Media

di Tommaso Ciccotti

Mother Teresa: no greater love

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Un viaggio nella vita di Madre Teresa, girato nei cinque continenti, e reso possibile grazie ad interviste, filmati, anche inediti, che raccontano le tappe salienti della vita della santa: dal ministero per i senzatetto del Bronx meridionale, all’aiuto per i rifugiati venezuelani lungo il confine del Brasile, dall’assistenza ai poveri della giungla amazzonica, alla cura dei bambini disabili nelle baraccopoli di Nairobi, a quella ai tossicodipendenti della periferia di Rio de Janeiro, al lavoro continuo delle missionarie della carità per i malati e i moribondi di Calcutta. Immagini rare che raccontano anche la sua grande amicizia con San Giovanni Paolo II. Mother Teresa: no greater love rivela la santa, la sua visione di servire Cristo nei poveri e come tutto questo continui a realizzarsi oggi per mezzo delle Missionarie della Carità.

Il documentario, che sarà distributo il 3 e il 4 ottobre prossimi in oltre 900 sale tra Stati Uniti e Canada, ha preso forma, in occasione dei 25 anni della morte di Madre Teresa, il 5 settembre del 1997, grazie alla collaborazione tra Cavalieri di Colombo e le Missionarie della Carità, come testimoniato da Patrick Kelly, Cavaliere Supremo dei Cavalieri di Colombo, che ha fatto dono al Papa di una copia del film e che da Francesco, con una lettera, è stato ringraziato per una iniziativa che “rende accessibile lo zero per l’evangelizzazione specialmente alle nuove generazioni”.

Il film è un tributo a “questa donna che è stato un regalo per la Chiesa”, ha indicato durante la presentazione il cardinale Sean O’Malley, arcivescovo di Boston, un tributo a chi, assieme alle consorelle, è andata nei “luoghi più infernali del mondo, per portare luce amore e misericordia”. I santi sono capolavori del Signore, sono state le parole di O’Malley, e Madre Teresa è uno dei capolavori di Dio. Il porporato, nel ricordare le diverse occasione durante le quali, negli anni, ha incontrato la santa, ha citato in particolare un momento: quando, nominato vescovo di Fall River, trovandosi la diocesi in un momento difficile per la vita della Chiesa a causa dello scandalo degli abusi sessuali, scrive a Madre Teresa per chiedere di inviare suore per “portare guarigione e consolazione”. “Arrivarono subito – è il racconto di O’Malley – e poi venne anche lei a far visita, fu un evento, con migliaia di persone che la accolsero per le strade, e che da lei vennero benedette”. Madre Teresa, è stata quindi la conclusione di O’Malley, “ha mostrato il volto misericordioso di Dio, rassicurando le persone di essere amate, perché quando le persone sanno di essere amate credono nel nostro messaggio”.

Questo documentario sarà un regalo anche per tutte quelle giovani suore che nel 1997, anno della sua morte, non erano nate o erano troppo piccole per capire chi fosse. Questo film potrà raggiungere tutti i giovani, è l’indicazione di padre Brian Kolodiejchuk, postulatore della causa di canonizzazione di Madre Teresa, “che non l’hanno conosciuta da viva e aiuterà anche tutti gli altri a ricordare che grande figura è stata”. Il messaggio è quindi, per padre Brian, che “Calcutta è ovunque”.

È bello vedere cosa Dio ha fatto attraverso Madre Teresa e cosa continua a fare attraverso di lei, ha concluso la presentazione Suor Myriam Therese, superiora regionale delle Missionarie della Carità, per la quale – spiega a Vatican News – il messaggio più attuale di Madre Teresa è quello di “essere l’amore e la compassione di Dio attraverso il servizio”. Un messaggio che continua anche oggi, perché “quello che possiamo fare è una piccola goccia, noi non cambiamo il mondo, però quella goccia se non la facciamo mancherà”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

02/09/2022
0210/2022
Ss. Angeli Custodi

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

Karnataka: gesto provocatorio dei nazionalisti indù

Karnataka, bandiera zafferano e ritratto di Hanuman in una sala di preghiera cristiana. La protesta dei cattolici locali: “Strumentalizzato per fini politici il suicidio di una ragazza”.

Leggi tutto

Società

Povertà per le famiglie libanesi

Ecco alcuni dati emersi: l’84% delle famiglie non aveva abbastanza denaro per coprire le necessità; il 38% delle famiglie ha ridotto le spese per l’istruzione, rispetto al 26% dell’aprile 2021; il 60% ha ridotto le spese per le cure sanitarie, rispetto al 42% dell’aprile 2021; il 70% delle famiglie è costretto a chiedere un prestito per il cibo o ad acquistare alimenti a credito; il 36% delle persone che si occupano dei bambini si sente meno tollerante nei loro confronti e li tratta con maggiore severità.

Leggi tutto

Politica

La piccola Banda

Il Pd è ora una banda senza popolo, che gestisce ancora interessi enormi ma senza ormai passione

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco apre l’incontro dei rappresentanti delle fedi mondiali

Il Papa apre in Vaticano l’incontro dei rappresentanti delle fedi mondiali e rilancia l’appello per un Patto Educativo Globale: “Non possiamo tacere alle nuove generazioni le verità che danno senso alla vita”.

Leggi tutto

Storie

Il significato cristiano dell’albero di Natale

Una tradizione nata nel Nord Europa che rimanda all’Eden, al peccato originale riscattato da Cristo, alla croce come albero della vita

Leggi tutto

Storie

Picchiata a 14 anni dalla famiglia perché rifiuta il matrimonio combinato

Roma, la ragazza vuole studiare per diventare chirurgo. Ma i familiari la costringono a indossare il velo e a sposarsi con uno sconosciuto

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano