Storie

di Nathan Algren

Pakistan - 21enne cristiano in carcere per blasfemia

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Nel braccio della morte da 21 anni in Pakistan perché accusato di blasfemia per una apologia del cristianesimo compiuta con un leader islamico locale all’indomani degli attentati dell’11 settembre 2001. È l’odissea di Anwar Kenneth, un cristiano di Lahore sul cui caso è attesa per domani un’udienza davanti alla Corte suprema pachistana.

A far scattare il procedimento fu una denuncia depositata il 25 settembre 2001 ai sensi del famigerato articolo 295 c del Codice penale pakistano, la cosiddetta legge contro la blasfemia. A originarla era stata l’iniziativa di una lettera inviata da Anwar Kenneth, un ex funzionario del ministero della Pesca, a studiosi religiosi musulmani sulla verità del cristianesimo. Alla risposta di Haji Mehmood Zafar, segretario di una moschea di Lahore, che - seguendo la dottrina islamica - pur riconoscendo Gesù come un profeta ne negava la morte in croce e resurrezione, Anwar Kenneth aveva replicato sostenendo che Muhammad non fosse il profeta e il Corano non fosse la parola di Dio. E - provocatoriamente - lui stesso sfidava l’interlocutore a intentare un processo per blasfemia, sostenendo che Dio l’avrebbe protetto.

Il processo è stato realmente avviato e il 18 luglio 2002 un giudice di Lahore gli ha comminato la pena di morte e una multa di 5 milioni di rupie, mandandolo immediatamente in carcere. Il 30 giugno 2014, poi, l’Alta Corte di Lahore ha confermato il verdetto del tribunale. Anwar Kenneth si è sempre rifiutato di nominare un proprio avvocato sostenendo che Dio è la sua difesa. Ma in questi 21 anni anche cinque avvocati nominati d’ufficio si sono ritirati dal caso per evitare di rappresentare il condannato davanti alla corte. Lo scorso 24 gennaio, la Corte suprema ha chiesto al Consiglio dell’ordine degli avvocati del Pakistan di fornire un legato che rappresenti il condannato nell’interesse della giustizia penale. Un avvocato ha acconsentito e così l’udienza è stata fissata per il 1 marzo.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

01/03/2023
2902/2024
Sant'Augusto Chapdelaine martire

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Il tour di Gianna fa scuola in Italia

Mentre le polemiche sull’obiezione di coscienza dei medici antiabortisti infiammano il Paese (in fondo sono buone per ogni stagione), Gianna Jessen, nota a moltissimi per la sua storia narrata in
“October Baby”, gira lo stivale. Libero dà voce all’“unico medico abortista” del Molise come a un eroe, mentre il Paese reale corre ad ascoltare la testimonianza della Jessen: il futuro passa da lì, lo sa bene

Leggi tutto

Chiesa

Suor Serena: “nulla di quello che avevo chiesto è accaduto, eppure sono pienamente felice”

Ho deciso d’intervistare Suor Serena perché il suo sorriso è contagioso. No, non è uno scherzo. Lei ride. Ride alla vita. I suoi occhi scintillanti guardano il viso dei suoi giovani e raggiungono il loro cuore. Fu la mia bambina che, quando la vide, disse proprio: “Quella suora mi fa ridere il cuore!”, era fuor di dubbio che io avrei voluto sapere tutto, di lei. Questo è il racconto della sua vita, “impastata e stesa” da Dio.

Leggi tutto

Chiesa

Sarà beata l’italiana Maria Carola Cecchin

Leggi tutto

Storie

Madre promette in sposa la figlia di 12 anni

È stata promessa sposa a soli 12 anni dalla madre, ma il padre ha scoperto tutto e ha denunciato l’ex moglie. Il tutto è accaduto in Italia, a Lecce. La bambina avrebbe dovuto sposare un pakistano di 22 anni residente in Germania. La procura dei minori di Lecce ha chiesto e ottenuto dal tribunale la sospensione della potestà genitoriale per la donna che aveva promesso in sposa la figlia 12enne.

Leggi tutto

Storie

Egitto: uniti per festeggiare MARIA

Nel monastero di Jabal al Tayr si tocca con mano, durante tutto l’anno, la devozione per la Madre di Gesù diffusa anche tra i credenti musulmani, che vanno in pellegrinaggio al Santuario a pregare e invocare grazie soprattutto nel mese di agosto, nei 15 giorni di festa che precedono e seguono la solennità liturgica della Dormizione di Maria.

Leggi tutto

Storie

BANGLADESH - I cattolici celebrano i Giubilei

La Chiesa cattolica del Bangladesh celebra i 400 anni di fondazione del dicastero di “Propaganda Fide” (1622-2022) e i 200 anni di costituzione delle Pontificie Opere Missionarie (POM) (1822-2022), riconoscendo con gratitudine il contributo ricevuto dalla Santa Sede e dalle POM per la storia dell’evangelizzazione nel subcontinente indiano e nella vita della Chiesa cattolica in Bangladesh.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano