Storie

di Roberto Signori

Caritas Algeria pone termine alle sue attività

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

La Chiesa cattolica in Algeria annuncia con rammarico la chiusura, a partire dal 1° ottobre 2022, di tutte le attività e opere caritative messe in atto da Caritas Algeria. La chiusura “completa e definitiva” viene annunciata in un comunicato dell’Arcivescovado di Algeri firmato da Paul Desfarges, Arcivescovo emerito di Algeri e Presidente dell’Associazione diocesana d’Algeria. Nel comunicato, scritto in tono asciutto e privo di recriminazioni polemiche, si riferisce che la drastica misura viene presa in ottemperanza alla richiesta delle pubbliche autorità algerine. “Naturalmente – si legge nel testo – la Chiesa cattolica resta fedele alla sua missione caritativa al servizio della fraternità”, in unione “con tutte le persone di buona volontà”.

Il comunicato prosegue citando l’incipit del Documento sulla Fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune, sottoscritto il 4 febbraio 2019 a Abu Dhabi da Papa Francesco e dallo Sheikh sunnita Ahmed al Tayyeb, Grande Imam di Al Azhar: “La fede porta il credente a vedere nell’altro un fratello da sostenere e da amare. Dalla fede in Dio, che ha creato l’universo, le creature e tutti gli esseri umani – uguali per la Sua Misericordia –, il credente è chiamato a esprimere questa fratellanza umana, salvaguardando il creato e tutto l’universo e sostenendo ogni persona, specialmente le più bisognose e povere”. “La Chiesa cattolica – conclude il comunicato firmato dall’Arcivescovo emerito di Algeri - ci tiene a ringraziare tutte le persone che hanno contribuito nel corso degli anni, e in diverso modo, a far vivere questa opera al servizio dei più vulnerabili e del popolo algerino”.

La disposizione di chiudere le attività di Caritas Algeria è stata presa dalle autorità algerine senza fornire motivazioni ufficiali e dettagliate di tale misura ai Vescovi della Chiesa cattolica d’Algeria. Fonti locali ipotizzano che la Caritas sia divenuta oggetto delle misure restrittive perché considerata alla stregua di una Organizzazione non governativa straniera. Tutte le comunicazioni arrivate dal Ministero dell’Interno contenevano riferimenti generici al fatto che la Chiesa cattolica stesse ‘coprendo’ una organizzazione non autorizzata, coinvolta in attività ‘fuori legge’, senza che fossero specificati riferimenti puntuali a eventuali articoli di legge violati.

Esponenti della comunità cattolica locale tendono a escludere che le misure imposte dalle pubbliche autorità algerine siano alimentate da sentimenti di ostilità nei confronti della Chiesa cattolica e della sua operosa presenza nel Paese. Piuttosto, la vicenda sembra collegata alla generale politica di restrizioni messa in atto negli ultimi tempi nei confronti delle ONG straniere e multinazionali. Le autorità algerine non hanno finora preso in considerazione tutte le ragioni oggettive attestanti la natura singolare della Caritas come braccio caritativo della Chiesa cattolica, natura che la distingue sostanzialmente e “statutariamente” dalle ONG, comprese quelle impegnate nei campi dell’assistenza e del soccorso umanitario.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

28/09/2022
2811/2022
San Giacomo della Marca

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

DEF: provare a leggere i numeri

Nel 2050 l’Italia avrà perduto il 17% della popolazione. In un trentennio accadrà quanto non è accaduto nel trentennio che andò dal 1915 al 1945, quando l’Italia fu squassata da due violentissime guerre mondiali e perse meno del 10% della sua popolazione. L’emergenza demografica, che si annuncia sicurissima all’orizzonte, non è un tema di nicchia: è la questione centrale italiana oggi.

Leggi tutto

Società

Manco al cinema posso andare

29 milioni di italiani continuano a vivere regolarmente sposati, allevano 15 milioni di figli minorenni o maggiorenni non autosufficienti, si fanno carico di 3,8 milioni di disabili, degli anziani che non possono più vivere da soli. Questa è l’Italia, nella sua stragrande ottimizzato. Raccontarla, mai?

Leggi tutto

Politica

Legge di bilancio; ecco la manovra

Una “legge di Bilancio espansiva”, da 30 miliardi di euro, che “accompagna la ripresa ed è in piena coerenza con gli altri documenti che guidano l’azione economica di questo Governo”, ha detto il Premier. Il Paese, nel 2022, “crescerà oltre il 6%”

Leggi tutto

Società

Norme anti-covid, le famiglie rinunciano al cinema

A confermarcelo è stato Maurizio Paganelli, gestore di cinque sale cinematografiche: l’Aladdin di Cesena, il Cineflash di Forlimpopoli, l’Astoria, il Saffi di Forlì e una sala a Ferrara.

Leggi tutto

Storie

Un risveglio immediato e cosciente

È così che agiscono le milizie del male oggi contro un’Umanità che si ribella, perché non intende cedere alle ferali aspettative di un farmaco. Mentre invece applaude rumorosamente, a favore dello Stupidarium Collettivo, che utilizza a profusione argomenti che parlano contro coscienza. Ma questo è il prezzo della libertà.

Leggi tutto

Storie

Athletica Vaticana e lo sport solidale

In vista della Maratona di Roma, che si svolge domenica nella capitale varie le iniziative solidali organizzate, tra gli altri, da Athletica Vaticana. Ci saranno quattro staffette solidali per raccogliere fondi destinate alle famiglie povere con bambini, assistite dal Dispensario Santa Marta

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano