Società

di Giuseppe Udinov

Kenya -  I Vescovi chiedono la revoca della legge finanziaria

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Nuove proteste annunciate dall’opposizione in Kenya contro il carovita e la politica economica del governo, dopo quelle dei giorni scorsi represse violentemente nel sangue

A infiammare in particolare gli animi è la legge finanziaria (Finance Act) che introduce nuove tasse. A questo proposito la Conferenza Episcopale del Kenya (KCCB) con una dichiarazione letta da Mons. Anthony Muheria, Arcivescovo di Nyeri, ha chiesto al Presidente William Ruto di abrogarla.
“L’alto costo della vita ha creato un pesante fardello per le persone e per le famiglie rendendo loro difficile ottenere i mezzi di sussistenza e mantenere un decente standard di vita” ha detto l’Arcivescovo di Nyeri, citando in particolare la forte disoccupazione e le gravi difficoltà di molti keniani ad avere accesso all’educazione e a cure adeguate. “In questo contesto la recente legge finanziaria pone un insostenibile fardello sui cittadini già profondamente provati, specie quelli che vivono con un reddito basso. Chiediamo quindi al Presidente di abrogare la legge finanziaria e di avviare un processo per ottenere gli stessi scopi (della legge finanziaria) nel contesto dell’attuale crisi” ha aggiunto Mons. Muheria, lasciando trasparire l’invito al dialogo con l’opposizione.
Nel loro messaggio infatti i Vescovi invitano al dialogo il Presidente William Ruto e il leader dell’opposizione Raila Odinga: “Chiediamo che i mancati colloqui bipartisan siano ripresi in un contesto diverso che coinvolga i leader religiosi e alcune altre persone e organismi eminenti. Crediamo che non ci sia problema, per quanto difficile, che non possa essere risolto attraverso il dialogo. Dobbiamo, a tutti i costi, evitare la perdita di vite umane. Non deve essere versato altro sangue”.
Nel solo mese di luglio negli scontri tra polizia e dimostranti almeno 27 persone sono rimaste uccise.
La difficile condizione economica del Kenya deriva dal forte debito estero, aggravato dall’indebolimento della valuta locale e dalle turbolenze dei mercati internazionali. Il solo pagamento annuale degli interessi ha superato i 5 miliardi di dollari. Il rischio che il Paese dichiari bancarotta è una possibilità reale secondo gli esperti finanziari. Il Presidente Ruto per cercare di ridurre le spese statali ha abolito una serie di sussidi a scapito dei ceti più deboli. Ad aggravare la crisi economica è lo scontro tra Ruto e Odinga, con quest’ultimo che continua a sostenere di avere vinto le elezioni e di essere stato vittima di una truffa elettorale.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

25/07/2023
2502/2024
San Tarasio

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

LA FORZA DEL PERDONO, LA SPERANZA DEL FUTURO

Domani conferenza a Sulbiate per ricordare i martiri di Nassiriya un giorno che ha sconvolto il mondo ed ha lasciato il segno nel cuore di tantissimi italiani!

Leggi tutto

Società

Cosa fare per rimettere in piedi l’economia italiana?

I soldi per tagliare le tasse e per dare lavoro a tutti ci sono. Se capiamo come funziona la moneta (anche senza uscire dall’Euro)

Leggi tutto

Politica

Consiglio d’Europa: nuove misure contro l’ipersessualizzazione dei minori

Il Consiglio d’Europa ha proposto misure per combattere la pornografia. Una risoluzione del Consiglio dei 47 paesi europei, raccomanda di concentrarsi sull’educazione sessuale, la protezione e la sicurezza online tramite l’adozione di regolamentazioni forti e mirate.

Leggi tutto

Storie

Honduras: alla ricerca di un dialogo sincero

La Conferenza episcopale honduregna (CEH) si rivolge al presidente eletto, Xiomara Castro e ai rappresentanti dei gruppi che aspirano alla presidenza del Congresso, perché trovino una via d’uscita alla grave crisi creatasi in ambito legislativo

Leggi tutto

Chiesa

In Quaresima la Chiesa in Europa prega per la pace in Ucraina

I Vescovi europei si uniscono all’appello di Papa Francesco “a fare il prossimo 2 marzo, Mercoledì delle Ceneri, una giornata di digiuno per la pace”.

Leggi tutto

Politica

Non si possono isolare e discriminare i lavoratori non vaccinati

Green Pass - Continua grazie a vari colpi inflitti dalla giurisprudenza l’antidemocratica carta verde fortemente voluta da Draghi, Speranza ed il “governo dei migliori”.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano