Chiesa

di Tommaso Ciccotti

Suor Mary Joseph: ‘Cercare i poveri per ricordare Madre Teresa’

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Oggi, lunedì 5 settembre ricorrono i 25 anni dalla morte di Madre Teresa di Calcutta (1910-1997), la fondatrice delle Missionarie della Carità, icona di una vita interamente dedicata nel nome del Vangelo al servizio dei più poveri tra i poveri in India. Donna delle frontiere impossibili attraversate in nome della carità, fu proclamata beata da Giovanni Paolo II nel 2003 e santa da papa Francesco nel 2016. Ancora oggi la sua testimonianza resta viva nelle periferie più dimenticate di ogni continente attraverso l’opera - spesso nascosta - delle religiose dal sari bianco bordato di azzurro. Per questo motivo da Calcutta pubblichiamo questo messaggio della superiora delle Missionarie della Carità, sr. Mary Joseph, in cui si racconta come le loro comunità vivranno in queste ore questo importante anniversario.

Molti ci hanno chiesto come celebreremo il 25° anniversario della morte di Madre Teresa.

Nella preghiera e nel discernimento abbiamo deciso di celebrarlo nel modo in cui, forse, lei stessa avrebbe voluto. In onore di questo 25° anniversario della Madre in tutto il mondo le nostre suore usciranno alla ricerca dei più poveri tra i poveri sulle strade, nelle stazioni… ovunque sono soli e abbandonati.

Qui a Calcutta abbiamo due comunità formate ciascuna da quattro suore che girano per le strade ogni giorno con cibo impacchettato, vestiti, per incontrare i poveri là dove si trovano. Quelli molto ammalati vengono condotti nelle nostre case per essere accuditi nei loro bisogni essenziali, come la possibilità di fare un bagno, avere un cambio di vestiti, un buon pasto o - se necessario - un ricovero in ospedale.

A Park Street, in una delle nostre comunità, stiamo aprendo uno spazio per i bambini che vivono sulla strada senza poter andare a scuola. Offriremo loro un bagno, il ricambio dei vestiti, un bicchiere di latte, dei biscotti e insegneremo loro a disegnare e a scrivere. Cominceremo quest’attività proprio il 5 settembre 2022.

I poveri sono sempre in mezzo a noi per amarli e servirli, le diverse situazioni politiche non hanno mai influenzato questo nostro lavoro.

A Calcutta abbiamo case per gli uomini e per le donne abbandonate che abbiamo raccolto dalla strada. Le nostre case sono strapiene di gente in questo momento. Stiamo cercando strade per riabilitare queste persone. Con l’aiuto degli operatori sociali cerchiamo di rintracciare le loro famiglie e di ricongiungerli, se lo accettano. Nelle nostre case ci prendiamo cura di bambini e adulti con problemi fisici e psichici. In molte delle nostre case abbiamo pazienti che soffrono a causa della lebbra e della tubercolosi e che per questo continuano a essere abbandonati dalle loro famiglie.

Che si trovino in India o all’estero le nostre suore visitano regolarmente le famiglie, specialmente gli anziani e i reclusi, quanti sono nelle prigioni e negli ospedali, i più abbandonati e soli, portando nuova speranza nelle loro vite. L’aiuto immediato d’emergenza alle vittime di varie calamità naturali è sempre stata una nostra priorità. Anche fuori dall’India abbiamo case dove ci prendiamo cura, sia materialmente sia spiritualmente, dei più poveri tra i poveri, di chi è maggiormente respinto dalla società, di chi vive in strada, degli alcolisti… I rifugi notturni e le mense sono aperti per i più bisognosi, accanto all’apostolato notturno nel quale le suore portano razioni di cibo a chi chiuderebbe la sua giornata affamato.

Madre Teresa ci ricordava spesso che “noi non possiamo fare grandi cose, ma solo piccole cose con grande amore”. Per favore, pregate per noi affinché portiamo avanti quest’eredità della mostra amata Madre e Fondatrice: fare tutto il bene che possiamo per amore di Dio e dei nostri fratelli e sorelle, senza guardare alla casta o al credo, offrendo loro con tutto il cuore il nostro servizio gratuito.

Dio vi benedica

sr. Mary Joseph
superiora generale delle Missionarie della Carità

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

05/09/2022
2902/2024
Sant'Augusto Chapdelaine martire

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Don Centofanti: Vangelo e commento di martedì 5 settembre

Lc 4,31-37 Martedì 5 settembre 2023, XXII settimana del Tempo ordinario, anno dispari

Leggi tutto

Chiesa

Cantalamessa: i poveri hanno bisogno di amore

Il cardinale predicatore pontificio ha tenuto la terza meditazione del tempo di Quaresima alla presenza del Papa.

Leggi tutto

Storie

India - I sikh contro le conversioni cristiane nel Punjab

L’attacco a una chiesa cattolica nei giorni scorsi potrebbe avere gravi ripercussioni: il 5 settembre un’assemblea solleciterà leggi anti-conversioni anche in uno Stato non governato dai nazionalisti indù e dove la convivenza tra gruppi religiosi è sempre stata pacifica

Leggi tutto

Storie

Nel giorno del Ricordo

Nel giorno del Ricordo, in cui celebriamo la memoria del massacro delle foibe e dell’esodo forzato di 350mila istriani per tenerla viva presso i più giovani, il racconto in presa diretta di don Antonello Iapicca

Leggi tutto

Chiesa

Il cordoglio del Papa per il cardinale Toppo

In un telegramma Francesco ricorda il contributo del porporato per la diffusione del Vangelo, dalla devozione all’Eucaristia e dalla generosa cura pastorale dei bisognosi

Leggi tutto

Chiesa

“False ripartenze?”

Il quinto rapporto della Caritas diocesana sulla povertà a Roma si intitola “False ripartenze?” e rivela una situazione ancora aggravata dalla pandemia, ma individua anche un approccio per far vincere la speranza.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano