Chiesa

di Raffaele Dicembrino

Papa Francesco: il futuro della fede passa per l’unità dei cristiani

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

“Scegliere il cammino umile della vita comunitaria vale più di mille parole”. È quanto sottolinea il Papa nel videomessaggio per il lancio l’8 settembre, nella cattedrale episcopaliana di New York “Saint John the Divine”, di “The Community At The Crossing”, un progetto sostenuto dall’arcidiocesi cattolica e dalla diocesi episcopaliana della città statunitense. Il Pontefice ricorda innanzitutto che si tratta di una comunità di formazione composta da giovani di differenti denominazioni cristiane e provenienti da varie zone degli Stati Uniti che scelgono per un anno di immergersi nella vita comunitaria, di sperimentare il ritmo della preghiera, di mettersi al servizio dei poveri. La speranza, espressa dal Papa, è che questa iniziativa possa offrire “un’opportunità per rivivere il desiderio di unità dei cristiani”. Il nome At The Crossing evoca la “croce” della Cattedrale.

Il futuro della fede, spiega Francesco nel videomessaggio rivolgendosi a giovani episcopaliani e cattolici e di differenti denominazioni, “passa per l’unità dei cristiani”. Anche se non mancano convinzioni profonde che sembrano o sono incompatibili, l’amore è più forte di disaccordi e divisioni. Il Santo Padre esorta quanti si accingono a percorrere il cammino di “The Community At The Crossing” a lavorare insieme per ottenere l’unità. Gesù Cristo, afferma il Papa, è un vincolo più forte delle culture, delle scelte politiche e persino delle dottrine. Si deve guardare a Gesù “che ha dato la sua vita per noi”. Il Santo Padre esprime poi la propria gratitudine per l’impulso dato a questa iniziativa dal Dicastero per la Promozione dell’Unità dei Cristiani. Un ringraziamento speciale, infine, al “fratello e amico” Justin Welby, arcivescovo di Canterbury e primate anglicano, per aver incoraggiato il progetto.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

10/09/2022
0412/2022
S.Giovanni Damasceno

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Francesco secondo Valli, vaticanista inquieto

A sorpresa, Aldo Maria Valli ha dato alle stampe un libro su Papa Bergoglio che ha spiazzato tutti: il numero uno di Rai Vaticano, storico martiniano e già entusiasta sostenitore del papato argentino, cambia idea. I media ostili al Pontefice enfatizzano “266.” come un trofeo. Ciò che sembra di evincere dalla dolorosa confessione raccolta nel libro è che il pontificato si avvia a un declino che potrebbe forse sfociare in una dura restaurazione. Ne parliamo con lui

Leggi tutto

Storie

Charlie Gard e quei decisivi ritardi nelle cure

I team medici sarebbero stati ancora disponibili a tentare la terapia. Compromessi comunque i muscoli

Leggi tutto

Politica

Su Gerusalemme tutti contro Trump e Putin

Gerusalemme, uno strappo inutilmente pericoloso.  Neppure un solo Paese, a parte Israele, sembra appoggiare Trump nella sua mossa unilaterale. Sarà la scelta giusta?

Leggi tutto

Chiesa

Messori ci richiama al cristianesimo primario

Se ne sente davvero il bisogno in un tempo in cui, per usare la formula più che trentennale del filosofo svizzero Romano Amerio, dilaga il «cristianesimo secondario». Con questa espressione Amerio voleva indicare quel cristianesimo preoccupato più che altro di produrre opere terrene, tutto assorbito dall’impegno sociale e dall’edificazione della città dell’uomo. In buona sostanza, Amerio se la prendeva con quel cristianesimo “engagé” che sembra prefiggersi, come prima e unica preoccupazione, quella di perfezionare la natura umana lasciando da parte la trascurabile questione della salvezza eterna.

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco in Grecia

Dopo la visita a Cipro, da Atene inizia ora la seconda tappa del viaggio del Papa. Nella capitale ellenica, Francesco confermerà i cattolici nella fede e li incoraggerà in quanto membri della Chiesa cattolica universale.

Leggi tutto

Storie

Ostia: cristiani insieme agli ortodossi

Si ‘accendono nella notte’ le Stelle di Ostia: sono la rete delle chiese disseminate sul Territorio. Stella Maris, l’Unità dove sorgerà l’ostello per i poveri: occasione per pregare e operare insieme alle circa dieci chiese cattoliche e una quindicina tra ortodosse ed evangeliche

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano