Chiesa

di Tommaso Ciccotti

Itinerari di arte e fede delle attività pastorali su San Pietro

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Mostrare il volto della Chiesa madre che accoglie tutti e sa indrizzare una parola autorevole a ciascuno. Questo nelle parole del cardinale Mauro Gambetti, vicario generale per la Città del Vaticano, è l’obiettivo degli itinerari di arte e fede della Basilica di San Pietro presentati stamani nella Sala Stampa della Santa Sede.

“Qual è il volto della Chiesa?”, ha chiesto il porporato. “Quello del Papa? Quello dei missionari? Quello degli scandali? Quello dottrinale del catechismo o quello dell’impegno sociale? Occorre spolverare lo specchio perché l’immagine riflessa sia più nitida e leggibile”. Il pensiero è proiettato già al prossimo Giubileo del 2025 quando a Roma sono attesi circa 30 milioni di pellegrini. È a loro che si vuole indicare un’immagine autentica della Chiesa. “Desideriamo rimuovere la polvere dallo specchio e mostrare il volto della Chiesa delle origini e originante, fondata su Pietro e sulla sua professione di fede in Gesù Cristo, figlio del Dio vivente”.

Prima tappa di questo itinerario è il videomapping “Seguimi. La vita di Pietro”, che sarà proiettato per la prima volta sulla facciata della Basilica di San Pietro il 2 ottobre prossimo alle ore 21. Della durata di circa 8 minuti, sarà proposto dal 2 al 16 ottobre, dalle 21 alle 23, ogni 15 minuti. Le scene narrano in prima persona attraverso la voce dell’attore Flavio Insinna, con sottotitoli nelle altre lingue, i momenti salienti della vita di Pietro: dalla chiamata alla sequela, dalla missione al martirio.

La facciata della Basilica diviene dunque uno degli schermi più suggestivi al mondo. I repertori iconografici sono quelli della Fabbrica di San Pietro e dei Musei Vaticani con le immagini di grandi artisti come Raffello, Perugino e Guido Reni. Il racconto è strutturato attraverso strumenti tecnologici capaci di valorizzare e armonizzare figure, suoni e parole in un intreccio tra antico e moderno, tra le nuove tecnologie e il patrimonio senza tempo dell’arte custodita in Vaticano. L’obiettivo è favorire in pellegrini e visitatori la conoscenza dell’umanità e della spiritualità dell’Apostolo, i suoi slanci, le cadute, la tenacia, il dubbio, le lacrime, avendo così la possibilità di riconoscersi nella sua esperienza di vita.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

22/09/2022
0602/2023
Ss. Paolo Miki e compagni

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Il tour di Gianna fa scuola in Italia

Mentre le polemiche sull’obiezione di coscienza dei medici antiabortisti infiammano il Paese (in fondo sono buone per ogni stagione), Gianna Jessen, nota a moltissimi per la sua storia narrata in
“October Baby”, gira lo stivale. Libero dà voce all’“unico medico abortista” del Molise come a un eroe, mentre il Paese reale corre ad ascoltare la testimonianza della Jessen: il futuro passa da lì, lo sa bene

Leggi tutto

Chiesa

Suor Serena: “nulla di quello che avevo chiesto è accaduto, eppure sono pienamente felice”

Ho deciso d’intervistare Suor Serena perché il suo sorriso è contagioso. No, non è uno scherzo. Lei ride. Ride alla vita. I suoi occhi scintillanti guardano il viso dei suoi giovani e raggiungono il loro cuore. Fu la mia bambina che, quando la vide, disse proprio: “Quella suora mi fa ridere il cuore!”, era fuor di dubbio che io avrei voluto sapere tutto, di lei. Questo è il racconto della sua vita, “impastata e stesa” da Dio.

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco: uniti per il futuro

All’udienza generale il Papa dedica la catechesi al viaggio apostolico a Budapest e in Slovacchia

Leggi tutto

Chiesa

Non riuscivo neanche a pregare

Padre Bako Francis Awesuh ha raccontato ad Aid to the Church in need il mese in prigionia dopo il rapimento da parte di musulmani Fulani.

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco: con Gesù sul mare della vita, senza paura

Dio vuole salire sulla barca della nostra vita, anche quando non abbiamo nulla da offrirgli, e aprire nuove possibilità. Così il Papa all’Angelus questa mattina in piazza San Pietro.

Leggi tutto

Storie

NIGER - La croce pasquale portata da un popolo che soffre

“Noi, cristiani di Dosso, formiamo una piccola, piccolissima comunità minoritaria all’interno di una società prevalentemente islamizzata. Felici di essere ma fragili di fronte alla varietà e densità di colori dei nostri fratelli”.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano