Politica

di Mario Adinolfi

EGONU O DELLA STRUMENTALIZZAZIONE

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Paola Egonu è egocentrica, si parla solo di lei, nessuno conosce il nome di un’altra qualsiasi pallavolista azzurra, ma ora si lamenta d’essere al centro dell’attenzione perché l’Italia non ha vinto. Pararsi dietro al razzismo è una furbata, la Egonu è criticabile come qualsiasi altra atleta e in questa occasione sta tenendo un comportamento da divetta che non bisogna alimentare con discorsi ideologici. Nessuno è razzista con lei, semplicemente Jesse Owens e Carl Lewis vincevano sempre l’oro mondiale e olimpico, la Egonu no. Ha perso tutti i tornei che contano, ha vinto solo una volta l’Europeo, torneo pallavolisticamente minore visto che le Olimpiadi le ha vinte la formazione statunitense e l’Italia a questi mondiali è stata eliminata dal Brasile. È una questione sportiva, opinabile certo, vogliono trasformarla nella solita strumentalizzazione politica. Nessuno ce l’ha con la Egonu perché è nera, se ci avesse fatto vincere il mondiale o le Olimpiadi sarebbe stata glorificata, non ce l’ha fatte vincere e forse ora è ancora più chiaro il male che le è stato fatto indicandola come portabandiera olimpico. L’hanno resa simbolo politico-ideologico a prescindere dai meriti sportivi, ora i demeriti sportivi tracimano in un contesto strumentalizzato politico-ideologico, facendo il male della ragazza.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

17/10/2022
0702/2023
San Riccardo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Ciò che accade, ciò che faremo

Lo scenario post-referendario è immediatamente diventato uno scenario pre-elettorale. Era prevedibile, imprevedibili sono stati i modi e i tempi. I modi perché tutti gli attori del sistema hanno ribaltato proprie posizioni che sembravano radicate, dimostrando che erano solo posizioni di comodo. I tempi perché la stagione delle elezioni politiche si colloca ormai pressoché certamente nel primo semestre 2017 costringendo tutti, noi del Popolo della Famiglia compresi, a prendere decisioni molto rapidamente.

Leggi tutto

Politica

Famiglia vuol dire lavoro

Con la paghetta di papà e una mancetta dalla pensione di nonna, il giovane italiano si forma in un contesto deresponsabilizzante in cui la politica sta dando il colpo di grazia: puoi fare il premier a caso raccolto per strada in una riffa, il vicepremier senza uno straccio di laurea che ti chiedono ormai pure per fare l’impiegato di quinto livello, spiegare agli studenti come affrontare l’esame di maturità senza aver mai fatto manco l’esame di maturità. In campagna elettorale ti prometto ottocento euro al mese per il tuo non fare niente e io gioco è fatto, l’area territoriale del Paese dove c’è il 47% di disoccupazione giovanile ti darà il 47% dei voti.

Leggi tutto

Politica

Ministro Bonetti: 30 milioni per i campi estivi

Non si coglie come sia possibile immaginare l’apertura di centri estivi – e chi dovrebbe educare i bambini ai giusti comportamenti all’interno dei medesimi? – se non si riconoscono le condizioni adeguate per riaprire le scuole. Si tratterebbe comunque di luoghi di “assembramento sociale”, in che spazi? Gestiti da chi? Insomma, le risposte del ministro contengono sempre una parte di giudizio interessante, a tratti anche condivisibile («i nostri figli hanno diritto di giocare», «la priorità è sostenere le famiglie e investire nel valore sociale che continuano a mettere in campo»), purtroppo innestate – quasi innaturalmente – in una concezione talmente ideologica e statalista per cui gli “aiuti” vanno promessi – si spera prima o poi anche erogati – al fine di un «cambio di paradigma» della società, che deve diventare come il ministro desidera.

Leggi tutto

Politica

Green pass, Mattarella ha firmato

Probabile la proroga dell’obbligo di Green pass per i sanitari. Anche se resta una norma pro tempore. Continuano ad infuriare le polemiche seppur i media remino quasi tutti dalla stessa parte.

Leggi tutto

Politica

Perchè Letta ha perso

Salvaguardare a tutti i costi solo i diritti degli LGBT a scapito di quelli di tutti gli altri non ha niente a che vedere con i passi in avanti del nostro Paese verso la civiltà, anzi è l’esatto contrario. Grazie a Dio, suonando e risuonando la tromba la coscienza civica degli italiani s’è svegliata ed è riuscita a svegliare la maggior parte dei Senatori. Altri ancora dormono cullati, come i compagni di Ulisse, dalle Sirene d’oltralpe del momento.

Leggi tutto

Società

L’Italia è il paese europeo meno attrattivo per lo shopping tax free

L’Italia è il Paese europeo meno attrattivo per lo shopping rivolto ai turisti internazionali.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano