanno danni: imbrattano, distruggono, spaventano i residenti.

Il colpo alla stazione, però, non era riuscito e grazie all’aiuto di alcuni presenti i carabinieri erano riusciti a fermare la baby gang, non senza una rissa tra i ragazzini e i soccorritori. Durante il tragitto in caserma i minorenni avevano continuato a infischiarsi delle regole e, nascondendo il cellulare, avevano filmato l’intero tragitto nell’auto di servizio verso la caserma. Insulti e offese sono state tutte registrate all’insaputa degli uomini dell’Arma. “Non mi frega niente del verbale”, si sente tra una risata e alcune parole di scherno, poi uno di loro prende il berretto di un carabiniere e si filma mentre lo indossa e sicuro che nessun militare lo stia vedendo. Un altro parla di droghe e psicofarmaci esclamando di star “pippando nella macchina degli sbirri”. Adesso il video è al vaglio degli inquirenti per procedere con la censura dal social.

Un atteggiamento sfrontato che si fa beffa delle regole civili e che diventa sempre più violento.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

31/08/2022
0412/2022
S.Giovanni Damasceno

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Green Pass - Allarme sicurezza da venerdì 15 Ottobre

Allarme sicurezza: da venerdì 40mila carabinieri, poliziotti e finanzieri in meno? Non c’è solo Nunzia Schilirò, vicequestore No Green pass di Roma sospesa ingiustamente per la sua propaganda pubblica contro il certificato verde e il governo. Il rischio è che dal 15 ottobre, quando il Green pass diventerà obbligatorio sui luoghi di lavoro, l’Italia resti senza forze dell’ordine

Leggi tutto

Storie

Bimbi sani in Europa, i disabili gravi restano a Kiev

I bambini sani vanno in Europa, quelli gravemente disabili rimangono a Kiev. È l’amara decisione, maturata con la guerra in diversi orfanotrofi ucraini, che ha esasperato le difficoltà degli istituti di accoglienza dei minori, in gran parte risalenti al regime sovietico, che spesso, già prima del conflitto, lamentavano carenza di cibo e medicine.

Leggi tutto

Politica

Etiopia: ondata di arresti di religiosi

L’ondata di arresti si è abbattuta, dall’inizio di novembre anche sui Salesiani: 28 religiosi sono stati arrestati durante una brutale e illegale irruzione alla sede nazionale delle Opere di don ad Addis Abeba. Tra gli arrestati anche un ottantenne.

Leggi tutto

Storie

Iran: la stretta di Teheran sulle religioni

Nel fine settimana arrestati numerosi fedeli Bahai per “legami” con un “centro in Israele” e “proselitismo” in scuole e asili.

Leggi tutto

Storie

Salerno: furto oggetti sacri in Santuario

E’ un 24enne già noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio l’autore del furto avvenuto nel Santuario di Maria Santissima del Carmine di Salerno dove la sera dello scorso 18 gennaio sono stati rubati oggetti sacri, un calice in argento e un ostensorio risalente al XVIII secolo.

Leggi tutto

Storie

Esecuzioni capitali in Qatar

Riyadh ha giustiziato negli ultimi 10 giorni almeno 12 persone, condannate in precedenza per reati di droga e in larga maggioranza immigrati stranieri.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano