Società

di Raffaele Dicembrino

Covid: in scadenza un milione di vaccini

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Vaccini - Vi ricordate quando i vaccini scarseggiavano? Ebbene ora invece sono troppi ed in scadenza!

Infatti la pandemia impallidisce, anche in Piemonte, l’approccio della popolazione verso i vaccini è sempre più tiepido (al netto dei quasi 500 mila piemontesi che non hanno mai aderito alla campagna). E i vaccini, inutilizzati, restano nei magazzini delle Asl, scadono. In compenso ne stanno arrivando altri, più evoluti, che non solo rischiano di fare la stessa fine ma moltiplicando l’offerta, per di più in tempi ravvicinati, promettono di creare non poca confusione: in quanti devono somministrarli e in quanti devono riceverli.

Sul primo fronte fanno fede i numeri della Regione. Oggi come oggi, le aziende sanitarie hanno in giacenza nei magazzini circa un milione di dosi: la maggior parte, circa 600 mila, scadono nel 2023, soprattutto ad aprile. Tra settembre e ottobre, invece, le dosi in scadenza sono soprattutto circa 300 mila Pfizer pediatrici, che la Regione ha già messo a disposizione del governo per donarli a Paesi che ne hanno bisogno. Molto difficile: in passato ci aveva già provato, l’esperienza insegna. In alternativa dovranno essere smaltiti, un termine elegante per dire che saranno buttati.

Nei giorni scorsi la struttura commissariale centrale ha scritto alle Regioni, tutte quante, chiedendo di fornire informazioni sulle rispettive potenzialità di somministrazione di vaccini. Un’ulteriore nota ha spiegato come l’attuale contesto epidemiologico, con un incremento significativo dei contagiati ed un conseguente dilazionamento dei tempi di somministrazione delle dosi di vaccino(prima, seconda e booster) abbia generando un surplus nelle scorte. Dato l’approssimarsi della scadenza di alcuni lotti, si precisa che sarà necessario da parte di ciascuna Regione procedere allo smaltimento delle dosi scadute, in analogia a quanto previsto per gli altri vaccini. E’ il caso, ad esempio, della sostanziosa quota di antinfluenzali che ogni anno, al termine della stagione, restano inutilizzati.

Come si premetteva, l’eccesso di offerta non riguarda solo la quantità dei vaccini, ma la tipologia. Salvo contrordini, quello somministrato finora, tarato contro il ceppo originale del Covid di Whuan, resta per il ciclo primario: prime e seconde dosi. Quello aggiornato contro Omicron 1, appena consegnato sarà impiegato per le terze e le quarte. Ma a breve arriverà quello aggiornato contro le varianti Omicron 4 e 5, già autorizzato da Ema e in Italia da Aifa, che probabilmente sostituirà il secondo.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

19/09/2022
0210/2022
Ss. Angeli Custodi

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Il governo e la vaccinazione

Adinolfi: “il mio corpo non è dello Stato e lo difenderò come difendo il bambino nascituro dall’intervento dello Stato quando vuole sopprimerlo, come difendo il corpo del disabile grave che lo Stato con l’eutanasia vorrebbe uccidere”.

Leggi tutto

Storie

Eutanasia: si uccidono anche i malati di Covid

Una nuova interpretazione da parte del Ministero della Salute della Nuova Zelanda della legge sul suicidio assistito recentemente promulgata, infatti, dimostra che la cultura della morte ha preso a pretesto il Covid per allargare il suo potere sui malati, ora uccisi con l’eutanasia proprio e anche perché affetti da Covid.

Leggi tutto

Politica

PDF: gravi i problemi di mancanza di sicurezza a Napoli

Napoli ha un problema grosso e si chiama SICUREZZA, il Sindaco, la giunta e gli Assessori hanno l’obbligo di intervenire subito, con un piano strategico per difendere Napoli da questi Barbari che in preda a fiumi di alcol e droghe di ogni genere, mettono a ferro e fuoco la città” queste le parole di Massimiliano Esposito Coordinatore Regionale del Popolo della Famiglia

Leggi tutto

Società

Non lasciamoci rubare la speranza

Auto-condannati ad un infelicità perpetua, storditi da un effimero imperante, si potrebbe ben riassumere così la situazione attuale della società occidentale con la panza piena e il cuore vuoto

Leggi tutto

Storie

Monache rifiutano il vaccino: il convento viene chiuso

La “democrazia” non risparmia neppure i conventi. O ti omologhi oppure….. leggete che cosa è successo ad un gruppo di malcapitate suore!

Leggi tutto

Politica

Def, la maggioranza prova ad alzare la posta

La maggioranza continua a incalzare il governo e prova ad alzare al massimo la posta sulle misure da adottare per attutire il più possibile su famiglie e imprese le ricadute del caro energia, del conflitto ucraino e del perdurare della pandemia

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano