{if 0 != 1 AND 0 != 7 AND 0 != 8 AND 'n' == 'n'} Caos Brasile

Politica

di Raffaele Dicembrino

Caos Brasile

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

In Brasile almeno tre Stati hanno annunciato l’invio della polizia militare che si unirà alla Forza Nazionale nel Distretto Federale di Brasilia dopo l’attacco dei bolsonaristi al quartier generale dei Tres Poderes, avvenuto domenica pomeriggio da parte di sostenitori dell’ex presidente Jair Bolsonaro. Gli Stati interessati sono quelli di Bahia, Piaui’ e Pernambuco.

Il giudice della Corte Suprema Federale Alexandre de Moraes ha ordinato la rimozione del governatore del Distretto federale di Brasilia Ibaneis Rocha per un periodo di 90 giorni.

La decisione è arrivata dopo l’invasione degli edifici del Congresso, del Tribunale federale e del Palácio do Planalto, sede della Presidenza della Repubblica del Brasile.

“La violenta escalation di atti criminali è circostanza che può verificarsi solo con il consenso, e anche l’effettiva partecipazione, dalle autorità competenti per la sicurezza pubblica e l’intelligence”, ha affermato Moraes

BOLSONARO

Le manifestazioni pacifiche, secondo la legge, fanno parte della democrazia.

I saccheggi e le invasioni di edifici pubblici come quelli di oggi, così come quelli praticati dalla sinistra nel 2013 e nel 2017, sono illegali”.

Lo afferma su Twitter l’ex presidente del Brasile, Jair Bolsonaro, in riferimento all’attacco ai palazzi del potere a Brasilia.
“Respingo le accuse, senza prove, attribuitemi dall’attuale capo dell’esecutivo del Brasile”, sottolinea poi Bolsonaro in riferimento ai commenti di Luiz Inacio Lula da Silva. “Durante tutto il mio mandato sono sempre stato nel perimetro della Costituzione, rispettando e difendendo le leggi, la democrazia, la trasparenza e la nostra sacra libertà”, aggiunge l’ex presidente brasiliano.

FLAVIO DINO

Il ministro della Giustizia brasiliano Flavio Dino ha affermato che l’assedio dei bolzonartisi a Brasilia è stato un atto di “terrorismo” e di “golpismo”, e ha criticato le modifiche ai piani di sicurezza nella piazza dei Tre poteri del governatore del Distretto federale Ibaneis Rocha.

Dino ha inoltre chiesto che vi siano “verifiche su omissioni” nella condotta di tutti i responsabili.

JOE BIDEN

“Condanno l’assalto alla democrazia e al trasferimento pacifico del potere in Brasile. Le istituzioni democratiche hanno il nostro pieno sostegno e la volontà del popolo brasiliano non deve essere compromessa. Non vedo l’ora di continuare a lavorare con Lula”. Lo scrive il presidente americano Joe Biden su Twitter.

LULA

Il presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva ha annunciato che lunedì riprenderà a lavorare nei suoi uffici di Brasilia, presi d’assalto ieri da centinaia di sostenitori dell’ex presidente Bolsonaro, cosi’ come il palazzo del Congresso e della Corte Suprema. “I golpisti che hanno promosso la distruzione del patrimonio pubblico a Brasilia sono stati individuati e saranno puniti. Domani si riprende a lavorare al Palazzo Planalto. Democrazia sempre” ha twittato Lula che domenica sera, al suo ritorno a Brasilia, ha ispezionato gli edifici saccheggiati

MELONI

“Quanto accade in Brasile non può lasciarci indifferenti. Le immagini dell’irruzione nelle sedi istituzionali sono inaccettabili e incompatibili con qualsiasi forma di dissenso democratico. È urgente un ritorno alla normalità ed esprimiamo solidarietà alle Istituzioni brasiliane”. Lo scrive su Twitter il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

10/01/2023
3001/2023
Santa Martina

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

E’ tempo di ricostruire il Brasile

Il Presidente della CNBB evidenzia che “quando i discepoli di Gesù guardano qualsiasi persona, riconoscono che c’è un fratello, una sorella, provano compassione e non si lasciano dominare dall’indifferenza e dall’odio”. L’obiettivo del nuovo anno 2022 è quello di ricostruire sempre più i legami della fraternità e dell’amicizia sociale, “sui pilastri della solidarietà e degli insegnamenti di Gesù Cristo nostro Signore”.

Leggi tutto

Storie

BRASILE - Donne e bambini vittime della violenza

Dati raccapriccianti: omicidi aumentati del 150%, diminuisce il “lavoro schiavo”

Leggi tutto

Storie

Vescovi: preghiere e solidarietà per il Brasile

In Brasile è salito a quasi 100 morti, di cui 8 bambini, e 34 dispersi il bilancio delle vittime delle piogge torrenziali che hanno colpito Petropolis, località turistica sulle colline a Nord di Rio de Janeiro. I vescovi si uniscono in preghiera ed esprimono vicinanza alle popolazioni colpite

Leggi tutto

Chiesa

Lotta alla tratta di esseri umani in Brasile

Lo Stato brasiliano deve poi garantire sufficienti stanziamenti di bilancio per rafforzare l’azione delle diverse istituzioni che sono essenziali per la repressione e la lotta a questo crimine, oltre ad eseguire efficacemente le azioni delle Politiche Nazionali sulla lotta alla tratta delle persone e di eradicazione del lavoro in schiavitù.

Leggi tutto

Chiesa

Brasile, l’Assemblea generale dei vescovi sulla Chiesa sinodale

Il tema centrale della riunione è “Chiesa sinodale - Comunione, partecipazione e missione”,

Leggi tutto

Storie

BRASILE - Ogni attacco alla vita è anche un attacco allo Stato di diritto

Va ricordato che qualsiasi attacco alla vita è anche un attacco allo Stato di diritto democratico e costituisce un attacco alla dignità e al benessere sociale”: a sottolinearlo sono i Vescovi brasiliani, in una nota in cui esprimono il loro disaccordo verso qualsiasi iniziativa che renda possibile la flessibilità dell’aborto, come le ultime misure del Ministero della Salute, contenute nell’ordinanza GM/MS n. 13, pubblicata il 13 gennaio.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano