Politica

di Roberto Signori

Maternità surrogata, Mollicone (FdI): reato più grave della pedofilia

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Il tema della maternità surrogata incendia il dibattito politico dopo la manifestazione di sabato a Milano da parte delle famiglie arcobaleno (presente anche il Pd con la segretaria Schlein) e la replica del ministro Roccella che definisce questo tipo di aiuto al concepimento come un “mercato dei bambini”. Il presidente della commissione Cultura della Camera ed esponente di FdI, Federico Mollicone, parlando della maternità surrogata ha detto: “E’ un reato grave, più grave della pedofilia”. “Siamo di fronte a persone che vogliono scegliere un figlio come la tinta di casa”, aggiunge.

Federico Mollicone, deputato di Fratelli d’Italia, era già stato al centro di polemiche per aver fortemente protestato contro l’introduzione di una coppia omogenitoriale nel cartone animato “Peppa Pig”. Mollicone, che è capogruppo della Commissione Cultura, Scienza e Istruzione della Camera e membro della Commissione parlamentare per l’indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi, aveva chiesto alla Rai di non trasmettere l’episodio in cui compare la coppia, formata da due orse polari.

Mollicone commentava e sosteneva quanto detto dall’ex senatore leghista Simone Pillon in una intervista a La Stampa: “Si vuole demolire la famiglia, passo dopo passo”. “Quando tutto si trasforma in famiglia, allora niente più è famiglia. Questo è ciò che si nasconde dietro slogan come ‘Love is love’”, aggiunge. “Se si dice che due donne o due uomini fanno una famiglia, allora perché non tre o quattro? In Olanda l’amore poliamoroso sta per diventare legge. Anche qui in Umbria la legge regionale riconosce come famiglia anche una persona sola. La Costituzione all’articolo 29 parla di società naturale fondata sul matrimonio. Quando Benigni va a inneggiare giustamente alla Costituzione, dovrebbe ricordare anche l’articolo 29”.

Secondo Pillon “si procede per gradi, come ha dimostrato il Pd con una strategia evidente. Prima le unioni civili, poi il ddl Zan, che è stato il primo vero gradino con cui avrebbero voluto togliere il diritto di parola a chi non la pensa come loro. Non è passata e allora adesso usano i media per dare la morte civile a chiunque non si allinei, trattandolo come un medioevale. Il secondo passo sarebbe il matrimonio egualitario, dal quale poi si arriverebbe al tema dei figli, dando il via libera alla genitorialità arcobaleno. Mi stupisce che un partito nato con l’obiettivo di proteggere i diritti del proletariato, ora voglia difendere i diritti di chi i figli li vuole comprare con l’utero in affitto. La legge prevede con chiarezza che l’utero in affitto sia un delitto. È reato anche solo farne pubblicità”.

Una risposta che segue quanto detto da Rampelli (FdI), secondo cui le coppie che chiedono la trascrizione all’anagrafe di bimbi nati da maternità surrogata “spacciano quei bambini per propri figli”. Rispetto all’ipotesi di renderlo delitto internazionale, quindi punibile in Italia anche se commesso all’estero, Pillon afferma: “Sono assolutamente d’accordo. Non si capisce perché non venga perseguito anche in Italia, come si fa con la pedofilia”. Sull’adozione ai single “sono molto contrario. Ogni anno ci sono 9 o 10mila coppie che fanno domanda di adozione e le adozioni che vanno a buon fine sono intorno alle 2mila”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

21/03/2023
2702/2024
San Gabriele dell'Addolorata

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Spagna - Magistratura spagnola: no ai contratti di utero in affitto esteri

In Spagna sentenza della più alta magistratura spagnola che ferma con argomenti giuridici ed etici il tentativo di legalizzare i contratti di utero in affitto sottoscritti all’estero

Leggi tutto

Società

Se un single adotta una down

La notizia impazza sulle pagine dei giornali come prodromica dell’annunciata e formidabile riforma Boschi sulle adozioni (nella quale, comunque, potranno continuare ad adottare «anche le
famiglie tradizionali» – sic!). La sola crudele certezza, invece, è che abbiamo costruito un sostrato sociale in cui otto coppie possono abbandonare una neonata solo perché affetta da trisomia 21

Leggi tutto

Storie

Utero in affitto in offerta speciale Black Friday

Maternità surrogata scontata in occasione del Black Friday. L’iniziativa parte dall’Ucraina.

Leggi tutto

Società

Thailandia - un freno alla maternità surrogata illegale

Su ventimila richieste il governo ha registrato 584 bambini nati da fecondazione assistita in maniera legale. Decine i neonati venuti alla luce nel periodo pandemico e ancora tenuti in custodia.

Leggi tutto

Politica

Caso Riso, Cirinnà in modalità Goebbels

Un regista omosessuale picchiato, dicono “da omofobi”. La manganellata gli è arrivata però dall’autrice delle unioni civili.

Leggi tutto

Politica

Schlein cala la maschera sull’utero in affitto

Il momento della verità è arrivato. Alla fine, sollecitata da più parti, Elly Schlein ha dovuto calare la maschera e prendere posizione. Sull’utero in affitto la leader Pd ha ora fatto chiarezza, dichiarandosi una volta per tutte a favore. La notizia non è di quelle trascurabili, anche perché all’interno dello stesso Partito Democratico in molti sono cauti, scettici o del tutto contrari alla gestazione per altri. Il segretario dem invece no. In nome di un discutibile progressismo, la deputata luganese ha espresso il proprio sostegno a una pratica che in Italia è vietata e che le stesse femministe nei giorni scorsi avevano definito come un “mercato dannoso e degradante”.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano