Storie

di Giuseppe Udinov

Il Vaticano ed i timori per il Sudan

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

La Missione permanente della Santa Sede all’Onu di Ginevra ribadisce la “profonda preoccupazione” per la grave situazione di conflitto e violenza che si sta verificando in Sudan. Nell’intervento di oggi, 11 maggio, alla 36.ma Sessione speciale del Consiglio sull’impatto sui diritti umani della guerra in corso nel Paese africano, la Santa Sede, dinanzi all’aumentare delle “sofferenze del popolo”, desidera “assicurare ancora una volta la vicinanza spirituale, le sue preghiere e la sua solidarietà al popolo sudanese, in particolare agli sfollati e ai rifugiati”.

In particolare la preoccupazione è per “le gravi implicazioni umanitarie” del conflitto; l’invito, rivolto a “tutte le parti”, è quindi “a sospendere gli attacchi armati e a garantire l’accesso ai beni di di base ed essenziali per la popolazione civile, ovunque siano necessari”, il che include la possibilità di fornire in sicurezza assistenza umanitaria.

A tal proposito, la Santa Sede auspica che “la tregua possa essere prolungata e pienamente rispettata e che i negoziati tra i rappresentanti di tutte le parti in conflitto possano sfociare in un accordo proficuo per il cessate il fuoco e per soluzioni pacifiche e durature, nell’interesse della popolazione sudanese, così come per evitare il rischio che la violenza si estenda ai Paesi limitrofi, minando la pace e la sicurezza regionale”.

In conclusione, la delegazione vaticana si dice fiduciosa che “il dialogo, in uno spirito di fraternità, possa portare a una pace giusta e duratura”. Si ribadisce pertanto l’appello di Papa Francesco affinché “si depongano le armi” e si possa “riprendere insieme il cammino della pace e dell’armonia”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

12/05/2023
2102/2024
Sant'Eleuterio

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

IL MIO AMICO SANDRO

Nei nostri meravigliosi paesini italiani ci sono ancora tante persone, magari anziane e sole, che sanno offrirti un’amicizia incredibile. Chi le cerca con cuore aperto troverà un tesoro superiore ai miliardi nel deposito di Paperon de Paperoni. Perché di sicuro non saranno appariscenti, ne alla moda, con i calli sulle mani ed il viso rugoso, ma sapranno riscaldarti con un tenero calore che non ha eguali.

Leggi tutto

Chiesa

COLOMBIA - La ricerca della pace si basa sul rispetto della vita

La pratica scandalosa e crudele di reclutare minori e usarli per la guerra, così frequente da parte di diversi gruppi armati, indica l’alto livello di degrado del conflitto nel paese

Leggi tutto

Chiesa

PAPA FRANCESCO - NUOVO RICOVERO AL GEMELLI

Improvviso ricovero per Papa Francesco

Leggi tutto

Storie

MESSICO - Preghiere e rintocchi di campana per le due catechiste uccise

Martedì 20 giugno, alle 15:00 ora locale, le campane delle chiese e delle cappelle in tutto il Messico suoneranno per un minuto come segno per chiedere giustizia e testimoniare l’impegno comune della comunità ecclesiale per la pace.

Leggi tutto

Storie

FILIPPINE - Proseguono gli arresti di missionari, suore, preti e laici

La pratica del “red tagging”, ovvero etichettare una persona come ‘comunista’ o ‘sostenitrice di gruppi comunisti o terroristi armati’, continua a colpire religiosi, missionari, cooperanti, persone che si spendono per i gruppi vulnerabili, poveri o indigeni nel Centro e nel Sud delle filippine.

Leggi tutto

Società

Tribunale, ok cambio nome transgender anche se non si opera

Ma il rispetto delle legge?

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano