Politica

di Roberto Signori

Ucraina, sull’invio di armi approvata la mozione della maggioranza

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Sull’invio di armi all’Ucraina, dalla Camera è arrivato il via libera alla mozione della maggioranza. Il testo, che contiene anche l’ok a proseguire con i rifornimenti a Kiev, è stato votato anche dall’opposizione. Sono state approvate anche le mozioni di Pd e Italia Viva-Azione mentre è stata respinta quella presentata da Verdi e Sinistra Italiana (con 4 voti favorevoli, 246 contrari e 1 astenuto), dopo che aveva già ricevuto lo stop un documento del M5s (con 46 voti favorevoli, 193 contrari e 75 astenuti). “Se il governo vuole perorare una linea guerrafondaia armi a oltranza e zero negoziati venga in Aula a dirlo, a metterci la faccia davanti agli italiani e a far votare il Parlamento”, ha commentato il leader del Movimento Giuseppe Conte.

Nel documento, mozione della maggioranza, approvato si parla dell’impegno a “proseguire senza riserve l’attività di sostegno, economico e militare, a Kiev e al popolo ucraino, in continuità con le azioni intraprese e i provvedimenti adottati dall’esecutivo guidato da Mario Draghi, anche mediante l’invio di nuovi equipaggiamenti bellici, tenendo opportunamente informato il Parlamento sulle decisioni che si intenderanno assumere”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

01/12/2022
2102/2024
Sant'Eleuterio

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Tag associati

Articoli correlati

Politica

Al valzer di Matteo e Giorgia

In Umbria il voto è stato chiaro: la sinistra continua a perdere consensi, ma anche tra i vincitori esiste sempre meno centro e più destra. Matteo Salvini e Giorgia Meloni proseguono la loro ascesa mentre Forza Italia continua a perdere consensi.La surreale “foto di Narni” con Zingaretti, Di Maio, Conte e Speranza nell’ultimo minuto utile di una campagna elettorale che anche i muri sapevano persa, è la prova della insipienza politica di questi supposti leader. Di Maio è riuscito in 18 mesi a portare il M5S dal 33% delle politiche al 17% delle europee al 7% di domenica in Umbria; Zingaretti prende schiaffi ad ogni elezione dal Friuli alla Sardegna, ora comincia a perdere le regioni rosse e se dovesse perdere l’Emilia Romagna si dovrà ritirare dalla politica, altro che crisi di governo, in più ha perso la faccia perché il suo obiettivo di andare ad elezioni politiche anticipate l’ha dovuto accantonare dopo la cinica ma brillante mossa di Renzi; Speranza è ministro della Salute in virtù della leadership di un partito, Liberi e Uguali, che si è addirittura sciolto un anno fa; Conte, poi, dopo le rivelazioni del Financial Times sui suoi conflitti di interessi è davvero appeso a un filo. Insomma, se le sinistre sono costoro, davvero c’è poco da temere, sono tutti destinati a sparire.

Leggi tutto

Società

La “resilienza” del fenomeno droga in tempo di pandemia Covid-19 e le nuove tendenze italiane.

La nuova strategia dell’UE in materia di droga per il periodo 2021-25 indica chiaramente che la risposta europea deve essere basata su dati concreti e realizzata attraverso un approccio equilibrato e integrato in base al suo impatto sulla salute, la sicurezza e il benessere dei nostri cittadini. L’EMCDDA ha il compito di contribuire a fornire i dati necessari per garantire che le politiche e le azioni europee in materia di droga siano coordinate, efficaci, ben mirate e reattive a nuove minacce e sfide

Leggi tutto

Politica

Nessun aumento per le persone con invalidità

Nessun aumento per le persone con invalidità. In una Legge di Bilancio da 30 miliardi di euro, infatti, non è stato reperito nemmeno un centesimo per l’incremento degli assegni che a fine mese vengono erogati agli invalidi.

Leggi tutto

Storie

Obbligo vaccinale adesso: forse pericoloso, probabilmente inutile

Dopo mesi di “orizzontale sonno”, finalmente alcuni colleghi iniziano narrazioni contro le decisioni del governo Draghi, sul green pass e sull’obbligo vaccinale. Probabilmente le bugie evidenziate sul numero reale degli italiani “scontenti” dell’opera del governo stanno risvegliando alcune anime…. In nome della pluralità informativa eccovi un articolo condivisibile soltanto sull’inutilità dell’obbligo vaccinale ma non nelle motivazioni e sugli attacchi a chi liberamente continuerà a non “sierare” se se stesso ed i propri bambini, figli, nipoti.

Leggi tutto

Storie

Putin lancia l’operazione militare in Ucraina

La tanto temuta guerra in Ucraina è scoppiata. La Russia è entrata con le sue armate alle prime luci del giorno ed ha iniziato quella che Putin definisce un’operazione di difesa dei confini russi ed una reazione alla terribile strage di Odessa.

Leggi tutto

Storie

Musei Vaticani e l’icona ucraina di Maria

Risalente al XVII secolo, la Madonna Odigitria ricevuta in dono da San Giovanni Paolo II nel suo viaggio a Leopoli nel 2001, è l’unico esempio di arte ucraina custodito dai Musei del Papa

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano