Storie

di Giuseppe Udinov

Putin annuncia la mobilitazione parziale dei riservisti

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Al via da in Russia la “mobilitazione parziale” dei riservisti: lo ha annunciato il presidente russo, Vladimir Putin, in un discorso televisivo alla nazione, in cui ha giustificato la decisione con l’obiettivo “di difendere il nostro territorio, il nostro Paese”. Dopo l’annuncio del Cremlino, il ministro russo della Difesa, Sergei Shoigu, ha riferito che saranno mobilitati 300mila riserviti.

Putin ha detto poi che “l’obiettivo dell’Occidente, che non vuole la pace in Ucraina, è l’indebolimento e la distruzione della Russia” come già avvenuto con l’Unione Sovietica. Riferendosi all’attacco all’Ucraina, Putin ha aggiunto che “gli obiettivi principali dell’operazione speciale rimangono invariati”, una operazione che “era necessaria” per “liberare il Donbass, oggi quasi completamente liberato”. Il presidente russo ha poi fatto riferimento all’uso di armi atomiche, affermando che è un ricatto avanzato dall’Occidente. “Ma all’Occidente dico – ha detto ancora Putin - abbiamo tantissime armi con cui rispondere. E useremo ogni strumento per difendere il nostro popolo”.

Il capo del Cremlino ha quindi ribadito il “sostegno ai popoli” delle quattro regioni che terrano un referendum per l’annessione a Mosca. Ieri infatti le due repubbliche separatiste di Lugansk e Donetsk hanno annunciato le date della consultazione popolare per l’annessione alla federazione russa. Si voterà dal 23 al 27 settembre nelle repubbliche filorusse, ma anche nelle regioni di Zaporizhzhia e Kharkiv. Inoltre la Camera bassa del parlamento russo ha approvato una serie di provvedimenti che rafforzano le pene in tempo di guerra con l’applicazione della legge marziale e in particolare anche contro i renitenti alla leva.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

22/09/2022
0310/2022
S. Maria Giuseppa Rossello

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Utero in affitto

Citiamo la politica poiché la lotta per legalizzare l’orrenda pratica è usata come bandiera da parte di una diversa politica schierata ideologicamente, famose per usare tristi vicende umane con lo scopo di acquisire voti: non è un caso che abbiano donne affette da agenesia uterina (Sindrome di Rokitansky) pretendano il riconoscimento della pratica “utero in affitto” come mezzo solidale.

Leggi tutto

Chiesa

Papa: il mondo non ha recepito la lezione delle tragedie del XX secolo

Papa Francesco riceve i membri di “Anima per il sociale nei valori d’impresa”, associazione che unisce imprenditori con finalità di promozione etica e sociale. “Dalla grande crisi finanziaria del 2007-2008 il mondo continua a essere governato da criteri obsoleti”

Leggi tutto

Storie

Yangon, guerra civile: 100 edifici religiosi distrutti

A essere colpiti chiese e monasteri buddisti. L’esercito non riesce a prevalere negli Stati Chin e Kayah a causa della resistenza della popolazione. Nei giorni scorsi bombardati anche obiettivi civili nel Kayin

Leggi tutto

Politica

Dal Consiglio d’Europa nessun sostegno a Erevan

Dall’Europa sono arrivate condanne sia all’Armenia sia all’Azerbaigian per il conflitto del 2020.

Leggi tutto

Chiesa

Metropolita Hilarion: “poniamo fine alle rivalità”

Il titolare del Dipartimento per le relazioni esterne del Patricarcato ortodosso, il metropolita Hilarion di Volokolamsk, ha affermato che non al momento non si parla unificare la chiesa ortodossa e cattolica, però queste ultime possono muoversi per porre fine ad una rivalità che va avanti da secoli.

Leggi tutto

Storie

Famiglia britannica accoglie rifugiata ucraina: il padre scappa con lei

Famiglia britannica accoglie rifugiata ucraina: il padre scappa con lei 10 giorni dopo mollando moglie e figli

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano