Storie

di Roberto Signori

Il primo trans eletto nel New Hampshire arrestato per molestie

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Non è durato una settimana: Stacy Laughton, nato Barry Charles Laughton Jr. e primo trans eletto a una carica pubblica nel New Hampshire, è finito in manette con l’accusa di aver molestato e perseguitato una donna già protetta da ordine restrittivo nei confronti dello stesso Laughton. L’arresto, avvenuto il 12 novembre scorso, arriva a pochi giorni dalla sua elezione alla Camera del New Hampshire tra le fila dei democratici.

Laughton, 38 anni, aveva contattato la vittima tramite i social media e secondo il dipartimento di polizia di Hudson non si tratta della sua prima violazione di un ordine restrittivo. Già ad agosto, infatti, Laughton aveva tentato di mettersi in contatto con la vittima, per poi finire in manette il mese dopo. Sorprendentemente — ma in realtà c’è ben poco da sorprendersi — l’episodio non ebbe alcuna copertura mediatica e gli elettori dem rimasero all’oscuro della condotta di Laughton, eletto nel 4° distretto di Nashua. Laughton si è piazzato secondo su quattro candidati, assicurandosi un seggio alla Camera dei Rappresentanti.

Le recenti violazioni degli ordini restrittivi e gli episodi di stalking hanno scoperchiato un vaso di Pandora di precedenti penali del politico trans, che è libero su cauzione per un arresto nel 2021 per abuso del servizio di emergenza pubblico. In quell’occasione aveva chiamato sette volte il 911 esortando gli agenti di polizia a intervenire all’indirizzo di casa sua. In ogni singola occasione gli agenti avevano stabilito che non vi fosse emergenza. Laughton negò ogni volta di aver chiamato il 911, attribuendo la chiamata ad un autore sconosciuto.

Non è finita: scavando nel passato di Laughton è emerso che l’esponente dem era già stato eletto nel 2012, ma si era ritirato prima di entrare in carica dopo che i giornali avevano reso nota una sua condanna a quattro mesi di prigione nel 2008 per furto di identità, frode finanziaria e falsificazione di prove fisiche. A ben vedere nemmeno nel 2015 Laughton era riuscito a tenersi lontano dai guai, finendo in manette per un falso allarme-bomba al Southern New Hampshire Medical Center, dove era in cura per un disturbo bipolare. Riconoscendogli un certo grado di infermità mentale il giudice lo aveva condannato a sei mesi di reclusione, con sospensione della pena.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

23/11/2022
0712/2022
Sant'Ambrogio vescovo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

10 stati USA propongono leggi contro i bloccanti della pubertà

I legislatori hanno presentato i progetti di legge in almeno dieci stati, tra cui Alabama, Alaska, Arizona, Georgia, Indiana, Kentucky, Missouri, New Hampshire, Oklahoma e South Dakota.

Leggi tutto

Storie

“C’era una volta”

La rassegna di letture per i più piccoli nei nosocomi pediatrici italiani, a cura della Fondazione De Sanctis, è stata inaugurata all’Ospedale Bambino Gesù

Leggi tutto

Chiesa

Il dono della chiave

Che dono intuire che Gesù, Dio e uomo, è la chiave di ogni cosa. Talora certe spiritualità cercano un cielo senza terra o una terra senza cielo.

Leggi tutto

Politica

Speranza deve andare a casa

Chi vuole essere ucciso, può stare sereno: non deve pagare. O meglio, è giusto che al suo posto paghino tutti. Lo ha dichiarato apertamente nelle scorse ore il Ministro della Salute, Roberto Speranza. «Una volta che la procedura di verifica del rigoroso rispetto delle condizioni individuate dalla Consulta sia stata completata», ha detto parlando con La Stampa, «le strutture del servizio sanitario nazionale non possono assumere atteggiamenti ostruzionistici, né è ipotizzabile che i costi siano a carico del paziente».

Leggi tutto

Storie

INDIA - Oltre 200 casi di violenza sui cristiani in 5 mesi

Nell’anno 2022, da gennaio alla fine maggio sono stati segnalati 207 casi di violenza contro i cristiani in India

Leggi tutto

Storie

INDIA - I missionari Camilliani in soccorso delle vittime dei disastri

“Lo stato di Assam è di nuovo sommerso e abbandonato: la situazione si presenta ogni anno e che colpisce tutta la popolazione. Anno dopo anno, assistiamo a una continua perdita di vite umane, danni alle coltivazioni e perdita di bestiame e fauna selvatica

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano