Chiesa

di Tommaso Ciccotti

Itinerari di arte e fede delle attività pastorali su San Pietro

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Mostrare il volto della Chiesa madre che accoglie tutti e sa indrizzare una parola autorevole a ciascuno. Questo nelle parole del cardinale Mauro Gambetti, vicario generale per la Città del Vaticano, è l’obiettivo degli itinerari di arte e fede della Basilica di San Pietro presentati stamani nella Sala Stampa della Santa Sede.

“Qual è il volto della Chiesa?”, ha chiesto il porporato. “Quello del Papa? Quello dei missionari? Quello degli scandali? Quello dottrinale del catechismo o quello dell’impegno sociale? Occorre spolverare lo specchio perché l’immagine riflessa sia più nitida e leggibile”. Il pensiero è proiettato già al prossimo Giubileo del 2025 quando a Roma sono attesi circa 30 milioni di pellegrini. È a loro che si vuole indicare un’immagine autentica della Chiesa. “Desideriamo rimuovere la polvere dallo specchio e mostrare il volto della Chiesa delle origini e originante, fondata su Pietro e sulla sua professione di fede in Gesù Cristo, figlio del Dio vivente”.

Prima tappa di questo itinerario è il videomapping “Seguimi. La vita di Pietro”, che sarà proiettato per la prima volta sulla facciata della Basilica di San Pietro il 2 ottobre prossimo alle ore 21. Della durata di circa 8 minuti, sarà proposto dal 2 al 16 ottobre, dalle 21 alle 23, ogni 15 minuti. Le scene narrano in prima persona attraverso la voce dell’attore Flavio Insinna, con sottotitoli nelle altre lingue, i momenti salienti della vita di Pietro: dalla chiamata alla sequela, dalla missione al martirio.

La facciata della Basilica diviene dunque uno degli schermi più suggestivi al mondo. I repertori iconografici sono quelli della Fabbrica di San Pietro e dei Musei Vaticani con le immagini di grandi artisti come Raffello, Perugino e Guido Reni. Il racconto è strutturato attraverso strumenti tecnologici capaci di valorizzare e armonizzare figure, suoni e parole in un intreccio tra antico e moderno, tra le nuove tecnologie e il patrimonio senza tempo dell’arte custodita in Vaticano. L’obiettivo è favorire in pellegrini e visitatori la conoscenza dell’umanità e della spiritualità dell’Apostolo, i suoi slanci, le cadute, la tenacia, il dubbio, le lacrime, avendo così la possibilità di riconoscersi nella sua esperienza di vita.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

22/09/2022
0310/2022
S. Maria Giuseppa Rossello

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Tutto quello che non sapete sulla pillola dei 5 giorni dopo

Una donna che faccia uso prolungato della pillola estroprogestinica deve aspettarsi di abortire, statisticamente, almeno una volta ogni dieci anni. Il campione di utenti attualmente rilevato, quanto alla pillola “d’emergenza” dei 5 giorni dopo, è di sole 35 donne. Le donne che fanno ricorso alla contraccezione d’emergenza intesa come pillola del giorno dopo, assumono una dose ormonale pari a 400 vecchie pillole

Leggi tutto

Chiesa

EL SALVADOR - “La democrazia è in terapia intensiva” ; parla il cardinale Rosa Chávez

“La democrazia ad El Salvador si trova in terapia intensiva”: sono le preoccupanti parole utilizzate dal cardinale Gregorio Rosa Chávez, Ausiliare di San Salvador, per fare il paragone con una malattia mortale che porta il malato nella “fase finale”.

Leggi tutto

Chiesa

Mali: liberata suor Narvaez, rapita 4 anni fa

Gioia per il rilascio della religiosa, francescana colombiana, in Mali, dopo anni di prigionia, molti dei quali trascorsi assieme al missionario padre Gigi Maccalli. La suora è in buone condizioni fisiche ed è arrivata in Italia per incontrare Papa Francesco.

Leggi tutto

Chiesa

Diocesi: monsignor Nolè (Cosenza) e la fede dei padrini

Monsignor Francesco Nolè, arcivescovo di Cosenza-Bisignano, ha spiegato la scelta di sospendere ad experimentum per un triennio i padrini e le madrine nella diocesi bruzia per le celebrazioni del sacramento della Cresima.

Leggi tutto

Storie

LIBANO - Vescovi Maroniti: fermiamo la guerra in Ucraina

Alla fine di marzo 2019, come riferito dall’Agenzia Fides (vedi Fides 28/3/2019 e 3/4/2019), il Presidente libanese Michel Aoun, dopo aver incontrato a Mosca il Presidente russo Vladimir Putin, aveva espresso pubblicamente la propria gratitudine alla Russia anche per il sostegno costante alle comunità cristiane in Medio Oriente.

Leggi tutto

Chiesa

Il dono della chiave

Che dono intuire che Gesù, Dio e uomo, è la chiave di ogni cosa. Talora certe spiritualità cercano un cielo senza terra o una terra senza cielo.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano