Storie

di Roberto Signori

Aggredito da un bullo, 14enne finisce in ospedale

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

“Sei un secchione”: il compagno di scuola gli in faccia lo sfottò e poi lo aggredisce. Lo prende a pugni, gli pianta una matita in testa e lo calpesta, rompendogli il naso. È l’ultimo episodio di bullismo avvenuto nei giorni scorsi a Parma, dove un 14enne è rimasto vittima del branco, finendo in pronto soccorso per trauma cranico e frattura delle ossa nasali. La famiglia ha sporto denuncia, i carabinieri hanno dato avvio alle indagini.

La vittima è un ragazzo di 14 anni iscritto al primo anno di una scuola superiore di Parma. “Lo hanno minacciato, hanno iniziato a colpirlo con degli schiaffi”, racconta la sorella del ragazzo alla Gazzetta di Parma. “Quando ho saputo quello che stava accadendo – continua la sorella – ho personalmente chiamato la scuola, ho parlato con qualcuno della direzione spiegando cosa stesse succedendo”.

Pochi giorni fa, c’è stata l’ultima aggressione: la più grave. Un compagno di scuola ha colpito il 14enne con un primo pugno alla nuca e un altro al volto, facendolo cadere. Una volta poi arrivati in classe, il bullo lo avrebbe più volte calpestato. A quel punto, il personale dell’istituto lo ha portato nello studio del preside mentre il 14enne è stato accompagnato all’ospedale.

Il ragazzino è stato dimesso dall’ospedale di Parma con una prognosi di 20 giorni per trauma cranico e frattura delle ossa nasali. Ora sulla vicenda indagano i carabinieri, dopo la denuncia sporta dalla famiglia, forte dell’ultimo referto medico.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

04/10/2022
1808/2023
Santa Elena

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

USA: mamme contro il gender nelle scuole

Il movimento ‘Moms for Liberty’ cresce e continuerà a svilupparsi sempre più in tutti gli Stati degli USA. Ben 85mila mamme per la libertà si candidano infatti ai consigli scolastici locali in tutti gli Stati Uniti, per combattere l’indottrinamento LGBTI, l’ipersessualizzazione e promuovere la libertà educativa e i diritti dei genitori.

Leggi tutto

Società

Seoul: denunce per bullismo

La misura entrerà in vigore dal 2026 mentre continuano a dilagare le violenze scolastiche. I comitati di prevenzione presenti nelle scuole spesso sono inefficaci.

Leggi tutto

Storie

MESSICO - I Vescovi e l’educazione

Citando l’enciclica “Fratelli Tutti”, e la sua esortazione a vivere nella società gli insegnamenti della parabola del Buon Samaritano, il messaggio invita a curare, guarire, farsi carico delle situazioni di dolore dei nostri fratelli, in particolare dei più piccoli. “I bambini e i giovani ci chiedono, in mille modi, di essere curati e accompagnati. Nulla ci distragga dal compito essenziale dell’educazione, che è quello di trasmettere alle nuove generazioni il respiro della vita, come pure la sua cura e promozione, nel rispetto senza restrizioni della loro dignità, della loro libertà di pensiero, della loro coscienza, della loro integrità”.

Leggi tutto

Chiesa

Diocesi: monsignor Nolè (Cosenza) e la fede dei padrini

Monsignor Francesco Nolè, arcivescovo di Cosenza-Bisignano, ha spiegato la scelta di sospendere ad experimentum per un triennio i padrini e le madrine nella diocesi bruzia per le celebrazioni del sacramento della Cresima.

Leggi tutto

Società

Disabile picchiato da tre extracomunitari per uno zaino

Tragedia sfiorata a Roma, dove un disabile è stato violentemente aggredito da tre giovani. I fatti risalgono al primo pomeriggio del sei febbraio scorso, ma solo adesso sono stati resi noti.

Leggi tutto

Società

Nel nome del Padre

In quest’epoca di pazzi, in cui trionfano disgustosi falsi miti di progresso, continua imperterrito questo insensato attacco alla famiglia come Dio l’ha voluta e vengono avanti nuovi diritti che mascherano vecchie schiavitù

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano