Chiesa

di Tommaso Ciccotti

Nicolò Anselmi è il nuovo vescovo di Rimini

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Monsignor Nicolò Anselmi è il nuovo vescovo di Rimini. Subentra a monsignor Francesco Lambiasi che lascia per limiti di età. L’annuncio della scelta del Papa è stato dato, in contemporanea con la sala stampa vaticana, a Rimini e Genova, dove l’arcivescovo Marco Tasca ha parlato di «momento di grande gioia, ma anche doloroso perché – ha aggiunto – umanamente il momento del distacco è doloroso e per la nostra Chiesa genovese è un momento di fatica, che però ci deve far sentire uniti e ci deve far crescere. Restiamo uniti a monsignor Nicolò e alla sua famiglia – ha proseguito Tasca – e preghiamo per la sua nuova missione nella Chiesa di Rimini, che oggi riceve una grande grazia. Continuiamo a pregare per queste due Chiese che si affacciano sul mare e che da oggi si sentiranno ancora più unite».

Nato a Genova il 9 maggio 1961, monsignor Anselmi è stato ordinato sacerdote dal cardinale Giovanni Canestri il 9 maggio 1992. Dal 1994 al 2007 è stato responsabile del Servizio di Pastorale Giovanile dell’arcidiocesi di Genova ed ha organizzato la partecipazione dei giovani genovesi alle Giornate Mondiali della Gioventù di Parigi (1997), Roma (2000), Toronto (2002), Colonia (2005). Dal 2007 al 2012 ha svolto l’incarico di Responsabile del Servizio Nazionale per la pastorale giovanile presso la Segreteria Generale della Cei e ha organizzato la partecipazione dei giovani italiani alle Giornate Mondiali della Gioventù di Sydney (2008) e Madrid (2011). Il 10 gennaio 2015 papa Francesco lo ha eletto vescovo ausiliare di Genova. Ha ricevuto la consacrazione episcopale l’8 febbraio successivo. Parroco di Santa Maria delle Vigne, è .membro e segretario della Commissione episcopale Cei per la famiglia, i giovani e la vita.

Nel primo messaggio alla diocesi di Rimini, Anselmi, nell’omaggiare il suo predecessore Lambiasi definito «pastore saggio e preparato», dice di provare «un po’ di ragionevole timore» accompagnato però da «tanta fiducia nell’assistenza dello Spirito Santo. Spero – aggiunge il vescovo eletto di Rimini – di essere accolto con benevolenza; vorrei riuscire ad essere, prima di tutto, al servizio dell’unità, della comunione, della pace primo dono del Risorto».

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

18/11/2022
0312/2022
San Francesco Saverio

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Mai più un soldo pubblico a questi blasfemi (e fuori dalle scuole)

Decine di migliaia di euro in meno di tre mesi quest’anno al circolo gay Cassero di Bologna. Che svolge iniziative volgari e blasfeme. Ora basta

Leggi tutto

Chiesa

Viganò diffida dall’esegesi del Papa eretico

Quando Francesco disse – affacciandosi sulla piazza quella prima sera del suo pontificato – di venire dalla fine del mondo, certo non avrebbe immaginato, né lo immaginavano i fedeli, quale difficoltà avrebbe comportato la traduzione quotidiana di questa provenienza da un luogo e da una mentalità differente da quella europea. Ma è accaduto e, pian piano, anche gli addetti alla comunicazione in Vaticano ne stanno prendendo atto. Papa Francesco va compreso in quelle che sono le specificità del proprio modo di comunicare e poi va opportunamente raccontato: questo è il messaggio che arriva da mons. Viganò. C’è dunque un altro passo avanti: nelle parole del Monsignore si riscontra sì la necessità di dire che devono essere evitare “letture eretiche”, ma – al tempo stesso – c’è l’ammissione indiretta che gli equivoci non nascono soltanto dalla malafede, ma da un realistico ostacolo, per la mentalità europea/occidentale, di raccontare il pontificato di Papa Francesco. Perché il Papa non viene da un altro pianeta, ma per il nostro modo di pensare, ragionare, anche catalogare, a volte è stato come se fosse stato così.

Leggi tutto

Chiesa

Liberato padre Tom

Papa Francesco ha ricevuto in udienza privata Padre Tom Uzhunnalil, il salesiano rapito per diciotto mesi in Yemen e liberato pochi giorni fa. La Società di don Bosco ha deciso che nessun posto sarebbe stato adeguato e sicuro, per lui, quanto la casa salesiana in Vaticano. Il sacerdote si è prostrato a terra per baciare i piedi del vicario di Cristo, il quale ha baciato le mani del confessore

Leggi tutto

Politica

La nuova #roadmap per il Popolo della Famiglia

La percentuale dello 0.7% ha creato in alcuni – devo dire in realtà pochi – una certa delusione. Ora, è ovvio che sarebbe stato meglio ottenere un risultato maggiore, ma la domanda che dobbiamo porci è un’altra: «Noi abbiamo fatto davvero tutto il possibile?». Io credo di sì. Io credo che nelle circostanze date, abbiamo fatto davvero tutto quello che era nel novero delle nostre possibilità. Ora occorre cambiare le condizioni, cominciando proprio dall’allargamento della percentuale di italiani che conoscono il Popolo della Famiglia

Leggi tutto

Politica

Il Popolo della Famiglia all’alba del neo-bipolarismo

Dopo aver perso contro Salvini per averlo attaccato dal fronte piddino, ora la Chiesa sembra soppesare l’opportunità di provare a influenzarlo (e potrebbe essere un ulteriore errore). Peccato, perché il momento sarebbe propizio per la nascita di un vero nuovo bipolarismo: i fattori paiono esserci.

Leggi tutto

Società

ALTRO CHE DDL ZAN: LA LEZIONE DELLA ROWLING

La scrittrice ha sottolineato: “Mi sono allontanato da Twitter per alcuni mesi prima e dopo aver condiviso il mio sostegno per Maya, perché sapevo che non fosse fatto bene alla mia salute mentale. Sono ritornata da solo perché volevo condividere gratis un libro per bambini durante il l ‘’ ogni donna è coinvolta in questo dibattito in - TERF “.La sigla TERF è un termine coniato dagli attivisti Lgbt che significa femminista radicale trans-esclusivo e comprende molte diverse tipologie di persone come una madre che ha paura suo figlio voglia cambiare sesso per sfuggire al bullismo omofobico e una signora anziana che ha ammesso di non usare più fare acquisti da Marks & Spencer perché hanno permesso a un uomo che si identifica come donna di accedere ai camerini destinati alle donne, e molti altri esempi.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano