Società

di Nathan Algren

Haiti: siamo alla catastrofe umanitaria

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Per le Nazioni Unite ad Haiti è in corso una vera e propria “catastrofe umanitaria” dopo due settimane di violenze e attacchi ai magazzini di aiuti alimentari. “Nuovi livelli di disperazione”: così si sono espressi i funzionari Onu in merito alla realtà di Haiti, in preda a proteste e saccheggi. La fortissima instabilità si protrae dall’11 settembre, quando il primo ministro, Ariel Henry, ha annunciato un aumento del prezzo del carburante. Ciò ha innescato il blocco della stazione di servizio, che fornisce benzina, di Varreux: bande hanno cominciato a scavare trincee, riempiendo le strade vicine di container da trasporto vuoti e impedendo ai camion di distribuzione di avvicinarsi all’impianto. Le attività quotidiane nella capitale e nelle zone rurali, così come i diritti fondamentali - dalla libertà di movimento all’istruzione – sono compromesse.

Molteplici i livelli di crisi: economica, criminalità delle gang e politica, ha detto la funzionaria Helen La Lime, durante una riunione di emergenza del Consiglio di Sicurezza dell’Onu. Poco meno di 5 milioni di haitiani si trovano in stato di bisogno umanitario. Solo nelle ultime due settimane, gli attacchi alle scorte del Programma Alimentare Mondiale hanno provocato la perdita di circa 2 mila tonnellate di aiuti per un valore di almeno 6 milioni di dollari, stima il vice direttore esecutivo. Aiuti che avrebbero supportato collettivamente fino a 200 mila haitiani più vulnerabili nel prossimo mese.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

28/09/2022
2802/2024
San Romano

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Agroalimentare: a rischio usura oltre 176mila imprese

A rischio (chi)usura oltre 176mila imprese: 58mila sono al Sud. A rivelarlo uno studio licenziato da Cgia Mestre che elabora i recenti dati della Banca d’Italia sul grado di insolvenza delle imprese dopo la pandemia. L’area maggiormente a rischio è il Mezzogiorno, dove si contano 57.992 aziende, ovvero il 32,9% del totale.

Leggi tutto

Storie

Haiti: fuggiti i missionari rapiti

Il racconto della fuga dei missionari dalle mani dei rapitori

Leggi tutto

Società

Enea: buone notizie per le famiglie sui consumi

ENEA, forte rimbalzo dei consumi nel 2021 (+8%), ma segnali di rallentamento nel 2022

Leggi tutto

Società

La metà delle famiglie usa i risparmi per arrivare alla fine del mese

La crisi cresce ma Draghi ed il suo governo proseguono la distruzione dell’Italia con le sanzioni alla Russia e l’appoggio all’Ucraina. Gli italiani lo ricorderanno!

Leggi tutto

Storie

L’Onu accusa Pechino di ‘gravi violazioni dei diritti umani’

Un tanto atteso rapporto delle Nazioni unite ha accusato Pechino di “gravi violazioni dei diritti umani” nella regione dello Xinjinag

Leggi tutto

Storie

MYANMAR - Crisi umanitaria

La crisi unitaria attanaglia il Myanmar. Oltre 1,4 milioni di persone sono sfollate in tutto il paese, a causa del conflitto civile in corso. Gli scontri armati, aggravati da rigide misure di sicurezza, restrizioni di accesso e minacce contro gli operatori umanitari, continuano a ostacolare le operazioni umanitarie in tutto il Myanmar, afferma l’Ufficio ONU per il Coordinamento degli Affari umanitari (OCHA).

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano