Storie

di Giuseppe Udinov

ENEA, il nuovo piano nazionale di informazione per efficienza e risparmio

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Al via il nuovo Programma nazionale di Informazione e Formazione (PIF) “Italia in Classe A” per promuovere la cultura dell’efficienza energetica, attuato da ENEA, finanziato nell’ambito del PNRR dal Ministero della Transizione Ecologica (MiTE). Il PIF è stato presentato ieri a Roma dal presidente dell’ENEA Gilberto Dialuce, in un evento dedicato al quale hanno partecipato, tra gli altri, rappresentanti di MiTE, Banca d’Italia, ANCI, Istat, ADI Lazio, ISNOVA, Università e Politecnico di Milano, Università Iuav di Venezia, Human Foundation, GSE, Ferrovie dello Stato, NextChem e Fondazione Evolve (Gruppo Maire Tecnimont), Confimi, Confapi, Parlamento e Commissione UE, oltre a dirigenti e ricercatori dell’Agenzia.

“In un contesto di crisi energetica come quello attuale, informazione e formazione diventano cruciali per accrescere l’impegno verso una nuova cultura del risparmio energetico, incoraggiando un cambio comportamentale radicale e duraturo”, sottolinea Gilberto Dialuce. “ENEA – aggiunge – possiede in questo settore un vasto know how grazie al quale rivestiamo anche il ruolo di Agenzia nazionale per l’efficienza energetica. Al servizio del nuovo piano metteremo tutta l’esperienza acquisita nella gestione del precedente PIF, oltre a quella legata ai progetti nel settore della riqualificazione urbana e dell’efficientamento dei processi industriali”.

Nel prossimo triennio 2022-2024 le attività del nuovo PIF, che avranno come filo conduttore l’innovazione, saranno rivolte verso pubblica amministrazione, imprese, scuole e cittadini. Al centro del primo anno azioni e soluzioni per promuovere l’efficienza energetica e il contenimento dei consumi energetici attraverso la diffusione delle misure di sostegno agli investimenti nel settore civile, come le detrazioni fiscali per gli interventi di efficienza energetica e il recupero del patrimonio edilizio esistente (Ecobonus, Sismabonus, Superecobonus), il Conto Termico, il Fondo Nazionale per l’Efficienza Energetica, il Programma per la Riqualificazione Energetica degli edifici della Pubblica Amministrazione Centrale (PREPAC) e il Programma di interventi di efficienza energetica promossi dalle politiche di coesione 2021-2027, oltre alle azioni di informazione sulle Comunità Energetiche, rivolte agli enti locali e realizzate in collaborazione con ANCI.

“La Campagna continuerà a promuovere gli interventi di efficientamento nel settore civile attraverso l’informazione a cittadini e pubbliche amministrazioni sugli strumenti di sostegno messi in campo nel nostro paese. Contemporaneamente lavoreremo per rafforzare la consapevolezza del valore dei risparmi energetici associati agli investimenti in efficienza energetica”, spiega Ilaria Bertini, direttrice del Dipartimento ENEA di Efficienza energetica. “Questi interventi e uno stile di vita più sostenibile continua – devono diventare strutturali se vogliamo portare a termine il processo di decarbonizzazione”.

Le attività del PIF

Sarà sviluppato il progetto di ricerca DE-SIGN, un vero e proprio laboratorio urbano dedicato al design e all’abitare sostenibile. Diverse le attività di formazione per gli operatori della filiera sull’indoor & outdoor design, con focus sui nuovi materiali per l’edilizia, in collaborazione con università, studi di progettazione under 40, imprese e territori.

Numerose le iniziative pianificate nel corso del “Mese dell’Efficienza Energetica”, in programma a novembre, per promuovere un uso più consapevole dell’energia nelle abitazioni, nei luoghi di lavoro e nelle scuole. Con “Donne in Classe A” torna invece a rafforzarsi il legame tra efficienza energetica, scienza e formazione a supporto delle politiche di genere. Tra gli elementi di novità il progetto “5 passi da ingegnera”, con 5 studentesse, provenienti da istituti secondari di Roma, che compiranno un viaggio nel mondo dell’ingegneria e dell’efficienza energetica, attraverso un programma di formazione di 80 ore a cura della Fondazione Maire Tecnimont presso i laboratori della omonima multinazionale. Per sottolineare l’approccio multidisciplinare della Campagna, le 5 studentesse saranno novelle opinion leader con un travel blog sui principali social media di “Italia in Classe A”, che racconterà l’esperienza e le emozioni di queste giovani ambasciatrici durante la formazione.

Si rinnova anche la sezione Opinion Leader di “Italia in Classe A” con nuovi partner provenienti dal mondo delle imprese e della PA. Tra le azioni previste, anche la realizzazione di una nuova piattaforma evolutiva di “Italia in Classe A”, un innovativo sistema integrato, multifunzione e interattivo, ideato per accogliere contenuti personaliz­zati a seconda della categoria dell’uten­te. La piattaforma, fruibile attraverso diversi dispositivi, ospiterà anche virtual tour immersivi attraverso i quali sarà possibile visitare cantieri, edifici, appartamenti e città.

Torna la “Summer School Roberto Moneta” dell’Agenzia Nazionale per l’Efficienza Energetica dell’ENEA - in collaborazione con ISNOVA - alla quale si aggiungono ulteriori spazi informativi gestiti in collaborazione con il GSE.

Sul fronte della sensibilizzazione e della formazione dei più piccoli si rinnova anche il portale KDZENERGY, dedicato ai ragazzi di età compresa tra i 7 e i 14 anni, che da questa edizione esplorerà sotto la lente della sostenibilità energetica l’ambiente domestico ma anche quello urbano, attraverso strumenti innovativi e tecnologici.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

30/09/2022
0712/2022
Sant'Ambrogio vescovo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Bagnasco e l’impegno dei cattolici

La prolusione del Cardinale Angelo Bagnasco al Consiglio permanente della Cei è stata di impressionante nettezza. Il richiamo alla «famiglia come baricentro esistenziale da preservare» è stato condito da una serie di affermazioni che tracciano la strada all’impegno dei cattolici italiani

Leggi tutto

Media

Festival di Sanremo da dimenticare in fretta

Sempre e per sempre” canta Fiorella la rossa nella serata delle cover, in un Festival che avrebbe meritato di vincere. Sceglie De Gregori, dunque, al quale però non la lega nulla, se non una discreta parte del suo successo artistico. A meno che, con la sua densa nuova canzone, non abbia anche lei deciso di andare “A passo d’uomo”, titolo programmatico di uno schietto libro-intervista del “Principe della Sineddoche” (così un geniale striscione immortalò in un concerto il cantautore romano). Staremo a vedere: per adesso la Signora della Canzone italiana, l’interprete dal timbro invincibile è solo, per sua ammissione, una Combattente (militaresco titolo del suo ultimo cd), una grintosa guerrigliera teneramente persa nei sottoboschi del mainstream. Prenderle la mano e portarla fuori dal labirinto limaccioso in cui s’è cacciata guerreggiando a testa bassa, di questo viene voglia vedendola commossa e un po’ imbarazzata dietro l’inaspettato vincitore.

Leggi tutto

Società

I nodi dell’alternanza scuola-lavoro

L’Occupazione di ottobre è ormai un rito (in)civile a cui le istituzioni non si sentono di sottrarsi, pena l’apparire “fasciste”. Quest’anno la scusa è data da “La buona scuola”, che ha trasformato
nominalmente tutte le scuole superiori in licei e fattivamente tutti i licei in scuole professionali.
Salvo che – per forza di cose – oltre a non insegnare più il sapere non insegnano neppure il fare.

Leggi tutto

Società

La famiglia, sola barriera contro la mercificazione dell’uomo

Non solo la natalità biologica, ma pure la genitorialità adottiva è in caduta libera. Vediamo perché...........................

Leggi tutto

Società

L’onda del “femminismo prolife”

Se la questione dell’identità sessuata sarà una delle direttrici culturali del XXI secolo, è urgente un ripensamento dell’impegno femminista nel tempo che ci aspetta: le proteste e le battaglie del secolo scorso sono state sulla liberazione della femminilità dal dominio patriarcale, mentre adesso è necessario rinsaldare l’alleanza tra uomo e donna a vantaggio dei grandi esclusi – i figli.

Leggi tutto

Società

Non è un paese per bambini. Né per madri.

Alle madri è chiaramente impedito portare la propria visione della vita nei luoghi pubblici: di fatto la figura della madre è resa invisibile da mode (quella ecologista che vede l’avere figli come una violenza contro il pianeta, ad esempio), opinioni sbagliate (se hai più di due figli sei una povera idiota costretta al focolare, sei una che non conosce l’azione degli anticoncezionali, sei un’egoista) e proposte economiche imbarazzanti (i figli che dopo i 14 anni non valgono nulla, per il Ministero della Famiglia del paese).

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano