Politica

di Roberto Signori

Permessi 104, nuove opzioni modificare la domanda

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

I lavoratori che hanno presentato domanda di benefici per la Legge 104, dai permessi orari a quelli mensili e ai congedi, hanno una nuova funzionalità INPS online che consente di annullare automaticamente una precedente richiesta.

La Legge 104 permette di chiedere una serie di permessi retribuiti per se stessi o per assistere parenti con disabilità grave. E la nuova funzionalità consente di intervenire su tutte le tipologie

La nuova opzione consente di modificare le seguenti richieste:

  • giorni di permesso mensile (art. 33, comma 3, della legge n. 104/1992) per assistere un familiare disabile;
  • giorni di permesso mensile e ore di permessi giornalieri (art. 33, comma 6, della legge n. 104/1992) per sé stessi;
  • prolungamento del congedo parentale (art. 33 del D.lgs 26 marzo 2001, n. 151) e riposi orari (art. 33, comma 2, della legge 104/1992 e art. 42, comma 1, D.lgs n. 151/2001).

Attenzione: la rinuncia può riguardare solo periodi per i quali era già stata presentata domanda. In altri termini, non si può presentare domanda di rinuncia relativa a benefici che riguardano periodi successivi, oppure interamente fruiti.

L’INPS propone i seguenti esempi

  • Domanda originaria di beneficio ex legge 104 per il periodo 20 ottobre – 31 dicembre 2022 e richiesta di rinuncia presentata a novembre 2022: ammissibile perché il mese nel quale si presenta domanda è compreso nel periodo di beneficio richiesto con la prima domanda.
  • Domanda originaria per il periodo 1° gennaio – 10 febbraio 2023 e richiesta di rinuncia presentata a novembre 2022: non ammissibile, perchè il mese non è compreso nel periodo per il quale è stato chiesto il beneficio con la prima domanda.

Il sistema è predisposto per accettare le domande di rinuncia solo in relazione alle domande che ricadono nel periodo ammissibile: quando si entra nella nuova funzionalità di rinuncia alla domanda, viene proposto l’elenco delle sole domande per le quali è possibile effettuare la comunicazione di rinuncia.

A questo punto, l’utente deve indicare la data dalla quale intende rinunciare al beneficio, e dichiarare di avere fruito o meno, per il mese in corso, dei benefici richiesti nella domanda originaria. Dopo che è stata completata la procedura di richiesta, è possibile consultare riepilogo e ricevuta. C’è sempre la possibilità sia di consultare le domande sia di annullarle, entro due giorni dalla data di presentazione.

Tutte le istruzioni sono contenute nel messaggio INPS 4040/2023.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

16/11/2022
0412/2022
S.Giovanni Damasceno

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

Sostegno alle le famiglie colpite da eruzione vulcanica e tsunami a Tonga

La maggior parte del paese è stata colpita da uno strato di 1-2 cm di cenere vulcanica, che sta colpendo i rifornimenti di acqua e cibo, e ha un impatto negativo sulla qualità dell’aria. Nei prossimi giorni, l’accesso all’acqua potabile sarà una priorità immediata. Le linee di comunicazione sono interrotte dal 15 gennaio, rendendo difficile ottenere informazioni sull’entità dei danni.

Leggi tutto

Storie

Ucraina - Kiev, saccheggiato il seminario

Bombardato due volte dall’inizio della guerra, il seminario cattolico di Vorzel è stato oggetto di una razzia. Portato via di tutto: dalle pentole al calice con cui Giovanni Paolo II celebrò la Messa nel 2001 in Ucraina. Padre Ruslan Mykhalkiv: “Penso che siamo stati derubati anche da gente che vive in zona. Hanno fame ed è tutto chiuso, qui c’era cibo e si sono sfamati. Questo è giusto, il resto no”

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco: non dimentichiamo le altre guerre

Nel discorso rivolto ai nuovi ambasciatori di Pakistan, Emirati Arabi Uniti, Burundi e Qatar, il Papa sottolinea come la fraternità e l’appoggio umanitario debbano essere rivolti a tutta la famiglia umana senza distinzioni

Leggi tutto

Storie

Colombo: allarme lavoro minorile

La Giornata internazionale contro il lavoro minorile celebrata il 12 giugno è stata l’occasione per riaccendere i riflettori su questa piaga. Anche papa Francesco ha lanciato un forte appello in questo senso durante la preghiera domenicale dell’Angelus. In questo contesto in Asia meridionale a destare particolare preoccupazione è il caso dello Sri Lanka, dove il lavoro minorile è un fenomeno ampiamente nascosto.

Leggi tutto

Storie

Si fa rimuovere organi sessuali ma poi se ne pente

Il Daily Mail ha recentemente riportato il caso di un giovane britannico, a cui sono stati rimossi i genitali durante un intervento chirurgico di riassegnazione di genere, che sì è pentito di averlo fatto e che ha citato in giudizio il sistema sanitario nazionale (SSN) per il fatto di non essere stato informato adeguatamente su tutte le conseguenze dell’operazione.

Leggi tutto

Storie

INDIA - I missionari Camilliani in soccorso delle vittime dei disastri

“Lo stato di Assam è di nuovo sommerso e abbandonato: la situazione si presenta ogni anno e che colpisce tutta la popolazione. Anno dopo anno, assistiamo a una continua perdita di vite umane, danni alle coltivazioni e perdita di bestiame e fauna selvatica

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano