Società

di Roberto Signori

Allarme denatalità

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Almeno 500 mila nuove nascite all’anno. E’ l’obiettivo della terza edizione degli Stati Generali della Natalità dal titolo ‘Sos-Tenere#quota500mila’.

il presidente Sergio Mattarella scrive che serve “permettere alle giovani coppie di realizzare il loro progetto di vita, superando le difficoltà di carattere materiale e di accesso ai servizi che rendono ardua la strada della genitorialità”. Il presidente dell’Istat Giancarlo Blangiardo fa notare che “da un po’ di anni a questa parte l’Italia è un Paese con più morti che nati: gli ultimi dati sono 713mila morti a fronte di 393mila nascite. Un grande Paese che comincia a perdere popolazione. Le previsioni per i prossimi anni sono che i 59 milioni di italiani di oggi scenderanno a 48 milioni scarsi, spariranno quindi 11 milioni di persone”. Ne consegue che serve mandare un chiaro segnale per evitare che l’Italia continui ad essere maglia nera in Europa, e questo lo si fa dando prima servizi.

La natalità è un tema che riguarda la salute economica e sociale del Paese. Gianluigi De Palo, presidente della Fondazione per la Natalità, aprendo i lavori, afferma che “non c’entrano i valori o gli schieramenti politici, ma cosa accade nel presente e cosa accadrà nel futuro a tutti noi, nessuno escluso. Un dato su tutti: siamo al record negativo di 339mila nascite contro 700mila morti. Se non cambia qualcosa, tra qualche anno, crollerà tutto”. La scuola d’altronde ne sta già risentendo. Il prossimo anno scolastico infatti ci saranno 110 mila studenti in meno, e tra dieci la popolazione studentesca potrebbe passare dagli attuali 7,4 milioni a 6 milioni.

Un lavoratore su tre vorrebbe allargare la propria famiglia, ma spesso è difficile conciliare il tempo dedicato al lavoro e quello da dedicare agli affetti familiari. Per la ministra della Famiglia Eugenia Roccella “c’è l’esigenza primaria di conciliare il lavoro femminile con la maternità, perché tutte le indagini sono concordi nel dire che le donne italiane desiderano fare figli, in prevalenza due. Se questo desiderio non si realizza, perché non ne fanno nessuno o ne fanno uno e tardi, è perché si sentono poste di fronte all’alternativa tra la realizzazione professionale e il diventare madri”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

12/05/2023
2402/2024
San Sergio

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Sui “veggenti” stiamo con il Papa, ma l’attacco è alla fede e alla Chiesa

Siamo stati chiamati a rispondere anche in tv da fisici, scienziati, psicologi su fenomeni come quello di Medjugorie. Ecco la risposta del nostro giornale

Leggi tutto

Politica

Quale governo dopo il voto? L’Italia attende!

Matteo Salvini cerca voti a sinistra e torna a cercarli; Di Maio si frega le mani sperando di restare all’opposizione; il Pd non vuole risolvere guai alla Lega. Quattro le possibilità che si prospettano.

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco: “No all’ideologia nella Chiesa”

Durante la Messa celebrata a Santa Marta, il Papa ha esortato a non concepire la fede con condizione. Le due figure della Chiesa, oggi: la Chiesa di quegli ideologi che si accovacciano nelle proprie ideologie, lì, e la Chiesa che fa vedere il Signore che si avvicina a tutte le realtà, che non ha schifo

Leggi tutto

Chiesa

Il mercoledì delle Ceneri

Concluso il carnevale con festeggiamenti in modo minore causa covid, da oggi inizia il tempo di Quaresima con il mercoledì delle Ceneri. Andiamo a rivisitare la storia di questo giorno che avvia un periodo di conversione di 40 giorni sino alla grande festa della Pasqua.

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco: libertà e diversità fanno paura

È un clima cordiale e familiare a caratterizzare gli incontri di Papa Francesco con i gesuiti durante i suoi viaggi apostolici. Così è stato anche in Slovacchia quando il 12 settembre, nella Nunziatura apostolica di Bratislava, si è ritagliato circa un’ora e mezza con i confratelli del Paese visitato. Questo l’incontro di cui La Civiltà Cattolica riporta la conversazione

Leggi tutto

Chiesa

Le vere parole di Gesù.

Nel cammino della storia, nella Chiesa, lo Spirito ci conduce tendenzialmente sempre più all’essenziale del discernere concreto, divino e umano, del Gesù dei vangeli. Un percorso dunque dove ciò che non è strettamente essenziale può venire lasciato ad una libera interpretazione che dunque non impegna la fede comune.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano