Politica

di Roberto Signori

Mirabelli (ex Consulta): “Migrazione è economica, non garantita da Costituzione”

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

L’orientamento del Governo italiano rispetto allo stato di bandiera delle navi per cui se una persona è stata presa a bordo di una nave battente bandiera norvegese o tedesca per il solo fatto di essere a bordo di quella nave è sbarcato in un territorio norvegese o tedesco “ho l’impressione che sia una posizione più politica che giuridica”. Così il presidente emerito della Corte costituzionale Cesare Mirabelli che analizzando la questione del Decreto interministeriale del 4 novembre 2022 (Interno, Difesa, Infrastrutture), sgombera all’Adnkronos il campo dalle presunzioni e possibili contestazioni di profili incostituzionalità nel Decreto con queste parole: “Qui abbiamo un fenomeno migratorio di tipo economico che non e’ contemplato dalla nostra Costituzione ed esubera anche il problema specifico delle navi”. “La Carta non immaginava una immigrazione di massa come quella che viviamo e si può prospettare nel tempo. La criticità da affrontare è più grande, di dimensioni europee”.

Secondo il costituzionalista, con il decreto interministeriale che vieta alla nave Humanity 1 di sostare nelle acque territoriali nazionali oltre il termine necessario ad assicurare le operazioni di soccorso e assistenza ed assicura l’assistenza per l’uscita dalle acque territoriali, “l’esecutivo ha voluto sollevare un problema, aprendo un dialogo e un contenzioso con gli altri stati sulla base dell’assunto che una nave iscritta sotto la sovranità di un paese per quanto riguarda le richieste d’asilo debba rispondere a quel paese”. Il quadro è complesso: “Va ricordato che la nostra Costituzione è molto aperta al soccorso degli stranieri: All’articolo 10 assicura infatti l’accoglienza ed il diritto di asilo allo straniero, al quale sia impedito nel suo paese l’effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione italiana. D’altro canto- ricorda - le navi Ong invocano altre norme che impongono ai comandanti di prestare soccorso e tenere a bordo le persone soccorse per farle scendere in porto sicuro. Quindi - sollecita Mirabelli - si può continuare a far finta di niente o si tratta di individuare le azioni e trovare i rimedi”.

Il presidente emerito della Corte ribadisce ancora: “Dimensioni e condizioni sono diverse da quelle ipotizzate dai nostri costituenti e non garantiscono la immigrazione per motivi economici”. “Quella in atto non è una invasione”, dunque non è pertinente invocare l’articolo 52 sulla difesa della patria. “Ma l’accoglienza da parte della Repubblica e’ dovuta quando ci sono le condizioni che la Costituzione prevede: qui abbiamo un fenomeno migratorio di tipo economico che non e’ contemplato ed esubera anche il problema specifico delle navi. Ciò che deve trovare soluzione anche in chiave umanitaria sollecita quindi una riflessione più ampia che coinvolga oltre che il nostro paese pure l’Europa, come ha invitato a fare anche lo stesso Pontefice”

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

08/11/2022
2302/2024
San Policarpo di Smime

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Media

La gelida propaganda del poliamore fotografato

Nick e Celeste, 35 e 34 anni, si sono incontrati col servizio okCupid. Il partner sessuale primario di Nick è Celeste, ma egli ha altre due partner che vede un paio di volte al mese e ne sta attivamente cercando altre. Nick ha detto a Celeste di amarla occasionalmente con un po’ di imbarazzo, ma anche Celeste ha molti rapporti sessuali con altre persone, con un paio ha una relazione profonda. Nick e Celeste andranno a vivere insieme, quindi stanno cercando di dare un nome alla loro relazione: sono compagni statisticamente significativi.

Leggi tutto

Politica

Verdini butta la maschera: «Sono io il regista di tutto»

L’ex braccio destro di Berlusconi rivendica come proprio merito anche le unioni civili

Leggi tutto

Società

Punti di forza e di debolezza della scuola italiana oggi

Riflessione sulla scuola italiana.Il testo di un ricco e stimolante intervento dalla terza festa nazionale del nostro quotidiano.

Leggi tutto

Politica

Sconfessate le famiglie arcobaleno

Per la Costituzione del 1948 articolo 29, per l’articolo 5 comma 1 legge 40 del 2004, per la sentenza della Corte Costituzionale 162 del 2014, persino per la legge Cirinnà del 2016, infine per la sentenza della Corte Costituzionale 221 del 2019, è famiglia solo la società naturale basata su una coppia di persone di sesso diverso unite in matrimonio o almeno stabilmente conviventi. È illegale in Italia per le coppie lesbiche utilizzare la fecondazione eterologa, è illegale per le coppie gay la pratica dell’utero in affitto, le “famiglie arcobaleno” sono dunque sconfessate e l’omogenitorialità nell’ordinamento giuridico italiano non esiste.

Leggi tutto

Storie

Diocleziano ed il martirio dei cristiani

Le maggiori persecuzioni contro i cristiani di cui si hanno chiari resocontia sono state quelle sotto Marco Aurelio, una seconda con Decio e Valeriano e di una terza, detta la “grande persecuzione”, con Diocleziano. Finirono con l’editto di Nicomedia del 311 emanato dall’imperatore Galerio, confermato dall’editto di Milano del 313 promulgato da Costantino I

Leggi tutto

Politica

Report risultati elettorali liste Popolo della Famiglia

Alle elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre 2021 il Popolo della Famiglia è stato protagonista con il proprio simbolo in trentanove liste presentate su tutto il territorio nazionale, partecipando a regionali, comunali, municipali e circoscrizionali con un reticolato organizzativo mai così fitto.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano