Storie

di Nathan Algren

Il contributo delle chiese asiatiche

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

È venuto il tempo per le nostre Chiese dell’Asia di donare il proprio contributo alla Chiesa universale, soprattutto su temi come il dialogo interreligioso che per noi è vita quotidiana”.

A Bangkok - dove dal 12 ottobre è in corso la Conferenza generale promossa dalla Federazione delle Conferenze episcopali dell’Asia (Fabc) - i vescovi, sacerdoti e laici delegati da 29 Paesi hanno iniziato l’ultima settimana di lavori, che porterà alla conclusione di domenica 30 ottobre. Si è cominciato a riflettere su alcune nuove strade per rispondere come Chiesa alle grandi realtà emergenti dell’Asia di oggi. Linee d’azione che verranno riassunte in un messaggio finale al popolo di Dio - che verrà diffuso già nel fine settimana - e in un piano pastorale che invece verrà redatto nei mesi successivi.

Non sarà, però, una parola rivolta solo alle Chiese dell’Asia. Lo hanno chiarito questa sera in una conferenza stampa i tre presidenti di questa Conferenza generale: il card. di Yangon Charles Bo, presidente della Fabc, il card. Oswald Gracias, responsabile dell’organizzazione di questo evento e il card. di Bangkok Francis Xavier Kriengsak Kovitvanit. Ci sono infatti parole che stanno emergendo dalla discussione e che sono significative per le Chiese di tutto il mondo. “Molte nostre Chiese - ha osservato il card. Gracias - sono giovani, ma hanno lo stesso esperienze significative da offrire. Per noi - per esempio - il dialogo con le altre religioni è una sfida che viviamo da sempre e forse possiamo essere d’aiuto anche alle Chiese dell’Europa o degli Stati Uniti che oggi si interrogano sulle sue forme. Ma penso anche alla riflessione su pace e riconciliazione che hanno portato avanti le Chiese della Corea e del Giappone”.

Un altro tema di cui si sta parlando molto alla Conferenza generale di Bangkok è quello dei giovani. “Sono parte e protagonisti della nostra missione evangelizzatrice - ha commentato il card. Bo -. Se vogliamo cambiare l’Asia di oggi non possiamo che partire da loro, andando là dove sono. In questo senso ci sentiamo interpellati dalle sfide dei nuovi linguaggi e della comunicazione digitale”. In questo senso è molto significativo un nuovo strumento per avvicinare i giovani alla Bibbia che è stato presentato a margine dei lavori della conferenza: un volume che contiene dei QRcode attraverso cui il lettore arriva a video clip in cui alcune persone parlano di brani della Bibbia in relazione alla propria vita. Il progetto è stato reso possibile grazie alla collaborazione del card. John Dew di Wellington, Nuova Zelanda, di John Bergin, consulente delle United Bible Societies e dell’Ufficio per l’evangelizzazione della Fabc.

“Un’altra esperienza in questo senso - ha aggiungo durante la conferenza stampa il card. Kovitvanit - l’abbiamo vissuta ieri nella Giornata missionaria mondiale: grazie agli strumenti digitali i delegati presenti a Bangkok hanno potuto ‘incontrare virtualmente’ 20 diverse parrocchie sparse per tutta l’Asia”. A piccoli gruppi hanno visitato in questo modo – tra le altre - parrocchie di Mumbai, Dhaka, Seoul, Lahore, Yogyakarta, Pathein, Sabah, ma anche Darkhan in Mongolia, e altre a Taiwan, Brunei, Laos, Sri Lanka, Kazakistan e Filippine. La visita è iniziata con un’introduzione e un video della parrocchia, seguita da una conversazione con i delegati riuniti.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

26/10/2022
2602/2024
Sant'Alessandro

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

A Dio Silvio!

Ciao Silvio! Dopo anni di battaglie negli ultimi anni ti eri ammorbidito soprattutto su vaccini e diritti omosessuali ma resti il baluardo contro i sinistri e le loro utopie! Buon viaggio!

Leggi tutto

Storie

Pakistan - Condanna all’ergastolo per stupro di una bambina cristiana

La vittima aveva appena otto anni quando fu picchiata e violentata da un vicino. Attivisti per i diritti umani: “Questa decisione del tribunale diventi un messaggio forte contro tutti gli abusi sui minori in Pakistan”

Leggi tutto

Storie

Cina - Fede nei seminari cattolici cinesi

Sono 37 i futuri sacerdoti cattolici cinesi che alla fine dell’Anno accademico 2022-2023 si sono laureati in teologia in 5 Seminari della China continentale. Dei 37 neo-laureati, 13 hanno ottenuto il baccalaureato nel Seminario Nazionale a Pechino, 12 nel Seminario Maggiore di Hebei, 7 nel Seminario Maggiore di Jilin, 3 nel Seminario Maggiore dello Shaanxi e 2 nel Seminario Maggiore di Sichuan.

Oltre ai neo-laureati in teologia, 7 seminaristi hanno ottenuto la laurea in filosofia press

Leggi tutto

Storie

Narrazioni di ieri e di oggi

Un film che si può e forse si deve far vedere ai propri figli, ma senza rinunciare ad altre narrazioni che propongano un pensiero differente. Mi auguro che non le si debba cercare solo nel passato, che anche oggi se ne producano di nuove e valide.

Leggi tutto

Storie

SIAMO SOLI NOI

Il modo di usufruire delle meritate ferie è radicalmente cambiato in questi anni; un tempo, lo ricordo benissimo, i periodi vacanzieri delle famiglie si prolungavano per lunghi mesi, solo i padri tornavano nei luoghi di lavoro, la restante parte del nucleo familiare rimaneva nei luoghi di villeggiatura.  Ora le cose sono cambiate, le esigenze della gente aumentate, ma questo modo di fare turismo mordi e fuggi che con l’avvento di internet si è moltiplicato a dismisura non è per nulla un bene; da un lato è sicuramente una grande boccata di ossigeno per le attività commerciali locali più avvedute, dall’altro manca completamente di umanità e ci trasforma, ancora una volta, in numeri che rimangono fuori dal contesto locale.

Leggi tutto

Società

Oltre 120mila armeni in fuga dal Nagorno-Karabach

Dal Nagorno-Karabakh è in corso un esodo di massa in auto verso l’Armenia attraverso il corridoio di Lachin, rimasto chiuso per mesi.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano