Storie

di Nathan Algren

India, accordo tra un bigamo e le due mogli

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

In India la bigamia è reato. Per questo sui media del Paese ha trovato grande spazio la notizia dell’accordo raggiunto tra un ingegnere informatico e le due donne che ha sposato, nascondendo all’una l’esistenza dell’altra. L’uomo dividerà il suo tempo, i due appartamenti che possiede, e lo stipendio, tra le due mogli, che gli hanno entrambe dato un figlio: da lunedì a mercoledì vivrà in una famiglia, dal giovedì al sabato nell’altra, la domenica sarà “single”, senza obblighi verso nessuna delle due. Solo nel caso in cui infrangesse le regole, la prima moglie lo denuncerà e lo porterà davanti a un magistrato.

L’uomo non era stato denunciato L’accordo è stato ratificato da un mediatore del tribunale di famiglia di Gwalior, l’avvocato Harish Dewan, che ha precisato di averlo accettato perché, anche se in India la bigamia è vietata dalla legge, l’uomo non è stato denunciato per questo reato. La prima moglie, sposata nel 2018, lavorava nella stessa azienda del marito, a Gurgaon, vicino a Delhi: dopo due anni assieme, incinta di pochi mesi, allo scoppio della pandemia nel 2020 è tornata a vivere dai genitori a Gwalior, dove il marito non l’ha mai più raggiunta.

Un accordo lampo Lui, nel frattempo, aveva sposato un’altra collega, anch’essa incinta: la nuova relazione è stata scoperta dalla prima moglie all’inizio di quest’anno, quando alla fine è andata a cercare il marito, ormai priva di notizie. Dopo la sorpresa, l’accordo tra i tre è stato raggiunto in poche settimane: “Non posso obiettare nulla”, ha dichiarato il mediatore. “Il mio compito è di risolvere armonicamente le controversie. La prima moglie voleva garanzie sul mantenimento del figlio e non voleva mandare il marito a processo; l’altra non voleva rinunciare al compagno e ha preferito la soluzione salomonica”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

16/03/2023
2802/2024
San Romano

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Se un pediatra vendoliano un giorno

In un’importante sede istituzionale del capoluogo toscano avrà luogo, sabato 7 ottobre p.v., un convegno a senso unico e senza contraddittorio sulla nuova moda di una sinistra che ha dimenticato
il popolo, i lavoratori e i proletari, e che anzi si è rivolta alla demolizione della prole. Il pediatra vendoliano Paolo Sarti, consigliere in Regione, è l’artefice di questo spot LGBT già gravido di sciagure

Leggi tutto

Chiesa

INDIA - Missionarie della Carità accusate di proselitismo

“Le Missionarie della Carità sono prese di mira dai nazionalisti indù. Si tratta di pura diffamazione; si vogliono diffamare e calunniare le suore e le istituzioni cristiane”.

Leggi tutto

Politica

EGITTO - Presidente al Sisi: subito una nuova legge sul diritto di famiglia

La nuova legge sullo statuto personale, a cui le istituzioni egiziane lavorano da anni, deve essere approvata e entrare in vigore “il prima possibile”, deve essere equilibrata e fornire adeguate contromisure anche per contrastare fenomeni insidiosi come il preoccupante, vertiginoso aumento dei divorzi.

Leggi tutto

Storie

India - I sikh contro le conversioni cristiane nel Punjab

L’attacco a una chiesa cattolica nei giorni scorsi potrebbe avere gravi ripercussioni: il 5 settembre un’assemblea solleciterà leggi anti-conversioni anche in uno Stato non governato dai nazionalisti indù e dove la convivenza tra gruppi religiosi è sempre stata pacifica

Leggi tutto

Politica

Roccella: la maternità surrogata ha connotazioni razziste.

Nella si sceglie chi dà l’ovocita attraverso una sorta di selezione della razza: l’ovocita di una donna alta, bella e bionda (generalmente dell’Est) costa molto di più dell’ovocita di una donna nera, con evidenti connotazioni razziste». Così, nello studio Mediaset di Zona Bianca, la ministra della Famiglia Eugenia Roccella ieri è tornata a criticare la maternità surrogata

Leggi tutto

Società

Le lacrime di Tiziano Ferro

E adesso ci toccano le lacrime di Tiziano Ferro (come quelle di Ricky Martin, di Miguel Bosè, ma tante degli ignoti, di quelli che ordinano figli e poi litigano prima che siano partoriti e li abbandonano) a cui si aggiunge la lezioncina secondo cui “tutto accade come nelle coppie etero”. E non è così

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano