Società

di Giuseppe Udinov

Boom di ritiri per prodotti contaminati

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Caffè all’ocratossina, cioccolato alla salmonella, wurstel al batterio della listeria. Ogni anno, negli stabilimenti produttivi c’è sempre qualche errore in agguato lungo la catena della sicurezza alimentare. E quando la Asl se ne accorge, viene fatta la segnalazione al ministero della Salute, il quale emette un provvedimento di richiamo. L’ultimo, firmato il 23 dicembre, ha coinvolto le capsule per espresso a marchio Trombetta e a marchio Consilia. Nel primo caso, si tratta di tre diversi lotti con scadenza 07/02/2024: due di capsule compatibili espresso Caffè Trombetta “Zio d’America” prodotte nello stabilimento di Pomezia (Roma), e un lotto di capsule Caffè Trombetta Arabica. Nel secondo caso, ad essere richiamata è una partita di cialde Consilia Espresso Arabica con scadenza 04/02/2024. Per entrambi, la motivazione è il ritrovamento di tracce fuori norma di ocratossina, una micotossina prodotta naturalmente da alcune muffe che è estremamente resistente e pericolosa per la salute, in particolare per i reni.

Ma quanti pericoli abbiamo corso, quest’anno, sulle nostre tavole? Secondo il sito del ministero della Salute, il 2022 non è stato l’anno record dei richiami alimentari: la maglia nera va infatti al 2021, con ben 405 provvedimenti emessi. Quest’anno siamo “soltanto” a quota 278, il secondo peggiore dal 2018 a oggi. Meno richiami dunque, ma in compenso alcuni di questi casi sono stati piuttosto clamorosi. Il più eclatante è senza dubbio quello che ha coinvolto la linea Kinder della Ferrero. Proprio sotto Pasqua, uno dei momenti più cruciali per le vendite di cioccolato, la multinazionale di Alba ha dovuto richiamare alcune serie di Kinder Sorpresa e di ovetti Schoko-Bons prodotti in Belgio. Nel suo stabilimento di Arlon le autorità sanitarie avevano riscontrato tracce di salmonella, una contaminazione che alla Ferrero è costata non soltanto il ritiro dei cioccolatini in diversi Paesi europei, ma anche un danno d’immagine durante uno dei periodi di picco degli acquisti di cioccolata. Lo stabilimento incriminato ha dovuto subire uno stop di mesi: chiuso l’8 di aprile, ha ottenuto l’autorizzazione a riaprire i battenti soltanto a metà giugno.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

02/01/2023
0602/2023
Ss. Paolo Miki e compagni

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Ridurre il dolore cronico modificando le abitudini alimentari

È stato pubblicato sulla rivista “Pain and Therapy” un nuovo articolo sulle ricerche del gruppo coordinato dalla professoressa Anna Maria Aloisi, ordinaria di Fisiologia dell’Università di Siena, con il quale viene rilevato come sia possibile ridurre in maniera significativa i livelli di dolore cronico, modificando le abitudini alimentari.

Leggi tutto

Storie

L’Antitrust avvia due istruttorie contro NutriScore e Yuka

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha avviato cinque istruttorie sull’uso del sistema di bollinatura fronte pacco denominato NutriScore da parte delle società italiane GS, Carrefour Italia, Pescanova Italia e Valsoia, delle società francesi Regime Dukan e Diet Lab, della società inglese Weetabix e di una società tedesca attiva nella produzione di caramelle.

Leggi tutto

Storie

La storia di Cinzia Sacchetti

Una storia di rinascita professionale, di reinventarsi positivamente con quel che si ha. Potrebbe essere uno stimolo per tanti giovani che in questi due anni hanno perso il lavoro e sono scoraggiati e delusi. Ed è anche la presa di coscienza che in ogni ambito sono necessarie umanità e spiritualità, che anzi sono elementi imprescindibili l’uno dall’altra. Perché se sei in ricerca (spirituale), il lato umano si risveglia e con esso la consapevolezza dell’altro. Nonostante tutto, sta avvenendo una rinascita spirituale in questo mondo impazzito e vale la pena raccontarla.

Leggi tutto

Società

L’Italia è il paese europeo meno attrattivo per lo shopping tax free

L’Italia è il Paese europeo meno attrattivo per lo shopping rivolto ai turisti internazionali.

Leggi tutto

Società

SUDAN - Sfollati, inondazioni, emergenza alimentare

Negli ultimi mesi sono emerse notizie di morti per fame che hanno evidenziato la crescente emergenza alimentare diffusa dalle aree rurali a quelle urbane.

Leggi tutto

Storie

Vicenza. “Libere golosità” dal carcere

I panettoni, pandori e biscotti fanno parte anche della rete e-commerce “Economia carceraria”

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano