Storie

di Roberto Signori

Roma, donna colpita in strada con un pugno

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Stava rincasando dopo aver fatto la spesa. Nelle mani le buste con le provviste. Camminava sul marciapiede in viale Spartaco, all’Appio Claudio, quando improvvisamente e senza alcun apparente motivo un ragazzo l’ha colpita in pieno volto con un pugno così forte da farla cadere. Per fortuna la caduta non ha avuto conseguenze, ma la malcapitata è stata centrata in un occhio che ne è uscito tumefatto. L’aggressore si è allontanato come se nulla fosse, mentre i passanti si sono precipitati a soccorrere la vittima.

L’accaduto è datato venerdì scorso e per gli agenti che indagano non ci sono “moventi” particolari il che fa temere che si sia trattato di quello che negli Stati Uniti è stato ribattezzato “knock-out game” ovvero il “gioco” del colpo da k.o. da sferrare a passanti ignari e per nulla in guardia. Una bravata vigliacca quanto pericolosa, tanto da aver provocato anche la morte delle vittime.

A Roma il precedente più vicino e clamoroso rissale a cinque anni fa, quando in zona Piramide si verificarono una serie di aggressioni di questo tipo e per gli investigatori fu difficile scovare l’aggressore. Le vittime, infatti, prese alla sprovvista non ricordavano poco o nulla e il colpevole, un giardiniere all’epoca 34enne e poi arrestato, pur avendo precedenti per lesioni, vestiva in modo anonimo e si comportava normalmente senza destare nessun sospetto

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

27/01/2023
2902/2024
Sant'Augusto Chapdelaine martire

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Scuola e chiesa ora tocchiamo veramente i fondi

Gabriele Toccafondi è un fiorentino del ‘72, laureato in scienze politiche, ha fatto il consigliere all’università di Firenze, è stato membro di un sacco di commissioni e promotore di iniziative culturali e dal ‘99 ha messo i piedi in politica per poi non toglierli più. Ha militato tra le file di una lista civica, poi è passato a Forza Italia, poi è stato deputato PdL e nel 2013 ha indossato la casacca NCD, grazie alla quale ora siede sulla poltrona di Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Leggi tutto

Politica

Il Popolo della Famiglia apre la campagna elettorale a Ostia

Il Popolo della Famiglia (PdF) ha aperto ad Ostia la campagna elettorale per le prossime Amministrative a Roma. “Questa campagna elettorale a Roma è una grande sfida per il nostro movimento di ispirazione cristiana, che torna a proporsi agli elettori della capitale con i temi forti che ci caratterizzano: aiuto alle famiglie, difesa della vita dal concepimento fino al suo termine naturale, lotta contro l’ideologia gender nelle scuole, l’aborto e l’eutanasia”, spiega Fabiola Cenciotti. “Abbiamo scelto Ostia perché incarna tutte le esigenze e le problematiche delle periferie della grande città, che non sono state né affrontate né risolte dalla disastrosa gestione del M5S. Con lo slogan ‘Più figli, meno tasse’ ripartiamo da qui per dare alla nostra città e poi a tutta l’Italia una nuova politica aperta alla vita”.

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco saluta la Grecia

Alle 10.58 Francesco è decollato dall’aeroporto internazionale di Atene. Dopo un breve incontro con il Ministro degli Affari Esteri greco,

Leggi tutto

Storie

India - Statue cristiane danneggiate per una fake news

Colpito un santuario nella diocesi di Guntur nel mirino dei nazionalisti indù perché (falsamente) sostengono che una croce sia stata eretta scalzando un tempio indù.

Leggi tutto

Storie

Rogo a Roma, parroci: siamo esasperati

Dopo una notte di lavoro delle squadre dei vigili del fuoco è generalmente sotto controllo l’incendio che si è sviluppato ieri pomeriggio a Roma nelle attività di autodemolizione e nella vegetazione tra via Togliatti, via Casilina, via dei Romanisti, via Fadda, nella zona di Centocelle.

Leggi tutto

Storie

MYANMAR - Una chiesa cattolica occupata e minata dall’esercito

Il conflitto civile in Myanmar non risparmia il coinvolgimento delle chiese e di altri edifici di culto. Come appreso da fonti locali nella diocesi di Pekhon, le truppe dell’esercito regolare del Myanmar hanno occupato per quattro giorni, dall’8 al 12 settembre, la chiesa cattolica della Madre di Dio, nella piccola città di Moebye, nella diocesi di Pekon (Myanmar centro-orientale)

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano