Storie

di Giuseppe Udinov

Lavrov attacca il Papa e il Vaticano

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Il ministro degli Esteri russo, Serghei Lavrov, nelle scorse ore ha scandito che il Pontefice vuole mediare sull’Ucraina ma recentemente “ha fatto delle dichiarazioni non cristiane” sulle crudeltà commesse in particolare da membri di due nazionalità della Russia, cioè i Ceceni e i Buriati.

“Il Vaticano ha detto che ciò non si ripeterà e che probabilmente c’è stato un malinteso, ma questo non aiuta ad aumentare l’autorità dello Stato pontificio”, ha sostenuto Lavrov nel corso di una recente conferenza stampa.

Secondo il ministro di Mosca, la cooperazione con l’Occidente sulla sicurezza europea non potrà essere ripresa in un futuro prevedibile. Ma “se e quando l’Occidente capirà che è meglio coesistere sulla base di fondamenta concordate, ascolteremo quello che hanno da proporre”. Per riprendere un dialogo diplomatico con l’Unione europea la Russia deve capire “quando delle persone sensate appariranno nella diplomazia europea”. Lavrov ha poi citato un’affermazione dell’Alto rappresentante per la politica estera della Ue, Josep Borrell, secondo cui “il conflitto deve finire con la vittoria dell’Ucraina sul campo di battaglia”. “Questo la dice lunga sulla diplomazia europea”, ha aggiunto il ministro degli Esteri russo.

Il ministro degli Esteri italiano Antonio Tajani “sta facendo dichiarazioni relative a idee indirizzate a cercare una soluzione” in Ucraina, “ma non ho sentito proposte concrete”. Così Lavrov in conferenza stampa.

Ho informazioni sulle crudeltà che vengono commesse”, aveva detto il Pontefice in un’intervista a America, la rivista dei gesuiti. “È chiaro chi sto condannando. Non è necessario che metta nome e cognome”.

E ancora: “Quando parlo dell’Ucraina, parlo di un popolo martoriato, ha qualcuno che lo martirizza. Ho molte informazioni sulle truppe che invadono… in genere i più crudeli sono forse quelli della Russia, che tuttavia non sono della tradizione russa, come i ceceni e i buriati e così via. Certamente chi invade è lo Stato russo. Questo è molto chiaro”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

02/12/2022
0702/2023
San Riccardo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

Fatebenefratelli - Gemelli Isola: assistenza per tutti nel centro di Roma

Lo storico ospedale romano, salvato economicamente lo scorso giugno, si rilancia con la sinergia con il Policlinico Gemelli e l’Università Cattolica. Monsignor Galantino: esaudita la volontà del Papa. Cinque saranno i settori di eccellenza, tra cui ostetricia e radiologia oncologica.

Leggi tutto

Chiesa

Papa: non preti “superuomini” ma con il cuore

Nel discorso consegnato ai partecipanti al Corso per rettori e formatori dei seminari latinoamericani, Francesco sottolinea che le motivazioni vocazionali autentiche sono “la sequela del Signore e l’instaurazione del Regno di Dio

Leggi tutto

Chiesa

Tempo di Natale: le celebrazioni del Papa

Le celebrazioni del tempo di Natale

Leggi tutto

Storie

Blocco del Nagorno-Karabakh

Da oltre una settimana l’Azerbaijan sta imponendo la chiusura stradale sull’unica via di collegamento tra l’Armenia e l’autoproclamata repubblica dell’Artsakh, impedendo a migliaia di armeni di ricongiungersi con le famiglie o ricevere cibo e cure mediche.

Leggi tutto

Politica

Clima e rifiuti: UE e regole più severe

Il Parlamento europeo ha adottato ieri 17 gennaio, la sua posizione negoziale su una nuova legge per riformare le procedure e le misure di controllo dell’UE per le spedizioni di rifiuti. La legge dovrebbe migliorare la protezione dell’ambiente e della salute umana, sfruttando le opportunità offerte dai rifiuti per raggiungere gli obiettivi UE di un’economia circolare e a inquinamento zero.

Leggi tutto

Chiesa

Papa: chi segue Cristo sceglie la pace

VIAGGIO APOSTOLICO DI SUA SANTITÀ FRANCESCO nella REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO e in SUD SUDAN (Pellegrinaggio Ecumenico di Pace in Sud Sudan)

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano