Politica

di Mario Adinolfi

ESSERE L’ALTERNATIVA

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

5 giugno 2023, settimo anniversario della legge Cirinnà del 5 giugno 2023 che ha unito civilmente meno di 15mila coppie gay. Negli stessi sette anni, nonostante l’attacco feroce alla famiglia naturale, si sono unite nel caro vecchio rito del matrimonio tra uomo e donna più di due milioni di persone. Non dimenticate mai le proporzioni numeriche dei fatti, che spiegano la realtà. Anche se fanno sembrare notizia solo le unioni gay, anche se fanno articoli solo sulla “famiglia queer”, anche se sembrano rilevanti solo le “famiglie arcobaleno”, poi nella realtà dei fatti l’Italia è composta da ventinove milioni di nuclei genitoriali uniti in matrimonio, che allevano quindici milioni di figli minorenni o maggiorenni non autosufficienti, che si fanno carico di quattro milioni di disabili tra cui centinaia di migliaia di anziani affetti da Alzheimer e demenza senile. Cinquanta milioni di italiani, organizzati in quella che con disprezzo ormai viene chiamata la “famiglia tradizionale”, vengono lasciati soli. In compenso le regioni di centrodestra, compresa la Regione Lazio del meloniano Francesco Rocca, regala il patrocinio al Gay Pride. Nessuna differenza con quel che faceva il buon Nicola Zingaretti. Tutto identico, anche se avete votato per sono una donna, sono una madre, sono cristiana. Perché finché non prenderete coscienza che dovete essere voi stessi capaci del cambiamento che pretendete di vedere nel mondo, vinceranno sempre le piccole lobby violentemente organizzate per ottenere le leggi Cirinnà contro le moltitudini che chiederebbero solo un minimo d’attenzione alla loro sofferta e normale solitudine. Anche per questo io sabato vado a Cuneo a presentare Contro l’aborto - con le 17 regole per vivere felici in una città dove è previsto un Gay Pride patrocinato. Voglio offrire un’alternativa, voglio essere l’alternativa. Abbiamo pure appeso i manifesti. Vediamo fino a quando durano.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

05/06/2023
1908/2023
San Giovanni Eudes

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Bagnasco e l’impegno dei cattolici

La prolusione del Cardinale Angelo Bagnasco al Consiglio permanente della Cei è stata di impressionante nettezza. Il richiamo alla «famiglia come baricentro esistenziale da preservare» è stato condito da una serie di affermazioni che tracciano la strada all’impegno dei cattolici italiani

Leggi tutto

Politica

Come Stefano Parisi si trovò a metà del guado

Parisi è in fondo il simbolo del caos che regna nel centro-destra. Caos che ho l’impressione durerà a lungo. Troppo a lungo. Berlusconi incrocia le dita e spera che l’Italicum venga cambiato in nome di una legge elettorale di stampo proporzionalista. Con l’Italicum infatti il centro-destra sarebbe spazzato via del tutto e ridotto all’insignificanza politico-parlamentare: Renzi e Grillo si giocherebbero la partita elettorale senza altri rivali competitivi. Se vincesse il NO al Refendum (cosa per la quale Berlusconi accende un cerone al giorno) molto probabilmente si arriverà ad una legge elettorale basata sul proporzionale. Aldilà del fatto che Renzi rimanga o meno Presidente del Consiglio. Ma anche qui la vedo dura: il trio Belusconi-Salvini-Meloni non riesce a trovarsi d’accordo su nulla, Parisi non avrebbe alcuna autorevolezza per incidere nella triade. Come metti insieme una armata brancaleone così? Destinata a perdere ogni confronto.

Leggi tutto

Società

INDIPENDENZA NON E’ AUTODETERMINAZIONE

La Dichiarazione di Indipendenza degli Stati Uniti è fondamentale per tre regioni: cita esplicitamente “Dio” e non in termini rituali, richiama con chiarezza la “Legge di Natura” ed è dunque un Carta giusnaturalista, infine indica come primo diritto quello alla Vita, cui consegue il diritto alla Libertà (e sì, come dicevamo, quello molto american-mucciniano alla “ricerca della felicità”). Queste premesse fanno sì che ancora oggi, duecentoquarantuno anni dopo quel 4 luglio 1776, le banconote dei dollari americani contengano un esplicito riferimento alla fede (“In God we trust”) e qualsiasi presidente americano, di qualsiasi colore politico, non possa concludere un suo discorso pubblico senza invocare la benedizione divina sul proprio paese: God bless America.

Leggi tutto

Società

I tre diritti violentati in Alfie Evans

Il diritto alla cura, il diritto del disabile innocente, il diritto e la tutela della famiglia: questi i tre grandi beni che il sistema giudiziario
inglese sta calpestando nel suo delirio di onnipotenza. A ben vedere si tratta di beni mutuamente coimplicati: lederne uno li lede tutti.

Leggi tutto

Politica

La scelta di essere mamma

Gregory Pincus (pillola) era un uomo, Robert Edwards (PMA), Patrick Steptoe (PMA), Julius From (preservativo), tutti uomini. Quindi, tornando al convegno sulla fertilità, non trovo granché strano che siano uomini, i medici che sono stati invitati. E non mi si dica che di donne scienziate non ne esistono poiché obbligate al focolare, perché  Marie Curie e Irène Joliot-Curie, Rita Levi Montalcini, Rosalind Franklin, Dorothy Crawfoot Hodgkin, Francoise Barré-Sinoussi, sono tutte donne (alcune anche madri). Le donne, all’interno del mondo della fertilità, esistono, ma alcune si distinguono non certo per grande spirito femminile, o meglio, fanno parte di tutte quelle donne che credono di sostenere le donne attraverso la promozione dell’aborto volontario (che, per inciso, uccide anche le donne nel grembo materno, quindi
non è certo campanilismo femminista): parliamo di Faye Alyce Wattleton o Margaret Louise Higgins Sanger, ‘mamme’ di Plannet Parenthood, ente non proprio sano e a favore della salute pubblica. Per contro noi possediamo Flora Gualdani e Paola Bonzi (e tantissime altre volontarie e ostetriche che si muovono nel silenzio e nel nascondimento), che difendono la vita del bambino sapendo che la donna che riesce a non abortire, poi ringrazierà dell’essere divenuta madre.

Leggi tutto

Società

Necessitano cercatori sinceri

Nella misura in cui la sapienza divina vuole questo, come è importante che vi siano persone, nella Chiesa, in profonda ricerca del vero, libere da interessi personali, sempre più capaci di cogliere il buono dagli altri e di comprendere il loro graduale cammino. Come è bello quando Dio vuole che incontriamo chi vive il proprio percorso cercando di accogliere adeguatamente anche quello degli altri.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano