Storie

di Roberto Signori

Torture e violenze nelle carceri iraniane

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

In Iran la tensione cresce e le proteste continuano a finire nel sangue. Le ultime testimonianze parlano di atrocità, torture, violenze e stupri avvenute nelle carceri ai danni dei manifestanti che protestano in piazza da settembre dopo l’assassinio della 22enne Mahsa Amini, morta mentre era in custodia della polizia morale. Intanto un altro 23enne è stato ucciso dalla polizia, si chiamava Hamed Salahshoor, e faceva il tassista. Il suo corpo mostrava segni scioccanti di tortura, dopo essere stato riesumato dalla famiglia, che ne ha dato notizia. È stato arrestato vicino a Izeh il 26 novembre, come hanno riferito i suoi famigliari all’edizione farsi della Bbc. Quattro giorni dopo, hanno fatto sapere i parenti, le forze di sicurezza hanno detto a suo padre che Hamed era morto e gli hanno fatto dichiarare che aveva avuto un infarto. Ma il suo corpo mostrava i segni di gravi ferite alla testa e pesanti interventi chirurgici. “La sua faccia era fracassata. Il suo naso, la mascella e il mento erano rotti. Il suo busto dal collo all’ombelico e sopra i suoi reni era stato ricucito“, hanno raccontato alcuni parenti della vittima.

Un rapporto di Amnesty International del 2020 e la ong Iran Human Rights Monitor confermano: “L’uso sistematico degli stupri nelle carceri non è una novità. Avvengono sia sulle donne che sugli uomini, senza differenza”. Un uso che pone sulle vittime ricattate dal regime lo stigma sociale. Ali prosegue: “Ci torturavano, sentivamo urlare gli altri dalle celle vicine. Li stupravano. Ci hanno privato della dignità”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

21/12/2022
2402/2024
San Sergio

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

Nigeria: rapiti tre seminaristi

Il sequestro, di cui ha dato notizia ‘Aiuto alla Chiesa che Soffre’, sarebbe avvenuto in seguito ad un attacco di uomini armati, nel quale sono rimasti feriti altri sei studenti.

Leggi tutto

Storie

Picchiata a 14 anni dalla famiglia perché rifiuta il matrimonio combinato

Roma, la ragazza vuole studiare per diventare chirurgo. Ma i familiari la costringono a indossare il velo e a sposarsi con uno sconosciuto

Leggi tutto

Storie

Detenuti e docce comuni

Il quotidiano 4W ha parlato con tre ex-carcerate che hanno denunciato la censura, le intimidazioni e le ritorsioni subite all’interno delle strutture carcerarie femminili dell’UK che ora ospitano anche uomini transgender.

Leggi tutto

Storie

Nigeria - Arresti per la strage di Pentecoste

Non ci fermeremo finché non arriveremo in fondo all’indagine su questo crimine e vi assicuro che gli autori e i loro sponsor saranno catturati”, ha detto Adetunji Adeleye, comandante della Ondo State Security Network Agency, nota come “Amotekun Corps”, la polizia dello Stato di Ondo, nel sud-ovest della Nigeria, nell’annunciare l’arresto di alcuni sospetti in relazione al massacro di domenica 5 giugno, nella chiesa cattolica di San Francesco Saverio ad Owo

Leggi tutto

Storie

India - Attacco a una chiesa cattolica

Irruzione in una parrocchia a 50 chilometri da Amritsar, vandalismi e violenze. La setta dei nihang ha preso di mira i cristiani per le conversioni e dice di voler “passare all’azione”

Leggi tutto

Storie

Indonesia - Proteste pacifiche per i diritti umani a Papua

Negli ultimi due anni aumentate le violenze contro i civili in Indonesia.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano